H-Farm, definite due operazioni di M&A in ambito industry ed education

28 giugno 2017

Riccardo Donadon

Entra nel vivo la strategia di acquisizioni di H-Farm, che ha siglato due operazioni, dopo l’Opa volontaria appena conclusa.

Il primo accordo riguarda l’acquisizione del 100% di Celi-Language Technology, società torinese, riconosciuta a livello internazionale, leader nel campo dell’intelligenza artificiale, del machine learning e dell’analisi del linguaggio.

Celi ha sviluppato tecnologie proprietarie di analisi semantica, che innovano i processi aziendali, consentono di interagire in maniera naturale con l’utente e migliorano la customer experience, grazie alla comprensione del significato del linguaggio scritto e parlato.

Con un valore della produzione nel 2016 di 1,8 milioni di euro e un Ebitda di 360 mila euro, Celi andrà ad arricchire l’offerta della divisione Industry di H-Farm, che nel 2016 ha registrato un aumento dei ricavi superiore al 25% rispetto all’anno precedente e che oggi conta oltre 250 dipendenti e in portafoglio i nomi delle più importanti aziende italiane.

Il valore complessivo dell’operazione è di 2,3 milioni di euro, di cui 1,2 milioni di euro con corrispettivo in denaro e il restante con l’attribuzione in azioni di H-Farm, da poco acquisite con l’operazione di Opa.

Il secondo accordo riguarda l’acquisizione della Little English School, la scuola internazionale di Vicenza, che entra a far parte a tutti gli effetti dell’offerta formativa di H-Farm, dopo la firma del preliminare lo scorso 8 giugno.

Il valore dell’operazione ammonta a euro 535.000,00 euro di cui 250.000,00 con corrispettivo in denaro e il restante in azioni di H-Farm, da poco acquisite con l’operazione di Opa, con obbligo di lock up a 12, 18 e 24 mesi.

“I risultati del primo semestre sono molto buoni e sono contento che dopo aver consolidato i nostri segmenti di servizio, consulenza e formazione, oggi iniziamo ad arricchire la nostra offerta con un gioiellino dell’area tecnologia e allarghiamo la famiglia dei nostri studenti con una bella realtà scolastica del nostro territorio. Quest’ultima ci consentirà di sperimentare il modello innovativo su cui stiamo investendo, dando a un numero sempre crescente di giovani l’opportunità di affrontare con maggior consapevolezza un mondo in profondo cambiamento – dichiara Riccardo Donadon, fondatore e amministratore delegato di H-Farm -. Chiusa la fase dell’Opa ora siamo rientrati in una fase di sviluppo che mira a espandere e rendere sempre più solido il nostro modello di business”.