Vice chiude un round da 450 milioni per ampliare l’offerta di contenuti

21 giugno 2017

Shane Smith

Vice Media ha annunciato ieri l’investimento di 450 milioni di dollari attuato dalla asset firm TPG.

Il brand, che produce e distribuisce video di qualità per millennial su piattaforme digitali, mobile, lineari e cinematografiche, userà l’investimento per ampliare il proprio content porfolio e le proprie capacità di reach in tutto il mondo.

Vice lancerà e finanzierà Vice Studios, per creare una programmazione di contenuti scripted complementare alla sua già ampia offerta di news, documentari e reality show. Recentemente il brand si è avventurato nel terreno dei contenuti scripted, con la produzione di short e longform pluripremiati e con l’acquisizione di Pulse Studios.

Nel prossimo futuro, Vice Studios sarà il punto di riferimento “per una generazione di storyteller di successo del grande e del piccolo schermo in tutto il mondo”, sottolinea la società.

Vice, che gestisce un network di brand a cui collaborano migliaia di giornalisti, artisti, producer e filmmaker di tutto il mondo, reinvestirà anche nei canali già esistenti per allargare la propria reach e le proprie offerte su ogni piattaforma, e per cercare nuove opportunità.

Il capitale investito servirà anche a produrre la prossima generazione di contenuti e canali di rendita, inclusi OTT e DTC (direct to consumer). Con TPG, che già è attiva nel mondo dei media e del tech come investor di CAA, Spotify, Airbnb e molti altri, Vice espanderà sia la propria offerta di contenuti che le sue possibilità tecnologiche.

Inoltre Vice porterà avanti la propria decisa espansione internazionale e, nel primo trimestre del 2018, sarà presente su tutte le piattaforme in 80 territori. Forte della produzione già in atto e delle partnership con Sky, Times of India, Moby Group, Canal +, Rogers e altri, il brand chiuderà nuovi accordi per ampliare ulteriormente l’audience globale dei propri pluripremiati contenuti.

“Il mondo dei media vive forse ora il suo momento più dinamico, un momento di cambiamento profondo nella sua storia. Facebook e Google hanno sempre più potere nell’ambito dell’advertising online, e i network devono essere bravi ad adattarsi, a pensare e muoversi in fretta – ha commentato Shane Smith, fondatore e ceo di Vice -. Questo ci permetterà di costruire la video library di contenuti dedicati ai millennial più grande del mondo e di ampliare l’offerta di Vice per arrivare a includere: news, food, musica, moda, arte, viaggi, gaming, lifestyle, e film. Questa library sarà anche alla base della nostra futura offerta Direct to Consumer, che rappresenta il futuro dei media”.

L’offerta di Vice include 13 canali digitali, il network televisivo internazionale Viceland, numerose partnership nel mondo mobile, lungometraggi, una rivista cartacea, un branded content studio, una serie documentaria premiata agli Emmy, Vice on HBO, e Vice News Tonight, un programma di news unico.

TPG lavora con aziende leader nel settore dell’innovazione, che stanno trasformando l’economia globale. Il suo portfolio offre una panoramica di settori in rapida evoluzione, in cui i cambiamenti repentini stanno creando nuove opportunità. Internet e la digital media industry sono uno di quei settori.

TPG fornisce alle compagnie di cui è partner tutto il suo supporto di capitali intellettuali e istituzionali, le sue risorse globali e l’expertise operativo. Vice rimane indipendente nel controllo e nella gestione.