Da oggi al via la ‘rivoluzione’ Corriere dello Sport – Stadio

1 giugno 2017

Il quotidiano del Gruppo Amodei adotta il formato berliner, più pratico e maneggevole, e punta su contenuti al 60% “straordinari”. Tiratura extra di un milione di copie a giugno nelle principali località balneari e durante i maggiori eventi sportivi. La massiccia campagna pubblicitaria ‘Bello come’, firmata da Ninetynine, coinvolgerà tv, radio, social, digital e out of home

di Claudia Cassino

Non un semplice restyling, ma una vera e propria rivoluzione. Dopo oltre 90 anni, il Corriere dello Sport – Stadio è in edicola totalmente rinnovato nella forma e nei contenuti.

“L’universo sportivo è in continuo mutamento, così come le modalità per informarsi e restare sempre aggiornati su quello che ci circonda. Il Corriere dello Sport – Stadio cambia perché a cambiare è innanzitutto lo stile di vita del lettore. Lettore che abbiamo deciso di mettere al centro di una vera e propria rivoluzione editoriale”, sottolinea Roberto Amodei, capo del Gruppo Editoriale.

Più piccolo, maneggevole e pratico, il quotidiano sportivo diretto da Alessandro Vocalelli abbandona da oggi il vecchio formato broadsheet per adottare il più compatto berliner.

Daniele Quinzi

Grande spazio alle immagini, articoli più brevi e infografiche per venire incontro alla velocità di lettura dell’epoca digitale, ma soprattutto tanti contenuti originali in un mix composto per il “40% da temi ordinari e per il 60% da contributi straordinari”, come spiega a Today Pubblicità Italia Daniele Quinzi, direttore marketing del Gruppo Amodei.

“Questo significa che sarà il giornale a creare la notizia, dedicando 10 pagine premium a contenuti che avrà solo il Corriere dello Sport”.

Contenuti esclusivi come le inchieste, la cui sezione è stata affidata a Xavier Jacobelli, o i sondaggi firmati per la prima volta da Nando Pagnoncelli. Con il cambio di formato aumenta la foliazione che passa da 24 a 40 pagine per l’edizione nazionale e da 56 a 80 per quella romana. Il lancio in edicola sarà sostenuto da una extra tiratura di 1 milione di copie distribuite, nel mese di giugno, nelle principali località balneari e durante i maggiori eventi sportivi.

I contenuti

Il cambiamento nella forma si accompagna a uno stravolgimento della sostanza. Nuovi contenuti frutto di uno studio approfondito delle abitudini e degli interessi del lettore e delle sempre più evidenti contaminazioni tra il mondo della carta stampata e quello digitale.

Saranno presenti tante pagine dedicate a un approfondimento vero sul calcio estero, sulle tendenze e sulle novità dal mercato. Una nuova grande sezione di inchieste esclusive approfondirà quello che gli altri non raccontano e la rubrica ‘memories’ ripercorrerà ogni giorno, con immagini e racconti dal passato, i più memorabili eventi sportivi di sempre.

Per la prima volta, ogni settimana, saranno presenti i sondaggi di Nando Pagnoncelli dedicati al mondo dello sport per conoscere l’opinione degli italiani sui temi più caldi del momento. Oltre il calcio, aumenteranno le pagine dedicate a tutti gli altri sport con una nuova area del giornale. Infografiche chiare e immagini più belle e più impattanti renderanno la lettura piacevole anche quando fruita velocemente. Puro giornalismo visivo. Un giornale curato nei dettagli come fosse un mensile patinato.

La campagna

“La prima cosa che viene in mente sfogliando il giornale è anche la più semplice e immediata. È bello. Ce lo hanno confermato i test che abbiamo realizzato prima del lancio”, racconta Quinzi.

“Proprio da qui prende vita la campagna di comunicazione realizzata da Ninetynine. Per raccontare il nuovo Corriere dello Sport – Stadio abbiamo deciso di utilizzare questo aggettivo e farlo arrivare al cuore delle persone grazie a metafore e associazioni mentali in grado di evocare piccole e grandi emozioni. ‘#Bellocome’ sarà proprio l’hashtag della campagna, per giocare con il concetto di bello, per coinvolgere lettori e utenti e renderli protagonisti attivi della nostra rivoluzione”.

Lo spot tv on air sulle reti Mediaset, Sky, Rai e su tutte le tv areali italiane diventa quindi una storia: “Bello come i primi raggi del mattino… bello come il ritorno a casa dopo una dura giornata, bello come la gioia esplosiva di una vittoria, bello come la notte del 2006 a Berlino, bello come il nuovo Corriere dello Sport – Stadio”.

La campagna sarà pianificata anche su tutte le principali radio nazionali e le più forti emittenti locali. Avrà una fortissima presenza social e digital oltre a un’importante declinazione in esterna nelle principali città italiane.

Clicca sul frame per lo spot

Infine sportivi e influencer come Bebe Vio, Luciano Spalletti e Selvaggia Lucarelli invieranno oggi ‘pillole’ di auguri all’insegna del #Bellocome, mentre i lettori saranno invitati a condividere i loro selfie utilizzando la speciale cornice che sarà allegata oggi al quotidiano.


Con Sport Network i formati pubblicitari del web sbarcano sulla carta stampata

La rivoluzione messa in atto dal Corriere dello Sport – Stadio riguarda anche l’offerta pubblicitaria.

Per la prima volta, infatti, i formati advertising del web approdano sulla carta stampata dando vita a spazi innovativi che travalicano i classici confini riservati agli annunci pubblicitari sui quotidiani. Gli inserzionisti avranno così la possibilità di far letteralmente ‘esplodere’ la loro creatività all’interno e all’esterno dell’impaginato, con risultati dal notevole impatto visivo.

“Abbiamo creato una sorta di branded content all’interno della pagina, lanciando una nuova modalità di fruizione del mezzo stampa”, sottolinea Daniele Quinzi, direttore marketing del Gruppo Amodei. Una rivoluzione che centri media e aziende sembrano già apprezzare.

“La risposta iniziale del mercato è stata entusiasmante”, aggiunge Massimo Micheli, vice direttore generale della concessionaria Sport Network.

“Abbiamo registrato l’overbooking sia nella fase di count down, sia nella giornata di lancio con quattro grandi aziende sponsor che hanno deciso di pianificare al debutto: Sigma-Tau, Renault, Poste Italiane e Snai”, precisa Micheli.

Nei primi 5 mesi del 2017 il Corriere dello Sport – Stadio ha registrato una raccolta in linea con l’omologo periodo del 2016, anno “molto importante in cui il quotidiano aveva messo a segno un +26% di crescita media. Per la fine di giugno ci attendiamo il pareggio e anche di più”, conclude il vice dg di Sport Network.