Rai, bocciato il piano ‘digital’ di Campo Dall’Orto. Approvati i palinsesti fino a settembre

23 maggio 2017

Antonio Campo Dall'Orto

Il piano editoriale del direttore generale Rai Antonio Campo Dall’Orto per la riforma delle news è stato bocciato ieri pomeriggio dal Consiglio di amministrazione, sfiduciando ‘di fatto’ il dg.

I voti contrari al piano di riforma sull’informazione sono stati cinque: no dalla presidente Monica Maggioni e dai consiglieri Arturo Diaconale, Franco Siddi, Rita Borioni, Giancarlo Mazzuca.

A favore ha votato Guelfo Guelfi, mentre Carlo Freccero e Marco Fortis, consigliere di nomina dell’azionista di riferimento Rai, si sono astenuti. A saltare sono quindi la riorganizzazione delle testate e delle redazioni e la nuova testata web Rai24 alla cui direzione era stata designata Milena Gabanelli.

Il consiglio ha poi dato via libera all’unanimità alla proposta di Antonio Campo Dall’Orto sui piani di produzione e trasmissione 2017 per i canali generalisti e specializzati. L’approvazione è però limitata ai piani di definizione della programmazione Rai che arrivano al prossimo settembre, quindi non ci sono i piani relativi ai palinsesti autunno-inverno, quelli di maggiore interesse degli investitori pubblicitari.

Prima del voto Paolo Messa, consigliere di area cattolico-moderata, ha abbandonato i lavori del Consiglio spiegando che sono “venute meno le condizioni per il rapporto di fiducia con il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto”.