Cairo Editore lancia il numero speciale ‘Il Giro di Bell’Italia’ in 100 mila copie

27 aprile 2017

La raccolta pubblicitaria del sistema turismo ha chiuso il 2016 a +5% sul 2015. Prevista una chiusura con segno più anche per i primi 5 mesi di quest’anno

Bell’Italia, il mensile di Cairo Editore diretto da Emanuela Rosa-Clot, è media partner del Giro d’Italia 2017. Una tiratura di 100.000 copie per ‘Il Giro di Bell’Italia’, il numero speciale dedicato alla 100esima edizione della Corsa Rosa.

Le copie saranno presenti in tutte le edicole, nei principali aeroporti italiani e durante le tappe attraverso iniziative distributive mirate sul territorio. ‘Il Giro di Bell’Italia’ sarà acquistabile in tutte le edicole e nell’app di Bell’Italia scaricabile da App Store. Il numero speciale sarà presente anche in tutte le iniziative del ‘Giro Club’, il programma hospitality che porta gli ospiti ‘dentro’ il Giro d’Italia per vivere, da una prospettiva esclusiva, una tappa all’insegna dello sport, della passione e dell’emozione.

“Questo è la prima sinergia tra il quotidiano Rcs e il mensile di Cairo Editore per una manifestazione straordinaria vista da 840 milioni di persone in 190 Paesi”, ha detto Urbano Cairo ieri alla presentazione dello speciale che si è tenuta a Milano.

“La pista sulla sabbia, le biglie con le facce dei ciclisti (io volevo tenere sempre Gimondi). I pomeriggi in bianco e nero, guardando l’Italia passare in tv – dichiara Emanuela Rosa-Clot -. Il Giro d’Italia è molto più che una corsa ciclistica, è la nostra storia e la nostra geografia. E quest’anno che compie 100 edizioni abbiamo voluto seguirlo su e giù per il Bel Paese. Quello che state per sfogliare è il nostro omaggio, in parole e immagini, all’epica del ciclismo”.

‘Il Giro di Bell’Italia’ comprende 13 servizi che celebrano la storia del ciclismo e i paesaggi della Penisola, 3.605 chilometri di bellezza dalla Sardegna alla Lombardia, proponendo itinerari come un vero e proprio viaggio alla scoperta del patrimonio paesaggistico, artistico e dalla cultura gastronomica delle regioni toccate dal Giro.

“Mi fa molto piacere che un mensile di grande pregio come Bell’Italia celebri uno degli aspetti fondamentali del Giro d’Italia: il paesaggio, che è ciò che circonda il ciclismo – afferma Andrea Monti, direttore de La Gazzetta dello Sport -. I giornalisti che per oltre un mese girano la Penisola al seguito dei protagonisti della corsa sanno bene che importanza hanno i luoghi, il cibo, le persone incontrate lungo la strada. Il ciclismo vive anche di queste emozioni”.

Il sistema turismo di Cairo Editore, oltre ai mensili Bell’Italia, Bell’Europa e In Viaggio, pubblica le monografie tematiche. Per il 2017 sono previsti, oltre a ‘Il Giro di Bell’Italia’, il consueto numero a maggio interamente dedicato alla Sardegna (giunto alla sua ventesima edizione) e a ottobre la nuova edizione de ‘L’Italia del gusto’.

Il sistema turismo ha una raccolta pubblicitaria in ottima salute: nel 2016 ha chiuso con una crescita del 5% rispetto al 2015, anno in cui, grazie anche a Expo, ci fu un incremento del 25% sul 2014. Si prevede una chiusura in terreno positivo anche per i primi 5 mesi di quest’anno. (V.Z.)