S4M utilizza l’IVT dataset di zvelo per combattere il traffico non umano

12 luglio 2017

Christophe Collet

Zvelo, operatore leader per i servizi di categorizzazione del traffico web, ha annunciato che S4M ha implementato con successo il suo Invalid Traffic (IVT) dataset per combattere le ad fraud.

L’IVT dataset (parte della soluzione comprensiva di zvelo, che include il servizio di riconoscimento dei Bot – Free Bot Detection Service – e il Comprehensive Page-level Traffic (CPT)) è un elenco continuamente aggiornato di IP e siti riconosciuti come fonte di Traffico Non-Umano. Questo traffico include le attività di data center, i web e fake crawler, e bot: implementandolo, le piattaforme programmatiche come S4M possono bloccare il pre-bid per impression NTH-Based, eliminando quindi gli sprechi legati al traffico fraudolento che può affliggere le campagne pubblicitarie.

Oggi S4M è il solo operatore tecnologico accreditato dal Media Rating Council (MRC) per l’intero customer journey degli utenti mobili, e la sola società europea a poter vantare tale certificazione.

Allo scopo di rinnovare l’accredito quest’anno di FUSIO, la tecnologia complementare basata sulla spider list di IAB e sulle metodologia di verifica dell’attività svolta, S4M sta rinforzando i filtri IP sui propri data center.

Grazie alla partnership con zvelo, S4M può garantire l’utilizzo di tecnologie valide, affidabili e effettive per la misurazione delle audience.

Lavorare sulle capacità di identificare le frodi è solo uno dei molti aspetti che S4M sta affrontando per superare gli stringenti requisiti dell’audit annuale di MRC. A questo proposito, l’ITV dataset fornisce a S4M la capacità di filtrare il traffico pubblicitario creato dai bot e da altre fonti non umane, che assomma a un 4% del totale.

S4M è in grado, inoltre, di identificare qugli editori che forniscono alte percentuali di traffico bot, permettendo così di riallocare i budget a favore di coloro che invece garantiscono un traffico di qualità.

“Gli insight e la capacità del database di IVT si sono dimostrate di grande valore sia nel nostro sforzo quotidiano di identificare e bloccare le frodi informatiche, sia per mantenere il nostro impegno con i clienti – spiega Christophe Collet, ceo di S4M -. La nostra tecnologia è mirata a stare un passo più avanti delle frodi, che si fanno sempre più sofisticate. La partnership con zvelo contribuisce a garantire engagement autentico con le audience bersaglio delle campagne”.

TAGS