RCS MediaGroup, contratto di 332 milioni di euro per il rifinanziamento del debito

7 agosto 2017

Urbano Cairo

RCS MediaGroup, in esecuzione dell’accordo con Intesa Sanpaolo S.p.A. comunicato in data 5 luglio 2017, ha sottoscritto un contratto di finanziamento con un pool di banche: con Banca IMI, quale Banca organizzatrice, Agente e Coordinator, Intesa Sanpaolo in qualità di Finanziatore e Banca Popolare di Milano, Mediobanca – Banca di Credito Finanziario, UBI Banca e UniCredit, in qualità di Banche Organizzatrici e Finanziatori. Secondo quanto comunicato da una nota del Gruppo editoriale  di cui è Presidente e Ad Urbano Cairo (nella foto), il contratto prevede un finanziamento di euro 332 milioni con scadenza al 31 dicembre 2022 finalizzato al rifinanziamento totale del debito bancario di cui al contratto originariamente sottoscritto dalla Società con un pool di banche in data 14 giugno 2013, di tempo in tempo modificato (da ultimo il 16 giugno 2016).

I principali termini e condizioni del finanziamento sono i seguenti: la suddivisione del finanziamento in una linea di credito term amortising dell’importo di euro 232 milioni e una linea di credito revolving dell’importo di euro 100 milioni; un tasso di interesse annuo pari alla somma di Euribor di riferimento e un margine variabile, a seconda del Leverage Ratio, più favorevole per la società rispetto ai margini previsti dall’attuale finanziamento; la previsione di un unico covenant rappresentato dal Leverage Ratio (i.e. Posizione Finanziaria Netta/EBITDA); un piano ammortamento per la linea di credito term amortising che prevede il rimborso di euro 15 milioni al 31 dicembre 2017 e a seguire rate semestrali di 12,5 milioni.

Il contratto di finanziamento contiene previsioni relative a eventi di rimborso anticipato obbligatorio, dichiarazioni, obblighi, eventi di revoca e soglie di materialità complessivamente più favorevoli per RCS MediaGroup rispetto al precedente contratto di finanziamento. Tali clausole si applicano – a titolo esemplificativo – alle previsioni relative a accordi di tesoreria e finanziamenti e garanzie infragruppo, acquisizioni, joint ventures, investimenti e riorganizzazioni consentiti, assunzione di indebitamento finanziario, atti di disposizione e riduzione del capitale.