The Vision debutta oggi per i Millennials. La fruizione sarà digital e social

18 settembre 2017

Il fondatore della testata online Andrea Rasoli è coadiuvato da Fulvio Zendrini e Giovanni De Marchi. Alla guida dei contenuti editoriali (politica, attualità, cultura e intrattenimento) Matteo Lenardon

Viene lanciata oggi The Vision, nuova media company destinata all’audience dei Millennials italiani.

Fondatore della testata online è Andrea Rasoli, già co-founder e publisher di Vice Italia per oltre 10 anni, affiancato nel progetto da Fulvio Zendrini, già direttore della comunicazione di Telecom Italia, Piaggio e Ferragamo, e da Giovanni De Marchi, già direttore della comunicazione di Slam Jam. Alla guida dei contenuti editoriali Matteo Lenardon, ideatore di blog controversi e di grande successo e di importanti format televisivi destinati al pubblico giovane.

Ogni giorno The Vision vivrà di nuovi articoli e video caratterizzati da un linguaggio dalla forte identità, volto a una fruizione digital e a una larga diffusione sui social network.

La testata avrà un forte accento su tematiche di politica e attualità, un focus sulla cultura e l’intrattenimento televisivo e cinematografico, una sezione di analisi su tematiche scientifiche e d’innovazione tecnologica e una rinnovata attenzione al mondo del design e dell’architettura.

Andrea Rasoli

“Crediamo ci sia davanti a noi una grande occasione per costruire un nuovo punto di riferimento per il pubblico dei Millennials, che parli la nostra lingua e riesca a farsi portatore di un patrimonio culturale legato alla seconda metà del ‘900 che si sta progressivamente disperdendo e che può aiutare il nostro pubblico ad accrescere il proprio spirito critico, acquisendo una maggiore consapevolezza in un contesto mediatico sempre più sfuggente e superficiale – spiega Rasoli -. Stiamo assistendo a una rivoluzione culturale come quella che avvenne alla fine degli anni Sessanta, in cui i figli non parlavano più la lingua dei padri; questa rivoluzione è più subdola e silenziosa ed evolve per mezzo di piattaforme digitali secondo modelli e strumenti spesso inintelligibili per chi ha più di 40 anni. Il nostro vantaggio è rappresentato dalla capacità di saper leggere e interpretare questa trasformazione e farla contemporaneamente dialogare con i nostri partner e il mondo delle aziende”.

“La visione viene dall’esperienza. È solo di chi ha sperimentato la capacità di indirizzare lo sguardo altrui su fenomeni più o meno interessanti in prima analisi, ma fondamentali per formarsi un’opinione – commenta Zendrini -. The Vision vuol fare questo: aiutare un popolo di ‘newcomers’ a navigare nel mondo adulto con una loro opinione. E lo fa nella e con la loro lingua di tutti i giorni”. La raccolta della pubblicità avviene attualmente internamente, con un team interno di cinque persone e diverse realtà partner esterne.