Per ePrice il fatturato del primo trimestre a +8,4%, migliora il margine lordo

11 maggio 2017

Pietro Scott Jovane

Nel primo trimestre di quest’anno ePRICE registra una crescita superiore al mercato e un margine lordo in miglioramento. E’ quanto emerge dai dati al 31 marzo 2017 approvati ieri dal Cda della società (sino allo scorso 30 gennaio denominata Banzai).

“Nel primo trimestre dell’anno abbiamo confermato la nostra capacità di crescere più velocemente del mercato acquisendo, quindi, ulteriori quote di mercato nonostante il rallentamento nel mese di febbraio indotto dal programmato passaggio del sistema SAP – ha detto Pietro Scott Jovane, ad di ePRICE -. Sempre nel trimestre abbiamo realizzato una ulteriore crescita del margine lordo grazie al contributo del marketplace e a più stretta collaborazione con i fornitori. L’effetto dei maggiori volumi si riflette in condizioni commerciali migliorative e in ulteriori attività di infocommerce e di advertising su ePRICE. Alla luce dell’andamento del primo trimestre confermiamo le guidance 2017 comunicate lo scorso marzo, che prevedono una crescita dei ricavi e GMV (gross merchandise value, ndr) a doppia cifra e miglioramento dei margini in accelerazione nella seconda parte dell’anno”.

Nel primo quarter del 2017 i ricavi si sono attestati a 45,8 milioni di euro. La crescita è pertanto pari all’8,4% sullo stesso periodo dell’anno precedente, al netto della divisione Vertical Content e Saldiprivati, cedute nel corso del 2016. La crescita è stata difforme nel trimestre, impattata da un andamento debole difebbraio, a causa della programmata migrazione a SAP, che ha portato alla temporanea sospensione delle attività promozionali durante le settimane di transizione.

A questo si aggiunge un mercato retail in calo nel mese. Tali attività sono tornate a regime a marzo, dando evidenza di crescita nella parte alta del range previsto per il 2017. Il GMV – che rappresenta la spesa effettiva dei clienti sui siti e-Commerce e sul marketplace del Gruppo – cresce del 13,8% rispetto all’anno scorso, attestandosi a 60,5 milioni di euro rispetto ai 53,1 milioni di euro del del primo trimestre 2016.

Il peso del Marketplace è arrivato in questo trimestre a circa il 13% del GMV, rispetto al 10% del GMV del 2016 e al 5.6% del 2015. Nel trimestre ePRICE ha registrato 41,5 milioni di euro di ricavi da vendita di prodotti. La crescita attribuibile principalmente alla sola categoria Elettrodomestici è risultata superiore al mercato nel trimestre, grazie all’ampliamento della gamma di prodotti offerti e allo sviluppo dei servizi ‘premium’ (consegna, installazione e ritiro dell’usato).

I ricavi da vendita di Servizi e Altro, che includono anche le garanzie, sono in forte crescita sul 2016 (+16,4% rispetto al 1Q16).

Nel mese di gennaio 2016 infatti è partita la nuova generazione di servizi personalizzati di consegna Home Service, installazione e ritiro dell’usato, integrati con una piattaforma mobile proprietaria,accessibile via app da smartphone, che permette ai nostri clienti una interazione continua con ePRICE dal momento dell’acquisto fino all’installazione in casa.

Il margine lordo è pari a 7,2 milioni di euro, +12,4% rispetto a 6,4 milioni nel 1Q16 ed equivalente al 15,7% delle vendite del periodo rispetto al 15,2% del corrispondente trimestre nel 2016. Il miglioramento della marginalità lorda è stato realizzato grazie al maggior contributo del marketplace,all’incremento dell’attività di infocommerce e advertising e in parte dai maggiori ‘rebates’ conseguiti dai fornitori ‘diretti’ grazie all’aumento dei volumi di acquisto. Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) adjusted è pari a -2,4 milioni di euro rispetto a -2,1 milioni di euro del 1Q16 pro-forma.

L’incremento dei costi commerciali e di marketing è dovuto in parte al potenziamento della struttura e in parte all’aumento dei costi per l’acquisizione della clientela. Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) è pari a -2,8 milioni di euro (-2,2 milioni di euro nel 1Q16) e comprende costi non ricorrenti legati al Piano di Stock Options per circa 0,1 milioni di euro e 0,3 milioni di euro legati alle attività a supporto delle prime fasi di implementazione del nuovo sistema ERP a SAP.

Il Reddito Operativo (EBIT) è pari a -4,3 milioni di euro (-3,0 milioni nel 1Q16) per effetto del minore EBITDA e maggiori ammortamenti e svalutazioni.  Il Risultato ante imposte (EBT) dell’attività in funzionamento è pari a -4,5 milioni di euro (-3,1 milioni di euro nel 1Q16).

Il Risultato netto è pari a -3,8 milioni di euro (-4,2 milioni di euro nel 1Q16) grazie al contributo positivo legato alla quota di earn out già maturata a seguito del verificarsi di talune condizioni previste contrattualmente dalla cessione della divisione Vertical Content al Gruppo Mondadori ed incassata ad aprile 2017, successivamente alla chiusura del periodo.

Il Gruppo presenta al 31 marzo 2017 una liquidità netta pari a 40,7 di euro: al netto delle attività di investimento del gruppo (3,8 milioni di euro) e dalle risorse assorbite dalla gestione operativa (11,5 milioni di euro), nonché dalle attività di buy back per 0,2 milioni di euro e da acquisizioni per 0,3 milioni di euro.