Audipress, pubblicati i dati 2017/I: nell’indagine introdotta la single source

1 giugno 2017

Sono stati diffusi ieri i dati Audipress che presentano il nuovo impianto di indagine single source, che dal gennaio 2017 rileva la lettura di quotidiani e periodici in un unico questionario, integrandosi con le precedenti edizioni basate su due rilevazioni distinte per Quotidiani e Periodici.

La ricerca, strumento per analizzare le modalità di lettura degli italiani, si evolve beneficiando di una base campionaria più ampia e rafforza la numerosità del campionamento delle Classi Sociali Superiori al fine di meglio cogliere i comportamenti di lettura di tale segmento, migliorandone anche la copertura socio-professionale.

L’indagine conferma la capillarità del mezzo stampa sia su carta sia in formato digitale, offrendo inoltre dati analitici che permettono di tracciare il profilo sociodemografico dei lettori, secondo le caratteristiche proprie di ciascun segmento editoriale, per valorizzare la stampa nello scenario delle pianificazioni pubblicitarie.

La ricerca Audipress testimonia come la lettura della stampa sia sempre fortemente presente nelle abitudini mediatiche degli italiani, rispondendo al bisogno diffuso di contenuti professionali e mostrando un incremento delle quote di lettori ad alta frequenza e un consolidamento delle abitudini di acquisto della copia letta.

Secondo i nuovi dati Audipress, l’81,4% della popolazione italiana (14 anni e oltre) negli ultimi 30 giorni si è informata leggendo almeno un titolo stampa, quotidiana e/o periodica, attraverso il supporto cartaceo e/o digitale.

I quotidiani superano 26 milioni di letture ogni giorno (per 17.367.000 lettori), mentre nel comparto periodici, ogni settimana si raggiungono quasi 25 milioni di letture per le testate settimanali (per 14.990.000 lettori) e ogni mese si superano i 24 milioni di letture anche per le testate mensili (per 13.642.000 lettori).

Per l’edizione Audipress 2017/I sono state eseguite 56.141 interviste personali su un campione rappresentativo della popolazione italiana di 14 anni e oltre, condotte con il sistema Capi Doppio Schermo, lungo un calendario di rilevazione di 37 settimane complessive, dal 4 aprile 2016 al 26 marzo 2017.

Gli Istituti esecutori del field sono Doxa e Ipsos; il disegno del campione e l’elaborazione dei dati sono stati effettuati da Doxa; i controlli sono a cura di Reply.

Per i dati completi clicca qui

TAGS