ACT Responsible torna a Cannes e punta sulla condivisione

22 giugno 2017

di Laura Buraschi


Al Foyer Debussy, al primo piano del Palais des Festival, si rinnova anche quest’anno il consueto appuntamento con ACT Responsible.

L’edizione 2017 mostra 93 tra le migliori e più innovative idee su temi sociali e ambientali, create da 72 agenzie da 32 paesi (l’Italia quest’anno è assente). I lavori sono divisi in 4 aree tematiche: Planet, Human Rights, Solidarity, Education.

Sophie Guérinet, co founder di ACT Responsible, spiega a Today Pubblicità Italia: “Quest’anno sono in aumento i progetti sulla solidarietà, gli inviti ad aiutare gli altri a stare bene. Ci sono ancora molte campagne sull’ambiente, ma, se l’anno scorso il tema cruciale era il global warming, quest’anno il focus è più sull’inquinamento. Una costante sono gli annunci sulle auto e la sicurezza stradale, questo perché le grandi case automobilistiche investono molto in questa direzione. Ma la vera novità è la comunicazione sulla donazione di organi, anche grazie al fatto che in alcuni Paesi, tra cui la Francia, sono cambiate le leggi in merito”.

A proposito di Paesi, la ‘new entry’ del 2017 è rappresentata dalla Namibia, che per la prima volta partecipa ad ACT Responsible.

“L’aspetto più difficile nell’organizzazione di questa mostra – prosegue Guérinet – è che, pur proponendo anche film, il media che privilegiamo è la stampa. Tuttavia sappiamo bene quanto la stampa come mezzo pubblicitario sia in fase di contrazione. Ci sono sicuramente dei progetti validissimi che utilizzano l’attivazione, il mobile e altri media, ma non sono adatti per questo tipo di mostra”.

L’esibizione a Cannes culminerà con la premiazione del vincitore che avrà luogo venerdì. Le votazioni sono aperte a chiunque: è infatti possibile votare sia direttamente al Foyer Debussy, sia online, all’indirizzo act-responsible.org/project/voting-section-cannes-17.

“La votazione via web è molto importante perché consente la condivisione – conclude Guérinet -: il nostro obiettivo con ACT Responsible è proprio questo, non solo mostrare le migliori campagne sociali, ma far sì che possano essere viste da più persone possibile ampliando il loro messaggio”.