Huawei lancia la nuova serie P10 e P10 Plus e conferma Maxus per il media

5 aprile 2017

Lindoro Ettore Patriarca

di Laura Buraschi


È in onda da domenica 2 aprile la campagna televisiva dedicata alla nuova serie Huawei P10 e P10 Plus, gli smartphone lanciati poche settimane fa a Barcellona, evoluzione del precedente modello P9.

Lo spot mette in scena giovani ragazzi e ragazze che si fanno riprendere e fotografare dalla dual camera dei nuovi Huawei P10 e P10 Plus, passando attraverso differenti ambientazioni, con scene in interno e in esterna. Le riprese dello spot mostrano la precisione e la cura per il dettaglio dei nuovi dispositivi Huawei, alternando riprese a colori e riprese in bianco e nero, rimandando alla possibilità di ottenere straordinari scatti di altissima qualità grazie alla dual progettata in collaborazione con Leica.

“Il nuovo spot di Huawei si inserisce all’interno di una strategia che mette al centro l’utente finale – afferma Lindoro Ettore Patriarca, direttore marketing consumer business Group Huawei Italia  -. In un settore come quello degli smartphone, dove la componente fotografica è sempre più importante, la nuova campagna Tv ‘Ritratto Personale’ intende coinvolgere le persone a interpretare il ritratto della loro quotidianità rendendoli protagonisti della campagna”.

A firmare lo spot è il Team Huawei interno a Wpp, con direzione creativa di Susan Westre, Colin Nimick e Virginie Boubee.

“L’adattamento è firmato da Cayenne – spiega Patriarca – agenzia che si è aggiudicata la gara creativa per le campagne locali in Italia e che si occuperà anche del radiocomunicato e delle localizzazioni per stampa, outdoor e digital”.

La regia è di Paul Gore per la casa di produzione Iconoclast. L’inizio del 2017 è stato infatti caratterizzato da 5 gare per Huawei: per il media è stato deciso di confermare Maxus, per il digital l’incarico è ripartito tra Xister (in particolare per la pianificazione e il lancio del P10) e Isobar (per il retail content management), per gli eventi è stata scelta Punk For Business mentre è alle battute finali la gara per l’agenzia di pr, che vede coinvolte Mslgroup, Attila&Co., Cohn & Wolfe e Hill & Knowlton.

Gli investimenti dell’azienda si stimano pari a circa 15 milioni di euro l’anno. In particolare,  nel media mix la tv “pesa meno del 50% – sottolinea Patriarca – mentre il digital ha un peso superiore rispetto alla media del mercato, pari al 14% circa, di cui la metà è destinato al mobile”.

Il primo flight dello spot durerà tre settimane; la campagna radio, stampa e digital prenderà il via nella seconda metà di aprile mentre l’outdoor, dopo una prima fase a fine febbraio con posizioni importanti a Milano e Roma, prevede un secondo step tra aprile e maggio con il coinvolgimento di un numero maggiore di città.