Mec e Maxus diventeranno Wavemaker

6 settembre 2017

Il brand e la sua nuova visual identity saranno live a livello locale a gennaio 2018

La nuova agenzia di media, contenuti e tecnologia, frutto della fusione tra Mec e Maxus, prenderà il nome di Wavemaker. “I grandi risultati si ottengono quando media, contenuti e tecnologia si integrano consentendoci di raggiungere una conoscenza del processo d’acquisto senza paragoni, competenza che mettiamo al servizio  dei nostri clienti – spiega la nota ufficiale diffusa ieri -. Il brand Wavemaker riflette le radici dell’agenzia, nata da Wpp e Groupm e racchiude tutto ciò che vogliamo sia in grado di offrire: garantire ai clienti la leadership nell’affrontare la trasformazione”. Tim Castree, global ceo di Mec e Wavemaker, ha dichiarato: “Il nostro obiettivo è dare l’opportunità ai clienti di trasformare e accrescere il loro business, grazie alla nostra ossessione per il processo d’acquisto e soprattutto grazie all’integrazione di insight e dati con [m]PLATFORM, la piattaforma proprietaria globale di audience technology di GroupM. Il brand e il posizionamento di Wavemaker sono una chiara manifestazione di questo intento”. “Wavemaker è una agenzia globale con una potente proposition per i clienti. Tim e la sua squadra hanno il più totale supporto di GroupM in termini di risorse, volumi e competenze”, ha aggiunto Kelly Clark, global ceo di GroupM. Il brand e la sua nuova visual identity saranno live a livello locale non appena la fusione sarà completata in ogni Paese, a gennaio 2018. Gli uffici di Wavemaker, che registra 38 miliardi di dollari nel media billing, saranno presenti in 90 Paesi, con più di 8.500 professionisti.