Meet the Media Guru, 4 appuntamenti dalla Social Innovation agli Smart Materials, sino alla Fashion Tech

21 aprile 2017

Dal 17 maggio al 5 luglio

 

Nel 2017 Meet the Media Guru entra nel dodicesimo anno di attività: dopo aver esplorato nel 2016 l’impatto sociale della Digital Culture e le conseguenti trasformazioni dei nostri sistemi di relazione si prosegue nel sondare, capire nuove figure professionali e nuovi paradigmi. I prossimi quattro interventi spaziano nelle trasformazioni dai musei alla moda: il 17 maggio alle 19.30 a Palazzo Litta interverrà Nancy Proctor, direttore esecutivo della Fondazione MuseWeb, no profit statunitense che promuove l’innovazione nella pratica culturale attraverso nuovi modelli di business, convegni e pubblicazioni, fino al 2016  vicedirettore di Digital Experience e Comunicazioni al Museo di Arte di Baltimora (BMA). Da oltre 20 anni si occupa di digital transformation applicata ai musei e ai beni culturali. Il 7 giugno alle 19.30 al Museo Nazionale di Scienza e Tecnologia sarà la volta di Lining Yao, designer cinese che produce materiali e interfacce innovative. Attualmente è dottoranda al Tangible Media Group dell’MIT Media Lab a Boston: la sua ricerca ruota intorno l’intersezione fra interaction design, nuovi materiali e fabbricazione digitale. Il 22 giugno alle  19.30 all’Auditorium Testori Palazzo Lombardia spazio a Mark Curtis, co-fondatore e direttore di Fjord, società specializzata in service design e digital production – recentemente acquisita da Accenture – e autore del libro ‘Distraction. Being Human in the Digital Age’. Infine, il 5 luglio alle 19.30 presso Base Milano prenderà la parola Giorgia Lupi, artista e ‘information designer’, il cui lavoro si sviluppa a cavallo fra la dimensione analogica (la stampa) e quella digitale (il web), per realizzare modelli visuali e metafore in grado di rappresentare, attraverso i dati, storie dense e complesse. Meet the Media Guru è realizzato in partnership con Fastweb, Artemide, Fondazione Fiera Milano, con il patrocinio di Regione Lombardia e Fondazione Cariplo e la collaborazione di Institute without Boundaries | George Brown College – Toronto.