Fearless Girl trionfa nelle Pr. Bronzi per Publicis Italy e StvDdb

20 giugno 2017

The Fearless Girl

di Giovanni Lunghi


Due anni fa fu la campagna Always #Like a Girl a vincere il Grand Prix nella categorie PR e Glass.

Adesso è il momento di ‘Fearless Girl’: questa volta la bambina è una statua che si rivolge in atteggiamento di sfida al celebre toro di Wall Street.

Il giudizio positivo è stato unanime sia per la giuria PR presieduta da Karen van Bergen CEO di Omnicom PR Group, sia per la giuria Glass affidata a Wendy Clark CEO di DDB Worldwide.

La tendenza ‘brand for good’ diventa quindi conclamata, confermando il ‘gender empowerment’ come uno dei temi più cari ai Cannes Lions assieme all’uso delle tecnologie avanzate e alla riconquista della fiducia dei consumatori.

Gianfranco Mazzone, il Managing Director di Burson-Marsteller Italy presente in giuria, ha spiegato il motivo che ha permesso a ‘Fearless Girl’ di conquistare il triplete del giorno, includendo anche il Grand Prix pari merito nell’Outdoor.

Kinder a colazione – Bontà a prova di nonna

“Una campagna geniale e bellissima, completa, che ha utilizzato tutte le leve di comunicazione Pr per ottenere una visibilità veramente internazionale”.

Che però, sempre secondo Mazzone, presenta un punto di debolezza: “Se l’obiettivo della comunicazione non è soltanto far conoscere un tema, una campagna, una creatività ma anche l’azienda che c’è dietro, forse questo non è completamente passato. Ho chiesto ai componenti non americani della giuria se conoscevano il brand (State Street Global Advisors, ndr) e nessuno ha saputo rispondermi”.

L’Italia, in una categoria tradizionalmente ‘generosa’ per i nostri colori, si difende, ma non sfonda, portando a casa due Bronzi.

Il primo va StvDdb per l’operazione ideata ‘Kinder a colazione – Bontà a prova di nonna’, realizzata per Ferrero.

Il secondo bronzo va alla campagna ‘Local Heroes’ ideata da Publicis Italia per il Comune di Fucecchio. Lo ‘zampino’ dell’agenzia guidata da Bruno Bertelli c’è anche sui due Bronzi conquistati nella categoria PR dall’operazione ‘Worlds Apart’ per Heineken, iscritto da Publicis London e quindi formalmente attribuito al Regno Unito.

Local Heroes