Vittorio Bucci scelto per il lancio di Mediaplus Italia

13 settembre 2017

Vittorio Bucci

L’ex managing director di PHD sarà anche partner del gruppo e ad di InMediato, sigla di cui Sandra Grifoni resta presidente

di Claudia Cassino


Serviceplan Italia e InMediato rafforzano la presenza nel media con il lancio di Mediaplus Italia.

La nuova sigla sarà guidata dall’amministratore delegato Vittorio Bucci, ex managing director di PHD Italia, che sarà anche partner del gruppo e amministratore delegato di InMediato.

Le due agenzie media avranno un posizionamento indipendente e complementare all’interno della Casa della Comunicazione di Serviceplan Group Italia: InMediato, di cui Sandra Grifoni resta presidente, mantiene il suo approccio ‘sartoriale’ e più focalizzato sui clienti italiani, mentre Mediaplus Italia avrà una vocazione più tecnologica e internazionale, grazie anche alle sinergie possibili con il network globale Mediaplus che ha un amministrato complessivo di 4,25 miliardi di euro (si tratta del primo centro media indipendente in Europa e il 4° per billing in Germania).

Tra i clienti internazionali del network Saturn, Bon Prix, Trainline, Lufthansa, Netflix. Recentemente, inoltre, Mediaplus e Serviceplan (per la parte creativa) si sono aggiudicati la gara per la comunicazione di un retailer internazionale di abbigliamento che sbarcherà nella Penisola nei prossimi mesi.

Il progetto Mediaplus si propone come una realtà alternativa rispetto alle soluzioni proposte dai grandi gruppi internazionali e ha l’ambizione di rispondere in modo significativo alle problematiche di business che le aziende stanno affrontando.

“Negli ultimi 15 anni il 52% delle aziende presenti nella Fortune 500 è scomparso – ha ricordato Bucci -. Le aziende che sono sopravvissute hanno in comune dati, tecnologia, visione e un nuovo modo di fare marketing. Ma ci sono anche segnali allarmanti: un colosso come P&G, per esempio, ha tagliato gli investimenti digitali di 100 milioni di dollari e, apparentemente, non ha osservato cali nelle vendite. Per essere significativi in questa arena sempre più competitiva dobbiamo quindi elevare il nostro ruolo. Per questo abbiamo scelto ‘The Data Driven Marketing Agency’ come claim che identifica il nostro approccio strategico: ovvero rendere i dati concretamente azionabili”.

Mediaplus intende infatti supportare le aziende nel loro percorso evolutivo dotandosi delle tecnologie più adeguate e modificando radicalmente il modello di servizio: l’intero processo diventa azionabile, misurabile e ottimizzabile in tempo reale, con focus sul singolo cliente e approccio totalmente trasparente.

Tra le soluzioni offerte da Mediaplus, per esempio, il tool AQIS (Audience, Quality, Insights, Service), che consente il controllo via dashboard delle campagne online: i parametri presi in considerazione spaziano dagli aspetti socio-demografici, a quelli media, a diversi livelli di profondità (strumento, canale, singolo placement) e consentono l’ottimizzazione costante delle performance.

“Senza la competenza del media, oggi più che mai, sarebbe impossibile concepire strategie di comunicazione efficaci: la grande proliferazione di nuovi mezzi e la complessità dei dati rendono fondamentale il mettere allo stesso tavolo specialisti media, digitali e creativi”, ha aggiunto Giovanni Ghelardi, ad di Serviceplan Group Italia, che ha chiuso l’anno fiscale con 15 milioni di fatturato (mentre a livello globale Serviceplan Group ha registrato ricavi per 350 milioni di euro).

“Avere incontrato Serviceplan ci ha consentito di dare forma a quello che abbiamo sempre immaginato sarebbe stato il percorso di evoluzione di InMediato – ha sottolineato Sandra Grifoni -. Una naturale crescita, coerente con i valori che ci contraddistinguono, che ci permette di guardare al futuro con grande fiducia”.

Ora questa evoluzione è affidata appunto a Bucci, 37 anni a ottobre, manager che vanta una profonda esperienza nel marketing digitale e nella comunicazione integrata. Le sue esperienze più recenti spaziano da ADVance (poi Netboster Group) a Mediacom (dove è stato a capo della divisione digital di Roma e ha avviato la Unit specializzata in Mobile e Business Development).

Da Omnicom Media Group, in cui ha sviluppato la unit OMG.biz, specializzata nello sviluppo di strategie e soluzioni di marketing digitale, a PHD Media (sempre OMG), di cui ha contribuito a lanciare la sede italiana e di cui è stato managing director sin dal 2012 (come anticipato da Today Pubblicità Italia, al suo posto arriva Alessandro Lacovara, vedi notizia). Per lui quella di Mediaplus è una nuova sfida.

“Il progetto- ha concluso Bucci – mi ha entusiasmato sin da subito per le sue unicità: l’indipendenza, la libertà d’azione, la visione di lungo termine, la determinazione internazionale, la ricerca di un modello che superi le vecchie divisioni e lo stesso concetto di integrazione”.