Buzzoole tra le due italiane a Startup Europe Comes to Silicon Valley 2017

5 settembre 2017

Buzzoole, la piattaforma italiana di Influencer Marketing guidata da Fabrizio Perrone, è tra le 15 migliori scaleup tecnologiche europee – e tra le uniche due italiane – selezionate per prendere parte al programma Startup Europe Comes to Silicon Valley (SEC2SV) che si svolgerà nella Bay Area dal 18 al 22 settembre.

Una settimana intensa di meeting e incontri con presentazione pubblica il 20 settembre in occasione dell’European Innovation Day Conference a Mountain View. Organizzata da Mind the Bridge ed EIT Digital con il supporto della Commissione Europea e del Parlamento Europeo, SEC2SV rappresenta oggi l’appuntamento di riferimento per i futuri unicorni europei che vogliano entrare in contatto con i principali player dei mercati statunitensi al fine di stringere accordi di business, trovare finanziamenti e opportunità di collaborazione e quindi scalare sull’altra sponda dell’oceano.

“Siamo molto felici di essere stati selezionati per questo importante appuntamento internazionale – ha commentato Fabrizio Perrone, fondatore e ceo di Buzzoole – Questo è un riconoscimento al lavoro di tutta la squadra che da 4 anni lavora intensamente e senza sosta per far crescere l’azienda e adattarla a un mercato come il nostro che cresce e si trasforma di continuo. Oggi per noi è importante ampliare i nostri mercati e molti dei recenti sforzi sono stati impiegati proprio in questa direzione. Ci aspettiamo molto da questo incontro, soprattutto in termini di relazioni, contatti e possibili accordi con brand internazionali. Non nascondiamo che proprio gli States sono uno dei mercati che vorremmo sviluppare nel prossimo futuro, dopo aver consolidato i mercati europei”.

Buzzoole ha infatti superato con successo la fase di valutazione per accedere al programma: per entrare a far parte della delegazione SEC2SV, infatti, occorreva dimostrare “tassi di crescita a due cifre in termini di fatturato e dipendenti nel corso degli ultimi 3 anni, approcci innovativi, oltre a piani di espansione sul mercato statunitense”.