Vogue trasforma la Vogue Fashion Night Out in ‘Vogue For Milano’ e cresce nel digital (+15%)

20 luglio 2017

Francesca Airoldi

Nuovo logo, nuovo format e un palinsesto editoriale più ricco per la nona edizione che si terrà il 14 settembre nel capoluogo lombardo

di Fiorella Cipolletta


Appuntamento al 14 settembre per la nona edizione di Vogue Fashion’s Night Out, che quest’anno si trasforma in ‘Vogue for Milano’.

La manifestazione,organizzata da Vogue Italia, con il patrocinio del Comune di Milano, avrà un legame ancora maggiore con la città. In sintonia con il nuovo corso del mensile di Condé Nast, Emanuele Farneti (da gennaio direttore del magazine vedi notizia) mette l’accento sull’italianità che sarà anche il macrotema del numero di Vogue di settembre.

“Il 14 settembre la manifestazione cambia formula – spiega il direttore di Vogue -. Nuovo logo, un nuovo format e un palinsesto più ricco pensato per la città di Milano, capitale e ambasciatrice della moda Made in Italy nel mondo”.

Una giornata per Milano che vedrà la Vogue Fashion’s Night Out for Milano focalizzare l’attenzione sulla cultura della moda e i suoi valori, creando un palinsesto editoriale di attività che include mostre fotografiche, fashion talk experience nelle boutique dei più prestigiosi brand della moda, proiezioni cinematografiche, party e un grande concerto dal vivo.

“Non più solo un grande momento di festa e di shopping – continua Farneti -. Un’intera giornata che, da mattina a notte fonda, permetterà a tutti gli appassionati di vivere da vicino lo spettacolo della moda. Momenti di incontro, feste, concerti, mostre e proiezioni: attraverso la fotografia, il video, le parole e la musica il mondo di Vogue prende vita, con un palinsesto ricco di eventi e aperto alla città. Un’evoluzione naturale e in sintonia con il nuovo corso del giornale – precisa il direttore di Vogue – che coniuga la consueta forza dell’immagine, affidata ai più rilevanti fotografi internazionali, con un maggior spazio dedicato ai contenuti scritti”.

All’iniziativa aderiranno centinaia di negozi, tutte le più importanti griffe e le più rappresentative boutique cittadine nelle zone del centro e del quadrilatero della moda, da via Montenapoleone a via Manzoni, da via della Spiga a corso Venezia, da Corso Vittorio Emanuele a Corso Genova, all’intero quartiere di Brera e Corso Como, Piazza Gae Aulenti e il quartiere di Porta Nuova. Un ruolo importante, come sempre, avranno le Associazioni dei Commercianti che ad ogni edizione si impegnano attivamente per la buona riuscita dell’evento.

Cristina Tajani ed Emanuele Farneti

“Un’edizione che rafforza il profondo legame tra Milano, la Moda e il mondo del Commercio facendo partecipe di questa festa tutta la città, i cittadini e visitatori” commenta l’Assessore al Commercio, Attività Produttive Moda e Design Cristina Tajani.

Il coinvolgimento, consolidato negli anni, di partner noti a livello internazionale conferma il successo di questa iniziativa voluta da Vogue Italia che vede a fianco della manifestazione Audi, Martini, Nivea e QVC con progetti speciali, mentre Radio Monte Carlo sarà la radio ufficiale dell’evento (vedi programma).

A partire da settembre una serie di eventi targati Condé Nast scalderanno Milano. Il 30 settembre e il primo ottobre torna il Wired Next Fest torna a Firenze per il secondo anno consecutivo.

Il 21 e 22 ottobre a Milano si terrà il Glamour Beauty Show, l’evento dedicato alla bellezza organizzato da Glamour.

A novembre, dal 15 al 19, sarà poi la volta della la seconda edizione del Photo Vogue Festival a Palazzo Reale.

Vogue.it: nel primo semestre fatturato a +15% e oltre 5 milioni di fan sui social

La moda Made in Italy è sempre più social e digital e Vogue ne rappresenta la voce. Infatti dopo il rilancio a febbraio 2016 “il sito registra un fatturato in crescita del 15% nel primo semestre – dichiara a margine della conferenza Francesca Airoldi, da fine giugno Direttore Generale Sales & Marketing, fanno capo tutte le strutture centrali e dei brand e la rete di vendita (vedi notizia) -. Mentre sui canali social il brand Vogue conta oltre 5 milioni di fan su Facebook, Instagram e Twitter, registrando un aumento del 13% della fan base”.

Vogue.it l’espressione online della rivista, raggiunge ogni mese oltre 2,4 milioni di utenti unici e 47,4 milioni di pagine lette sui social (Fonte: dato censuario Webtrekk – maggio 2017), confermando di fatto il social una delle prime fonti di traffico al sito. Vogue.it cambia anche nella proposizione commerciale ed entra da protagonista nelle logiche social.

“Da un mese e mezzo abbiamo lanciato Vogue Shareable – continua il Direttore Generale Sales & Marketing – la creative content unit di Vogue dedicata alle aziende per creare contenuti sui loro profili social Facebook e Instagram, che ha già conquistato 15 brand tra cui Furla e Casadei, e prevede un numero definitivo di post mixati con immagini e gif”.