Focus cresce con la realtà aumentata e ottiene il riconoscimento di Google

20 luglio 2017

Focus, il brand del Gruppo Mondadori punto di riferimento a livello internazionale nella divulgazione scientifica e nell’intrattenimento, prosegue la propria crescita.

L’offerta di contenuti che ruota attorno al magazine è sempre più ricca, diversificata e orientata alla qualità e all’innovazione, come dimostra l’introduzione nel mix editoriale della rivista, dopo un percorso durato alcuni mesi e un periodo di test, di contenuti in Realtà Aumentata.

E grazie al Fondo per l’Innovazione della Digital News Initiative di Google, recentemente ottenuto, Focus potrà sviluppare un nuovo sistema editoriale web based (Focus AR CMS) con un’interfaccia drag-and-drop per la Realtà Aumentata per arricchire e completare il giornale di carta con foto e video 360°, rendering e animazioni 3D, infografiche 3D interattive, contenuti in tempo reale e geolocalizzati.

Il nuovo sistema permetterà ai giornalisti di aggiungere e associare in modo facile contenuti AR alle pagine dei giornali durante il normale flusso di lavoro, e ai lettori/utenti di interagire con la redazione e tra loro tramite i social. Una tecnologia altamente innovativa e dall’enorme potenziale, pensata per essere estesa in futuro all’intero mercato dell’editoria globale.

“Crediamo molto nella Realtà Aumentata, specialmente dopo le esperienze fatte negli ultimi 10 mesi – sottolinea il direttore di Focus Jacopo Loredan -. A luglio 2016 abbiamo realizzato un numero pilota con contenuti in AR fruibili attraverso l’app gratuita Focus AR e da dicembre la realtà aumentata è associata a ogni numero del magazine. Il successo di questa iniziativa ha superato le aspettative, con 150 mila app scaricate e 50 mila utenti attivi. Riteniamo che la Realtà Aumentata costituisca un notevole valore aggiunto per i giornali tradizionali, inauguri un nuovo linguaggio di informazione e permetta finalmente agli editori della carta stampata di sfruttare le risorse del giornalismo digitale legandole ai loro prodotti print”.

Focus AR è oggi una parte importante della visione di un giornalismo di qualità che vuole raccontare la scienza con leggerezza utilizzando nuove tecnologie e strumenti innovativi: il supporto di Google permetterà a Focus di realizzare un importante progresso tecnologico per la gestione di contenuti ed esperienze interattive.

Il successo del sistema Focus è certificato anche dai numeri: con 4.434.036 lettori (Audipress gennaio 2017) si conferma il periodico più letto d’Italia, mentre le copie diffuse sono 306.846 (carta + digitale media ADS maggio 2016/aprile 2017).

Numeri importanti anche per il digital: il sito di Focus registra oltre 1 milione di utenti unici (fonte Audiweb View, Total Digital Audience – media ultimi 3 mesi febbraio – aprile 2017) con una fruizione via mobile del 75%, mentre la pagina Facebook è seguita da 1,3 milioni di fan e ha raggiunto nell’ultimo mese 12 milioni di persone, grazie anche a una strategia mirata con short video che hanno totalizzato nello stesso periodo 5 milioni di visualizzazioni.

E sempre in un’ottica di sviluppo a 360 gradi del brand Focus, cresce e acquista maggiore rilevanza strategica la presenza attiva sul territorio con gli eventi all’interno di Panorama d’Italia: quest’anno sono ben tre gli incontri per ciascuna tappa (oltre 30 eventi in totale), dedicati ai temi dell’alimentazione, spazio e clima con ospiti di caratura internazionale, un taglio che unisce intrattenimento e divulgazione scientifica e migliaia di persone coinvolte in esperienze esclusive.

Inoltre, grazie a una partnership con l’Aquafan di Riccione, Focus sta lavorando a un progetto legato al concetto di ‘eterna giovinezza’ che culminerà con uno speciale sul numero in edicola dall’11 agosto e un evento/esperimento presso l’Aquafan il giorno di Ferragosto.