Intergic lancia la divisione Payment Solutions

18 luglio 2017

Filippo Bergamin

Nel 2016 in Italia i pagamenti digitali con carta sono cresciuti del 9% raggiungendo i 190 miliardi di euro transati, pari al 24% del totale dei consumi

Una nuova divisione dedicata ai pagamenti digitali è questa la strategia di Intergic, digital solutions provider che offre soluzioni tecnologiche innovative per l’e-commerce e il digital marketing con sede a Merano, per anticipare i cambiamenti che si stanno affacciando su questo mercato anche in Italia.

Nuovi sistemi contactless per il pagamento, le operazioni in mobilità, uniti all’arrivo di Apple Pay, Android Pay, Samsung Pay, Alipay (la piattaforma per i pagamenti di Alibaba) e altri che si affacciano avranno un ruolo rilevante nell’utilizzo della moneta dematerializzata, tanto che l’Osservatorio Mobile Commerce & Payment del Politecnico di Milano ritiene che i pagamenti digitali con carta siano cresciuti in Italia, nel 2016, del 9% raggiungendo i 190 miliardi di euro transati, pari al 24% del totale dei consumi.

La parte principale è costituita dai pagamenti effettuati con carta tramite Pos tradizionale che valgono circa 160 miliardi di euro.

I rimanenti 30 sono stati generati dai New digital payment, che comprendono le transazioni relative a prodotti, servizi, bollette, multe e altro tramite Pc, tablet, smartphone e Pos contactless.

Un transato cresciuto del 46% rispetto al 2015, trainato dalle smart card contactless (7 miliardi di euro, con un balzo del 700%) e dalla componente mobile (3,9 miliardi di euro, pari al più 63%).

Mentre continua a consolidarsi l’aumento dei volumi da operazioni tramite Pc e tablet, che hanno toccato quota 19 miliardi (+14% tra 2015 e 2016).

Alessio Conti

L’Osservatorio prevede una ulteriore crescita, con il transato potenziale dei nuovi pagamenti digitali che nel 2019 si attesterà tra i 50 e i 70 miliardi di euro.

Ma il fermento che attraversa il comparto è guidato anche dall’adozione della PSD2, lo standard normativo europeo la cui attivazione nei prossimi mesi favorirà ulteriormente lo sviluppo dei pagamenti digitali (pagamentidigitali.it/payment-regulation/psd2/tutte-le-fasi-della-psd2).

Intergic inserisce nel suo portafoglio un importante PSP come heidelpay. A fronte del nuovo ingresso e in previsione di nuovi sviluppi nell’e-payment, il gruppo di Merano ha istituito al suo interno la Divisione Payment Solutions.

Guidata dall’Head of Payment Solutions, Filippo Bergamin, la Unit è stata potenziata dall’arrivo dal Business Development Manager, Alessio Conti.

“Il mondo dei pagamenti digitali è molto sfidante, soprattutto, in questo periodo storico per il settore, perché molta attenzione e interesse si stanno concentrando sul settore – dichiara Marino Casucci, ceo e fondatore di Intergic -. Siamo convinti che una crescita importante interesserà anche l’Italia e stiamo lavorando al rafforzamento della nostra offerta e delle nostre competenze in questi ambiti. L’ingresso di heidelpay e la creazione della Divisione Payment Solutions è il primo passo verso quella forte impronta che Intergic intende lasciare. Sotto la guida di Filippo Bergamin, coadiuvato da Alessio Conti, il Team di lavoro dedicato saprà essere vicino alle aziende con il necessario know how e con la capacità di innovare per rendere ancora più stimolante il percorso verso la dematerializzazione del contante”.