Sara Assicurazioni sceglie Yes I Am come partner creativo e investe 2,5 milioni in atl

21 aprile 2017

Il direttore marketing Marco Brachino: “Per comunicare il posizionamento di specialista del comparto auto, ma anche di assicuratore globale”

di Valeria Zonca

Sara Assicurazioni ha scelto Yes I Am, la sigla guidata da Silvio Abbro, a seguito di una gara sulla nuova piattaforma creativa destinata a ridefinire il posizionamento e l’offerta della marca (come anticipato da Today Pubblicità Italia del 18 aprile).

La gara, che ha visto la partecipazione di sei agenzie, ha fornito una ulteriore dimostrazione della vitalità di Yes I Am sul fronte del new business, che negli ultimi mesi aveva già fruttato all’agenzia l’acquisizione di Valtur, Brt Corriere Espresso e ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile).

“Siamo ovviamente molto orgogliosi di questa prestigiosa acquisizione – dichiarano Luca Maoloni e Marco Carnevale, creative partner di Yes I Am – e ancor più impazienti di mettere la nostra esperienza e il nostro entusiasmo al servizio di una compagnia operante in un mercato tanto competitivo e ricettivo, anche in fatto di comunicazione”.

“L’incarico è per i prossimi 12 mesi – ha commentato con Today Pubblicità Italia il direttore marketing di Sara Assicurazioni Marco Brachino -. Dopo una proficua collaborazione di tre anni con J. Walter Thompson, abbiamo optato per Yes I Am: un’agenzia giovane che vanta però nel team creativo persone di lunga esperienza che hanno lavorato con marchi prestigiosi. Questo è stato un ulteriore elemento per la scelta definitiva, oltre alla proposta convincente che ci hanno presentato”.

Per il brand si tratta di un momento importante e “abbiamo scelto con molta attenzione e cura il partner creativo – ha proseguito il manager -. Vogliamo ribadire il nostro posizionamento di specialista del comparto auto, data anche la nostra appartenenza all’ACI, ma anche riposizionare il brand nella logica di assicuratore globale con la presenza nei settori Danni e Vita”.

Il piano media è affidato a Mindshare “che è per noi un partner fondamentale, perché riesce a ottimizzare il nostro budget di 2,5 milioni per l’atl, quindi consistente ma non rilevante di fronte a una concorrenza molto agguerrita nel btc, veicolandolo sui canali migliori per ottenere i risultati in linea con i nostri obiettivi. Le prossime comunicazioni saranno sui mezzi radio, web e affissione, in una logica di ottimizzazione della spesa pubblicitaria”, ha concluso Brachino.