Hearst Italia concentra le attività digitali in Svizzera

23 maggio 2017

Giacomo Moletto

Si chiama Hearst Digital la nuova divisione dedicata alla realizzazione dei contenuti online delle testate del di Hearst Italia.

Il Gruppo sintetizza così in un’unica struttura a Chiasso, in Svizzera, la propria esperienza nel digital content.

“Hearst Digital segue il modello già adottato negli Usa – si sottolinea in una nota – e raccoglie in una società indipendente tutte le strutture che realizzano contenuti digitali al fine di aumentare la velocità di evoluzione e adattamento ai mutamenti nella fruizione dei media della società contemporanea e rafforzare la capacità di attrarre e sviluppare talenti ed eccellenze nell’area del digital content”.

La società, di cui Giacomo Moletto è ad, è stata fondata nel 2014 a Chiasso (CH) per offrire produzioni digitali in formula white label per i clienti partner, italiani e internazionali, comprese le produzioni a supporto delle iniziative speciali di Hearst Italia, si è progressivamente rafforzata con una struttura analytics, seo e content ignition. Da inizio 2017 si arricchisce anche dei content team digitali dedicati a elle.it, marieclaire.it, cosmo.it, gioia.it e elledecor.it così da favorire la fertilizzazione delle competenze e dei talenti digitali in una struttura focalizzata al 100% sullo sviluppo del business.

Hearst Digital è guidata da Simona Zanette, Business Unit Digital Director, forte di una considerevole esperienza nello sviluppo digitale maturata in Alfemminile, IAB e la docenza di Digital communication in IED.

I content team, ciascuno guidato da un digital content editor and coordinator, ricevono le linee guide editoriali dai direttori di testata e obiettivi e agenda digitale da Francesco Magnocavallo, Digital Editorial Director, già founder e direttore editoriale di Blogo.

Sempre nell’ambito delle attività digitali di Hearst, Luca Lanzoni fino a gennaio responsabile di elle.it è stato nominato Digital Fashion Director, ruolo che gli consentirà di interagire con tutti i siti del gruppo e di rispondere in modo sinergico a stimoli ed esigenze dei brand partner.

“E’ la naturale evoluzione di un gruppo editoriale votato da sempre alla produzione di contenuti di qualità, una filosofia che abbiamo applicato al digitale – spiega Biagio Stasi cdo del gruppo – con massima attenzione ai contenuti e sensibilità, coerenza, e cura nella comunicazione pubblicitaria con l’offerta di prodotti che si integrano nella narrazione. L’aver concentrato in un’azienda indipendente tutte queste attività, in fortissima crescita, ci consente di aggiungere ulteriore attenzione e investimenti allo sviluppo del business. Oltre ad accrescere in modo sinergico le nostre competenze sulla realizzazione di contenuto multimediale, editoriale o pubblicitario che sia. Le proposizioni native sono ormai una parte indispensabile -ed è evidente che il contenuto (editoriale/branded o social, testo/foto o video) è una parte integrante dell’offerta per il lettore contemporaneo. Un prodotto privo di contenuto è ormai per alcune generazioni anacronistico, per altre addirittura inesistente”.