Discovery Italia, raccolta adv nei primi otto mesi in crescita di oltre il 10%

8 settembre 2017

Marinella Soldi

Il portfolio ha raggiunto il 7,2% di share totale e il 9,5% sul target commerciale 25-54 anni (+8%). Il canale Nove mostra la maggior crescita anno su anno, mentre a breve sarà lanciata la nuova property digitale Realtime.it. Marinella Soldi: “Con l’acquisizione di Scripps Networks saremo leader nel real life entertainment. Closing previsto nel primo quarter 2018”

di Claudia Cassino


Un autunno ‘unlimited’ per Discovery Italia. Il network guidato da Marinella Soldi, EVP President & Managing Director di Discovery Networks Southern Europe, ha presentato ieri le novità della stagione televisiva 2017-2018 che parte con il sostegno di numeri in costante crescita, sia per ascolti sia per ricavi pubblicitari.

A livello globale, inoltre, il gruppo si appresta a diventare “leader mondiale nel real life entertainment grazie all’acquisizione dei canali di Scripps Networks”, come sottolinea Marinella Soldi precisando che “il closing dell’operazione è previsto nel primo quarter del 2018”.

Soltanto dopo quella data si potrà capire l’impatto che l’acquisizione avrà sul mercato italiano, dove Scripps è presente sul free to air con i canali Fine Living e Food Network (la cui raccolta pubblicitaria è gestita, rispettivamente, da PRS e da Viacom).

Intanto, con il 7,2% di share sul totale giorno, in crescita del +6% rispetto all’anno precedente e del +15% in prime time, Discovery si conferma il terzo editore televisivo nazionale, raggiungendo il 9,5% di share sul target commerciale 25-54 anni, in aumento del +8% rispetto al 2016.

Numeri trainati da tutto il portfolio, con performance particolarmente brillanti di Nove, il canale con la maggior crescita anno su anno grazie al +40% di share sul totale giorno e al +84% in prime time, e di Real Time che mette a segno una crescita del +5% di share sul totale giorno e del +10% in prime time.

Roberto Saviano e Laura Carafoli

Proprio il canale Nove, su cui tanto ha investito il network (basti pensare all’ingaggio di Maurizio Crozza che riparte dal 22 settembre con Fratelli di Crozza e nuovi personaggi come il ministro dell’Interno Marco Minniti), rappresenta “una promessa mantenuta”, spiega Laura Carafoli, SVP Chief Content Officer Discovery Networks Southern Europe, annunciando nuove interessanti produzioni tra cui la serie factual Kings of Crime raccontata direttamente dal suo autore, Roberto Saviano, arrivato a sorpresa durante la conferenza stampa di ieri.

Prodotta con ZeroStories, Kings of Crime debutterà mercoledì 4 ottobre in prime time (trasmessa in simulcast su tutti i canali del gruppo) per poi arrivare in America Latina, Spagna, Portogallo, Francia e Germania.

In ognuna delle 4 puntate, Saviano racconterà intrecciando più piani narrativi le vite di alcuni boss di ‘ndrangheta, camorra e dei cartelli della droga messicani. Sempre sul Nove sono in arrivo serate-evento speciali che avranno per protagonisti Siani-De Sica, Rovazzi-Morandi e Carlo Cracco.

Quanto a Real Time, reduce già dal successo della nuova stagione di Bake Off, si segnalano i nuovi format Da qui a un anno con Serena Rossi e Love Dilemma, primo scripted reality sui problemi di cuore degli adolescenti.

Lo sport è un altro punto di forza nell’offerta del portfolio, come ricorda Alessandro Araimo, EVP General Manager di Discovery Italia, grazie a un 2017 che ha visto crescere gli ascolti del network Eurosport del +39% e che ospiterà i Giochi Olimpici Invernali di PyeongChang 2018 il prossimo febbraio.

Positivo anche l’andamento del servizio Ott gratuito Dplay che ogni mese registra 2 milioni di utenti unici, a cui si devono aggiungere i 5 milioni di fan e follower sui social.

In ambito digitale, poi, Discovery Italia continua la sua espansione attraverso la nuova property digitale realtime.it che dovrebbe essere presentata a fine settembre e che combinerà tv, mobile e social, coinvolgendo nuovi talent e volti storici del canale.

Giuliano Cipriani

A Giuliano Cipriani, SVP Ad Sales e General Manager di Discovery Media, il compito di raccontare i numeri della concessionaria pubblicitaria che ha chiuso il 2016 con 240 milioni di fatturato in crescita del 13,4%.

“La raccolta adv complessiva nei primi 8 mesi del 2017 ha visto una crescita di oltre il 10% – anticipa Cipriani -. E crediamo di poter mantenere lo stesso tasso di crescita anche nell’ultima parte dell’anno”.

Positivo l’andamento delle attività di brand solutions, che rappresentano il 15% del totale raccolta e sono in crescita del 34%: “Nei primi 6 mesi del 2017 – continua – sono state 150 le aziende che hanno scelto le nostre attività di brand solutions: in particolare i progetti customizzati crescono del 20%, le operazioni di brand integration del 35%. Nel primo semestre abbiamo prodotto 50 ore di branded content”.

La raccolta digital cresce di oltre il 40%, pur rappresentando ancora il 3/4% del totale.

“La stima per la fine dell’anno è di avere circa 600 clienti attivi”, conclude Cipriani. Molto positiva, infine, la raccolta pubblicitaria dei canali kids (K2 e Frisbee), affidata a PRS, che è in crescita del 21% nei primi 8 mesi dell’anno.