Vivendi, il Tar fissa al 7 febbraio 2018 il ricorso contro Agcom

11 luglio 2017

Vincent Bolloré

Secondo quanto si è appreso ieri dalle principali agenzie, il Tar del Lazio ha fissato l’udienza per esaminare il ricorso di Vivendi contro la decisione dell’Agcom sulle quote del gruppo francese in Mediaset e Telecom Italia.

La data è quella del 7 febbraio 2018. Sul sito del Tribunale amministrativo regionale del Lazio si legge che Vivendi ha depositato, in data 4 luglio 2017, la richiesta di rinuncia alla misura cautelare che sarebbe dovuta essere discussa il 12 luglio in camera di consiglio.

La società francese capitanata da Vincent Bolloré ha l’obiettivo di annullare la delibera dell’autorità garante che obbliga il gruppo ad alleggerire la sua partecipazione in Telecom Italia, dove detiene circa il 24%, o in Mediaset, dove detiene poco meno del 30%.

Vivendi si è uniformata al provvedimento, congelando i diritti di voto nel Biscione mentre in Tim per adempiere alle richieste Ue è pronta a cedere Persidera, ma afferma che il provvedimento dell’Agcom punta a penalizzare l’integrazione di telecomunicazioni e media, direzione ritenuta fisiologica dal gruppo del finanziere bretone.

Anche la prima udienza del Tribunale di Milano sulle cause intentate da Mediaset per il mancato acquisto di Premium – ricorda l’agenzia Ansa – non è imminente, ma avverrà non prima di ottobre.