Integral Ad Science collabora con Google alla brand safety

19 aprile 2017

Integral Ad Science (IAS), società di tecnologie e dati che permette agli operatori del settore pubblicitario di influenzare efficacemente i consumatori in ogni parte del mondo, ha avviato una collaborazione con Google per offrire servizi di reportistica sulla brand safety su YouTube.

La brand safety è uno dei fattori di maggiore criticità tra gli inserzionisti, pertanto Google e IAS si stanno impegnando per offrire una maggiore visibilità agli annunci visualizzati su YouTube nel pieno rispetto dei requisiti di brand safety delle singole aziende.  Questa iniziativa consentirà agli inserzionisti di accedere alle metriche di reportistica sulla brand safety, offrendo garanzie indipendenti riguardo a dove i loro annunci appaiono su YouTube.

“Il documento intitolato H2 2016 Media Quality Report  ha evidenziato che il brand risk continua a rappresentare un’area di elevata criticità per gli inserzionisti, in particolare per quanto riguarda i contenuti di carattere politico, controversi o offensivi – ha affermato Scott Knoll, ceo di Integral Ad Science -. Il brand di un’azienda è la sua reputazione, pertanto Google sta adottando le misure più opportune per affrontare questo problema. Collaborando con terze parti indipendenti come IAS, gli inserzionisti possono disporre di maggiori garanzie e di informazioni più approfondite su dove vengono visualizzati i loro annunci”.

In considerazione della peculiarità dei contenuti di YouTube e dell’esperienza che la piattaforma offre agli utenti, IAS e Google sono al lavoro per sviluppare una soluzione affidabile e sicura che risponda alle esigenze di trasparenza del settore.

La soluzione IAS, attualmente disponibile per i clienti, è certificata dal Media Rating Council (MRC) e fornisce report su otto diverse categorie di brand risk (contenuti per adulti, contenuti relativi agli alcolici, contenuti relativi al gioco d’azzardo, incitamento all’odio, download illegali, droghe illegali, linguaggio offensivo e violenza), per offrire agli inserzionisti una panoramica completa sul loro brand risk.

Inoltre, sono disponibili funzioni aggiuntive per personalizzare le soglie di rischio nonché funzionalità relative a geo-compliance, parole chiave e blacklist.