Enel lancia Elen, il primo Chat Bot per la comunicazione corporate

12 aprile 2017

Enel è la prima utility, e una della prime aziende nel mondo, a lanciare un chat bot dedicato alla comunicazione corporate su piattaforma Facebook Messenger. Il suo nome è Elen.

La funzione del chat bot è quella di semplificare e digitalizzare la relazione quotidiana con i principali stakeholder (clienti, azionisti, dipendenti, media, ecc). Basta fornire al chat bot poche keyword per avere in cambio i contenuti più rilevanti (notizie) che raccontano l’impegno di Enel nel mondo.

Grazie alla possibilità di attivare notifiche push è possibile restare informati su comunicati stampa, notizie e storie appena queste vengono pubblicate. Elen parla tre lingue (italiano, inglese e spagnolo) ed è in grado di rispondere alle domande legate all’organizzazione, come per esempio ‘Chi è il ceo di Enel?’ e alle sue attività, ‘Cosa fa Enel a Larderello?’, avvicinando l’azienda ai suoi stakeholder.

Secondo Ryan O’Keeffe, Direttore della Comunicazione di Enel: “Digitalizzazione e Customer-Centricity sono due pilastri molto importanti della strategia industriale del Gruppo Enel. Il lancio di un canale di relazione su Facebook Messenger porta il nostro brand più vicino ai nostri stakeholder, e ci porta avanti nella trasformazione digitale di Enel”.

“Questo è solo il primo passo di Enel sulla piattaforma di Facebook Messenger che vanta oltre un miliardo di utenti attivi nel mondo con una forte penetrazione proprio in quei paesi dove Enel è presente. Intendiamo evolvere questo ulteriore canale di comunicazione seguendo le linee del piano di comunicazione digitale del gruppo – aggiunge Isabella Panizza, Head of Global Digital Communications di Enel -. Dopo #EnelFocusOn e @EnelData su Twitter, continuiamo a spingere la nostra azione di comunicazione seguendo il tema dell’innovazione non solo nei contenuti ma anche nei modi in cui parliamo ai nostri pubblici”.

Infine secondo Paolo Pascolo, ceo de imille, l’agenzia che ha sviluppato Elen, “l’innovazione portata dai chat bot è qui per restare, non è effimera. Sempre di più la convergenza fra VR, AI e chat bot spingerà la creatività nella comunicazione verso nuovi orizzonti tecnologici ricchi di promesse”.