Adci: iscrizioni in crescita del 15% nel 2016

10 aprile 2017

Vicky Gitto

Il presidente Vicky Gitto fa il punto sui risultati raggiunti e sui prossimi obiettivi dell’Art Directors Club a un anno dall’elezione del nuovo Consiglio. In partenza una ricerca che metterà in relazione creatività e business

di Claudia Cassino

L’Adci ha registrato nel 2016 una crescita del 15% nelle iscrizioni e un incremento del 22% dei soci attivi. Non solo.

Durante l’ultima assemblea annuale, lo scorso 25 marzo (in diretta streaming anche su Facebook), la partecipazione ‘fisica’ dei soci ha visto un aumento del 45% a dimostrazione di “un maggiore coinvolgimento degli iscritti nella vita dell’associazione”, spiega a Today Pubblicità Italia Vicky Gitto, a un anno dalla sua elezione a presidente dell’Art Directors Club, l’organismo che dal 1985 riunisce i migliori professionisti nel campo della comunicazione pubblicitaria.

“In questo anno la base degli iscritti si è allargata sempre più: abbiamo aperto ai giovani, alle nuove professionalità del settore e, grazie a iniziative come quella degli ambassador locali del Club, stiamo cercando di superare la logica Milano-centrica per essere presenti su tutto il territorio italiano. Queste iniziative hanno movimentato la vita del Club come mai prima”.

Tra le prime novità introdotte da Gitto, l’indagine sul sentiment interno dei soci (una sorta di ‘autoanalisi’) realizzata da Human Highway e l’incarico affidato a Burson Marsteller per la gestione delle PR del Club.

Tra i prossimi obiettivi, la messa a punto di una “forte video-strategy per il Club: vorremmo avere canali video più attivi, pensando a contenuti in grado di fare cultura della comunicazione – prosegue il presidente dell’Adci -. Abbiamo poi allo studio un bellissimo progetto con un importante istituto universitario. Si tratta di un osservatorio triennale, suddiviso in sei moduli, che ci consentirà di avere ogni anno dati puntuali attraverso una ricerca che correlerà il valore della creatività ai risultati di business. Vorrei che questo Consiglio lasciasse un segno tangibile per tutto il mercato”.

Continua, poi, il dialogo interassociativo con le altre realtà del settore: da Iab Italia a AIR3, oltre ad Assocom di cui è presidente Emanuele Nenna (socio Adci) e che ha visto l’ingresso del creativo Davide Boscacci come consigliere.

Quanto al prossimo Festival Internazionale della Creatività di Cannes, “stiamo organizzando un appuntamento di condivisione sui lavori, nonostante la presenza dei giurati italiani sia purtroppo sempre meno rilevante. Il tema vero sul quale lavorare in modo costruttivo è quello di recuperare posizioni nelle giurie internazionali: occorre migliorare la qualità dei lavori iscritti, ma anche potenziare le relazioni a livello politico”, sottolinea Gitto.

È stato inoltre presentato il nuovo concept di IF! Italians Festival che quest’anno è in programma tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.

“Tengo infine in modo particolare – conclude Gitto – al percorso che abbiamo intrapreso sui giovani e la formazione. Da sottolineare il patrocinio dato alle principali università e scuole di comunicazione in Italia che prevede la presenza, come docenti, di soci Adci in modo da garantire standard qualitativi e professionali di alto livello”.