Logotel propone il 6 aprile ‘L’impatto delle macchine e delle tecnologie sul futuro delle persone e delle imprese’

4 aprile 2017

In occasione della mostra evento ‘Posthuman – When Technology Embeds Society’ di Logotel, il 6 aprile in via Ventura 15 a Milano, imprenditori e manager di aziende nazionali e internazionali si incontreranno e converseranno con esperti per riflettere su quale sarà l’impatto che le nuove tecnologie avranno sul nostro futuro, sul nostro modo di vivere e di lavorare.

È una questione matematica. Dagli algoritmi che gestiscono servizi per i clienti a quelli che scelgono al posto loro, da quelli che governano le catene di montaggio che assemblano le macchine a quelli che guidano al posto nostro, a quelli più evoluti che ci riparano o che ci consigliano soluzioni creative. Le nuove tecnologie entrano in tutti gli spazi della nostra esistenza, tendono a riconfigurare le nostre relazioni con le cose, con le persone e con l’ambiente; il futuro che non ci immaginavamo è già qui. Ci meravigliamo ma ci preoccupiamo anche per ciò che riescono a fare e a farci fare o per quello che non potremo più fare. Non si tratta solo di nuovi strumenti ma di un contesto che sta mutando, di un nuovo ambiente, di una nuova dimensione che ci trasforma e si caratterizza per la pervasività e per la rapidità dei cambiamenti. Stiamo passando a un’epoca Post che avrà la caratteristica distintiva di mostrare il superamento non di elementi grandi o piccoli dell’attuale presente ma dei suoi perni strutturali. In un’epoca PostHuman, come sarà la PostOrganization? Dalla collaborazione con le macchine come ne uscirà l’uomo? Potenziato o diminuito? Quali scelte e sfide per le persone e per le organizzazioni? Alla crescita della tecnica, della tecnologia, non sempre corrisponde una crescita della consapevolezza. Per questo come persone, professionisti, imprese, comunità abbiamo il dovere di sviluppare un pensiero critico, progettuale. Motivo che ha spinto Logotel a organizzare il sesto appuntamento nell’ambito del percorso di ricerca Horizon sui temi di avanguardia che influenzano la progettazione contemporanea.

Giuliano Favini, ceo Logotel, Nicola Favini, direttore generale Logotel e Cristina Favini, strategist & manager of Design Logotel e project manager della mostra, rifletteranno sul tema dell’evento, approfondito e valorizzato da interventi e riflessioni di tre relatori con punti di vista diversi: Pietro Leo, executive Architect – IBM Italy Chief Scientist, and Research Strategist – IBM Academy of Technology Leadership, Riccardo Staglianò, giornalista e scrittore e Thomas Bialas, futurologo e innovatore.
La discussione collaborativa e il percorso esplorativo porteranno i partecipanti ad interrogarsi sui possibili scenari che ci attendono e che, per certi versi, sono già una realtà con cui le imprese e le organizzazioni devono confrontarsi, a partire da oggi. L’evento business, organizzato per il pomeriggio di domani a partire dalle 15.30, è inserito tra gli appuntamenti della mostra ‘Posthuman – When Technology Embeds Society’, che espone l’istallazione di Maria Yablonina ‘Mobile Robotic Fabrication Eco-System’ e che si terrà dal 4 al 9 aprile nel circuito Ventura Lambrate della Milan Design Week. Il 2017 è per Logotel il sesto anno di partecipazione alla Milan Design Week. Logotel ha realizzato sei mostre con l’obiettivo di sviluppare una serie di riflessioni sulle nuove sfide della progettazione contemporanea, con il contributo di oltre 70 designer e ospiti internazionali. A partire dal 2012, Logotel ha infatti attivato ‘Horizon’, contenitore di iniziative dedicate a esplorare futuri orizzonti tra avanguardia e concretezza, tra design e impresa. Info sulla mostra sul sito www.post-human.it, aggiornamento sui social network di Logotel Horizon, hashtag # posthuman (Facebook, Twitter e Instagram).