IQUII chiude il primo semestre 2017 con una crescita del 75%

2 agosto 2017

Chiusura di primo semestre 2017 molto positiva per IQUII, la Mobile Digital Company nata nel 2011 dai due soci Fabio e Mirko Lalli, specializzata nello sviluppo di applicazioni iOS e Android, social media e Digital PR, tecnologia Wearable e IoT, data visualization e system integration e parte del Gruppo Be da un anno. Il valore della produzione rispetto allo stesso periodo del 2016 è cresciuto del +75%, mentre rispetto al primo trimestre del 2017 ha avuto un incremento del +30%.

“Siamo molto contenti delle performance registrate nell’ultimo anno. Questo risultato è frutto di una strategia molto precisa su alcuni segmenti di mercato quali sport e retail, oltre che di focalizzazione di alcune competenze molto specifiche introdotte nel team. Questi numeri ci spingono ancora di più a voler raggiungere nuovi obiettivi; la strategia di acquisizione e posizionamento ci ha portato a collaborare con nuovi importanti clienti come Groupama Assicurazioni, Gruppo API, Délifrance Italia” dichiara Fabio Lalli, ceo di IQUII. La crescita è stata trainata dal segmento Sport, con i progetti per Lega B, Federazione Italiana Rugby, Federazione Italiana Tennis e SBK: “stiamo investendo nello sviluppo e nell’integrazione di sistemi, piattaforme CRM, membership e loyalty in questo ambito e ci stiamo posizionando come partner di riferimento per il mondo sportivo” dichiara Simone Cinelli, head of Digital di IQUII.

La Digital Company inoltre consolida la propria expertise in ambito Retail, proseguendo la collaborazione con brand quali Original Marines e Terranova, tramite l’implementazione di strategie di Loyalty dedicate e lo sviluppo di piattaforme mCommerce integrate con l’obiettivo di aumentare le vendite e migliorare l’in-store experience. L’organico alla fine del primo semestre 2017, grazie all’ingresso di 5 nuove risorse da gennaio a oggi, è di 21 persone.

Nell’ultimo anno IQUII, grazie all’integrazione di nuove competenze, sta focalizzando le proprie attività anche sul tema della Customer Experience, dallo studio del Customer Journey fino alla valutazione dei modelli di servizio al cliente, sia su verticali di mercato (assicurativo, insurtech) sia su prodotti e servizi (mobile, IoT).