Cairo Communication, ricavi a 633,3 milioni. Per editoria e tv “realizzabili risultati positivi”

11 settembre 2017

Urbano Cairo

Le copie vendute, compresa Enigmistica Più, sono circa 1,8 milioni. Per La7 margine operativo lordo di 3,7 milioni di euro

Il CdA di Cairo Communication, riunitosi lo scorso 8 settembre, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2017, diffondendo una nota ufficiale.

Considerando l’intero perimetro del gruppo: i ricavi consolidati lordi sono pari a euro 633,3 milioni (euro 133,5 milioni nel 2016); il margine operativo lordo (Ebitda), il risultato operativo (Ebit) e il risultato netto di pertinenza del gruppo consolidati sono pari a rispettivamente euro 85,2 milioni, 53,2 milioni e 19,9 milioni (rispettivamente euro 7,9 milioni, 3,1 milioni e 4,1 milioni nel 2016).

A perimetro omogeneo con il 2016 (editoria periodici Cairo Editore, editoria televisiva La7, concessionarie di pubblicità, operatore di rete e Il Trovatore): i ricavi consolidati lordi sono pari a euro 128,6 milioni (133,5 milioni del 2016); il margine operativo lordo, il risultato operativo e il risultato netto di pertinenza del gruppo consolidati sono pari a rispettivamente euro 11,7 milioni, 5,3 milioni e 3,7 milioni (rispettivamente euro 7,9 milioni, 3,1 milioni e 4,1 milioni nel 2016).

Per il settore editoriale periodici (Cairo Editore), il margine operativo lordo e il risultato operativo sono stati pari a rispettivamente euro 6,1 milioni e 5,5 milioni (rispettivamente euro 6,3 milioni e 5,8 milioni nel 2016).

Con riferimento ai settimanali, Cairo Editore per complessivi circa 1,7 milioni di copie medie vendute nei sei mesi gennaio-giugno 2017 (dati Ads) si conferma il primo editore per copie di settimanali vendute in edicola, con una quota di mercato di circa il 30%.

Considerando anche il venduto medio delle testate non rilevate da Ads, ossia le vendite di Enigmistica Più, le copie medie vendute sono circa 1,8 milioni.

Per il settore editoriale televisivo (La7), il gruppo ha conseguito nel primo semestre 2017 un margine operativo lordo positivo di circa euro 3,7 milioni, in forte crescita rispetto al periodo analogo dell’esercizio precedente (euro 47 mila).

Il risultato operativo è stato pari a circa negativi euro 0,9 milioni e ha beneficiato nel bilancio consolidato, rispetto al bilancio separato di La7 S.p.A., di minori ammortamenti per euro 1,7 milioni per effetto delle svalutazioni delle attività materiali e immateriali effettuate nel 2013 nell’ambito della allocazione del prezzo di acquisto della partecipazione in La7.

Per il settore concessionarie, il margine operativo lordo e il risultato operativo sono stati rispettivamente pari a euro 1,7 milioni e 1,5 milioni (rispettivamente euro 1,6 milioni e 1,5 milioni nel primo semestre 2016).

Per il settore operatore di rete, la società del Gruppo Cairo Network ha proseguito l’attività di realizzazione del Mux, la rete di diffusione televisiva in tecnica digitale terrestre, che a regime avrà una copertura almeno pari al 94% della popolazione nazionale, con standard di livelli di servizio di alta qualità. A partire da gennaio 2017 il Mux è utilizzato per la trasmissione dei canali di La7.

Per il settore RCS, nel bilancio consolidato di Cairo Communication il margine operativo lordo e il risultato operativo sono stati pari a rispettivamente euro 73,6 milioni e 47,9 milioni, in forte crescita di rispettivamente euro 34,9 e 37,7 milioni rispetto al semestre analogo del 2016 quando RCS non era ancora inclusa nell’area di consolidamento del Gruppo Cairo Communication.

I ricavi operativi netti di RCS pari a circa euro 469,2 milioni presentano nel loro complesso un calo di euro 32,6 milioni rispetto al pari periodo del 2016, principalmente riconducibile alla cessazione di alcuni contratti di raccolta pubblicitaria per conto di editori terzi (ricavi per euro 1,2 milioni nel primo semestre 2017 rispetto a 17,2 milioni nel primo semestre 2016), al diverso piano editoriale dei collaterali (euro 7,7 milioni), alla revisione della politica promozionale in Spagna (euro 2,5 milioni) ed al calo del mercato delle diffusioni.

A perimetro omogeneo la flessione dei ricavi netti del primo semestre 2017 si riduce a circa euro 10 milioni.

Nel seguito del 2017, il Gruppo Cairo Communication con riferimento al perimetro delle sue attività tradizionali continuerà: a perseguire lo sviluppo dei suoi settori editoria periodica Cairo Editore e raccolta pubblicitaria, per Cairo Editore continuando nella strategia di sviluppo volta a cogliere segmenti di mercato con maggiore potenziale, consolidando e sviluppando inoltre i risultati delle testate recentemente lanciate.

Per tali settori, nonostante il contesto economico e competitivo, in considerazione della qualità delle testate edite e dei mezzi in concessione, considera realizzabile l’obiettivo di continuare a conseguire risultati gestionali positivi; a impegnarsi con l’obiettivo di sviluppare la propria attività nel settore positivo e in crescita rispetto al 2016.

Con riferimento a RCS, in occasione della approvazione della relazione semestrale al 30 giugno 2017, in data 3 agosto 2017, gli amministratori di RCS hanno comunicato che in assenza di eventi al momento non prevedibili, sono confermati gli obiettivi di risultato per il 2017 tra cui l’Ebitda pari a circa 140 milioni, il risultato netto in crescita e flussi di cassa positivi e in crescita.

L’evoluzione della situazione generale dell’economia e dei settori di riferimento potrebbe condizionare il pieno raggiungimento di questi obiettivi.