Aquafan lancia la nuova campagna Black Hole

13 giugno 2017

La nuova campagna di Aquafan per il lancio del Black Hole racconta l’epoca in cui si condivide tutto, anche le paure.

Una campagna in quattro spot video autoprodotta dal marketing di Costa Edutainment, Polo Adriatico, in collaborazione con Edita Rimini, Riccione TV e la consulenza di Sygma Consulting di Pesaro.

Concepita per essere virale e condivisa su social e new media, basata su word-of-mouth e identificazione, la campagna per il Black Hole appare coerente in tutti i supporti della comunicazione 2017 del parco, anche in quella cartacea e visual. Sfruttando le possibilità di alterare e modificare il proprio look con add-on simili a quelli che si trovano su Snapchat e numerose app scaricabili, i teenager hanno cominciato a diffondere selfie modificando gli occhi come l’immagine 2017 di Aquafan.

Nel primo video una ragazza, rincasando, trova uno strano invito che qualcuno ha fatto scivolare sotto la porta. Non conosceremo mai il contenuto ma ne percepiamo l’impatto. Non appena la protagonista apre la busta, un vortice nero come la notte si spalanca all’improvviso, inghiottendo la ragazza e segnandola per sempre. L’ultima sequenza è un close-up sui suoi occhi, ora diventati di un nero assoluto. E’ il primo teaser del Black Hole, lo scivolo di Aquafan, dal 10 giugno novità 2017 del parco riccionese.

Un promo in puro stile Aquafan, che da sempre sceglie di posizionarsi non in base al suo hardware – gli scivoli – per concentrarsi sul software, cioè sensazioni, esperienza, emozioni. Il ‘promo’ ha totalizzato oltre 100.000 visualizzazioni in pochissimo tempo. L’intera campagna del parco riccionese, alla sua trentunesima stagione ma all’avanguardia per la sua capacità di intercettare tendenze e anticipare mode, si basa sulla paura del buio e, metaforicamente, sulle paure generazionali del suo target di 16-34enni.

Nel secondo video del Black Hole un ventenne, apparentemente terrorizzato, si rifugia nell’armadietto di una palestra, cronometro alla mano, nel buio totale. Cosa sta sfidando? Lo spogliatoio improvvisamente si anima e una chiassosa giovane squadra di calcio rientra per l’intervallo, concitato allenatore al seguito.

Tempo scaduto, il giovane esce dall’armadietto e la squadra lo celebra: ha sfidato la paura, ha vinto grazie al gruppo. Un terzo video declinato per il target kids, ha per protagonisti dei bimbi e la paura non fa paura perché diventa un gioco.

Il quarto video verrà pubblicato dopo l’inaugurazione. Come tutte le campagne di Aquafan, anche questa è autoprodotta dal marketing del Polo Adriatico di Costa Edutainment, il responsabile è Andrea Drudi, con Pier Pierucci, in collaborazione con l’agenzia di comunicazione Edita di Rimini e l’agenzia video Neo Production. I dati e le analisi quantitative sono stati raccolti dall’agenzia Sygma di Pesaro.

L’investimento di un milione di euro da parte di Costa Edutainment sulla nuova attrazione è motivato da uno studio che incrocia dati dei focus group con analisi quantitative effettuate con indagini a campione, alle quali il Gruppo ha voluto affiancare una valutazione di carattere percettivo, attraverso il lavoro del Laboratorio delle Percezioni di Aquafan, una piattaforma che studia e ‘percepisce’ esigenze e desideri del target.