Contactlab, conversazioni ‘più personali’ grazie all’Instant messaging

28 giugno 2017

Massimo Fubini

di Fiorella Cipolletta


“In un mondo che cambia così velocemente l’unico modo per evolversi è l’esperienza”.

Parola di Massimo Fubini, fondatore e ad di ContactLab, realtà italiana dal profilo internazionale, specializzata in soluzioni e consulenza di digital direct marketing che ieri durante il Send, ‘Surprise, Engage, Nurture, Digitally’, l’open summit di Contactlab, interamente dedicato al customer engagement più avanzato, ha gremito il Teatro Parenti di Milano coinvolgendo il pubblico su temi caldi come l’Intelligenza Artificiale con fine predittivo, l’automazione, l’utilizzo dei big analytics in ambito social e digital direct marketing e la messaggistica istantanea.

“Le relazioni si stanno spostando nell’ambiente digitale – ha sottolineato Fubini -. I consumatori vogliono essere riconosciuti sia online sia nei negozi fisici e cercano offerte più personali e personalizzate che sappiano renderli unici. Nel retail conta molto il rapporto one to one che si instaura con i clienti e garantisce da una parte un’esperienza per il consumatore e dall’altra un ritorno elevato, con tassi di riacquisto e scontrini più alti”.

Contactone, ultima creatura nata in casa Contactlab, “è un’applicazione di clienteling di altissimo livello di interazione tra il sales associate e il cliente – continua Fubini -. Nell’era della comunicazione on-line simultanea, come quella che stiamo vivendo, il rapporto che si crea tra commesso e cliente deve garantire conversazioni personalizzate e bidirezionali tra il sales associate e il cliente prima, durante e dopo la visita del cliente in negozio”.

Nell’ultimo anno l’azienda guidata da Massimo Fubini ha investito nel potenziamento dell’offerta per offrire a ogni azienda cliente analisi e previsioni sempre più approfondite sull’andamento e l’efficacia delle proprie attività di digital direct marketing.

“Il 2017 è stato un anno intenso – continua l’ad di ContactLab -. Ci siamo focalizzati sullo sviluppo del prodotto, sul cambiamento di tecnologia e la messa a punto della piattaforma (vedi notizia). Abbiamo iniziato offrendo la tecnologia per la gestione di email e sms. Oggi invece l’esigenza è quella di rilevare le preferenze degli utenti sulla base dei comportamenti, osservare e tenere traccia dell’evoluzione di attese e bisogni in determinati contesti. Processare grandi quantità di dati serve a costruire l’identità dell’utente, a patto di avere il suo consenso nel rispetto delle normative privacy, e a determinare la migliore selezione di contenuti, a vantaggio della sua soddisfazione e del successo delle nostre campagne. Contactone offre la possibilità di mantenere costantemente aperto il canale di comunicazione tra sales e cliente, inviando messaggi di reale interesse e proponendo sempre più servizi a valore aggiunto che rispondano ai bisogni del consumatore”.

Contactone infatti rende disponibile il profilo unificato del cliente, che comprende i dati socio-demo e quelli comportamentali come preferenze, abitudini e capacità di spesa derivanti da tutti i suoi acquisti e le interazioni cross-canale. Valorizza altresì il ruolo del sales associate fornendogli strumenti di comunicazione altamente personalizzabili e allo stesso tempo in linea con le brand guideline.

“Entro la fine dell’anno – conclude Fubini – lanceremo un nuovo tool: Contactflow dedicato all’automazione verso il client teling”.

Il nuovo strumento, ancora in fase di test con una cerchia ristretta di clienti, andrà così ad arricchire la suite di Contactlab (contactlab.com), composta da 5 strumenti: Contacthub, Contactdata, Contactplan, Contactsend, Contactone, che costituiscono oggi insieme la nuova piattaforma Engagement Marketing, che soddisfa il bisogno dei brand di costruire relazioni personalizzate con i consumatori e di utilizzare efficacemente il patrimonio informativo a disposizione per dare il via a strategie di contatto multicanale sofisticate.

Tra i brand che utilizzano il potenziale di Contactlab: Italiaonline, Costa, Fendi, Coltorti, Alpitour, Expedia, Fastweb, Hello Bank!, Luxottica, Sky, Sisal e Natuzzi Group.