Corriere della Sera rilancia l’inchiesta dal vivo ‘Il Bello dell’Italia’ in sei città

19 aprile 2017

Raimondo Zanaboni

Raimondo Zanaboni, dg di Rcs Pubblicità: “Grande interesse di aziende e brand per le pagine del quotidiano e del sito, i dorsi speciali, gli eventi sul territorio e le iniziative social”

Dopo il successo della prima edizione, torna anche quest’anno ‘Il Bello dell’Italia’, l’inchiesta dal vivo del Corriere della Sera che racconta il nostro Paese attraverso la parola chiave della bellezza, nelle sue declinazioni infinite. Già dal 28 marzo, ogni martedì il Corriere della Sera sta dedicando una doppia pagina alla narrazione del nostro patrimonio, e la grande inchiesta ‘Il Bello dell’Italia’ si sviluppa anche sul sito del quotidiano (corriere.it/bello-italia).

Il concetto di bellezza è messo a fuoco nella sua accezione più ampia: dai tesori artistici e paesaggistici alle tradizioni gastronomiche, dalla sfida della biodiversità alla cura del territorio, dai centri di ricerca alle risorse del futuro e alle storie di sviluppo economico che danno al Paese forza propulsiva e spinta alla crescita.

“La scommessa di questo progetto, che è sempre più radicato nei territori, è cercare di declinare la nostra eredità naturale e la nostra educazione al bello fissando lo sguardo sul  futuro. Parliamo di imprese, di scuole, di laboratori, di botteghe, di persone che hanno una visione e provano a realizzarla. Il nostro impegno, come giornale, è quello di creare una rete delle reti e di raccontarla attraverso un grande percorso nazionale”, spiega Barbara Stefanelli, vicedirettore vicario del Corriere della Sera.

Dal 22 aprile inizierà il viaggio in sei città simbolo, che vedrà coinvolti protagonisti della politica e dell’economia, del turismo, dell’arte, dello spettacolo, del sociale: il 22 aprile a Bari Export(Are) bellezza. Dall’economia alla cultura: il modello Puglia nel mondo; il 29 aprile a Verona Pensare & produrre, il bello che fa crescere. La mano italiana; il 6 maggio a Torino La ricerca dell’eccellenza, l’eccellenza della ricerca. Innovazione e industria, politica e società, cultura e arte; il 13 maggio a Palermo Crocevia delle culture. L’arte e l’integrazione nel segno del riscatto; il 20 maggio a Ravenna Altri mondi. Energia: dal micro al mega, dalle particelle alla partitura; il 27 maggio a Brescia La forza dolce.

Economia, bellezza e stili di vita. Alla vigilia di ogni tappa, la città e il suo territorio, le imprese e le realtà sociali saranno protagoniste di un dorso speciale del Corriere della Sera a diffusione nazionale. Main partner del progetto sono Alfa Romeo, Eni, Intesa Sanpaolo; partner Terna.

“Già l’esperienza dell’anno scorso ci ha dimostrato l’enorme potenziale di uno storytelling della bellezza – commenta Raimondo Zanaboni, direttore generale di Rcs Pubblicità -. ‘Il Bello dell’Italia 2017’ conferma il grande interesse di aziende e brand che rappresentano l’eccellenza italiana e che vogliono comunicare la propria visione positiva, di sviluppo, grazie alla potente piattaforma narrativa proposta dal Corriere della Sera, unica per ampiezza e varietà: le pagine del quotidiano e del sito, i dorsi speciali, gli eventi sul territorio e le iniziative social. ‘Il Bello dell’Italia’  accende la voglia di partecipare attivamente al racconto della bellezza italiana in tutte le sue accezioni”.