ScuolaZoo punta su Instagram e WhatsApp per far viaggiare gli under 25

4 aprile 2017

Betty Pagnin

di Cinzia Pizzo


ScuolaZoo Viaggi Evento, il format di viaggi evento dedicato ai ragazzi dai 16 ai 25 anni e parte della Business Factory OneDay Group, ha presentato ieri alla BIT, la borsa internazionale del turismo, il panel ‘Millennials e Centennials, istruzioni per l’uso’ per condividere, nello specifico, chi sono e quali sono le abitudini di acquisto di questi ragazzi, ma soprattutto dove e come preferiscono viaggiare.

Dai dati presentati da Betty Pagnin, managing director di ScuolaZoo Viaggi Evento, emerge che il 43% dei Millennials (la Generazione Y composta dai nati fra il 1981 e il 2000, ovvero oltre 12,8 milioni di italiani) è predisposto al viaggio e ne ha le possibilità economiche, l’84% utilizza i social network privilegiando Facebook e Whatsapp.

I Centennials, o Generazione Z, sono i 9,5 milioni di italiani nati dopo il 2001 (di cui 1,5 milioni studenti delle scuole superiori), nativi digitali, portati a vivere le loro esperienze e a dar loro eco attraverso i social, con un uso prevalente di Instagram e WhatsApp.

Il target si sta allontanando da Facebook, in cui sono presenti i loro fratelli maggiori e i genitori, lasciando mano a mano il posto a Instagram per la comunicazione e il marketing nativo e a WhatsApp per quanto riguarda la relazione con il consumatore. Attraverso questi canali e all’utilizzo del loro tono di voce, i viaggi evento ScuolaZoo non sono considerati semplici vacanze, ma diventano delle vere e proprie esperienze che iniziano prima della partenza e continuano sui social anche a conclusione del viaggio stesso.

“Internet ha reso l’acquisto e l’organizzazione dei viaggi molto semplice per il cliente, che oggi può fare tutto in autonomia. Per questo siamo convinti che l’unico modo in cui un tour operator può fare la differenza è creare delle esperienze che possono essere ripetute nel tempo – commenta Pagnin -. Ecco perché è importante creare gruppi che abbiano interessi simili, così da poterli approcciare con canali adeguati sia per il marketing sia per la vendita diretta”.

Tre le formule di viaggio offerte da ScuolaZoo Viaggi Evento: Student Village, indirizzato a ragazzi dai 16 ai 18 anni; Viaggio di Maturità, rivolto ai maturandi; University Break, rivolto a ragazzi dai 19 ai 26 anni.

Le mete preferite dai più giovani e divenute ormai simbolo del divertimento di queste generazioni sono Corfù, la regina dei Millennials italiani, seguita dall’isola croata di Pag e Lloret de Mar alle porte di Barcellona; avanzano anche destinazioni insolite, come Budva in Montenegro e Saranda in Albania. La promozione dell’offerta ScuolaZoo Viaggi Evento è sostenuta da due tour itineranti: 100 appuntamenti nelle scuole superiori con il format ‘Rappresentanti di istituto’ a cui si aggiungono 52 tappe ‘night’ in locali in linea con il target.

I canali distributivi dell’offerta viaggio di ScuolaZoo sono tre: in primis la rete con la fan base di ScuolaZoo (quasi 3 milioni di followers); 150 brand ambassador distribuiti su tutto il territorio nazionale; le agenzie di viaggio (circa 50) partner della community. In 8 anni di attività, ScuolaZoo Viaggi Evento ha creato esperienze per oltre 45.000 ragazzi in 12 destinazioni europee diverse.

“Facciamo viaggiare in media 11.000 ragazzi all’anno. Il nostro focus è la stagione estiva, che abbiamo integrato con itinerari invernali centrati sugli sport stagionali o sulle capitali europee – prosegue Betty Pagnin di ScuolaZoo Viaggi Evento -. I partecipanti ai nostri viaggi spesso diventano brand ambassador, così come il nostro ‘prodotto viaggio’ negli anni è diventato un vero e proprio brand. I social sono gli strumenti principali per viralizzare la nostra offerta e sono quindi uno strumento di marketing e comunicazione imprescindibile, in particolare Instagram e WhatsApp”.

Nella comunicazione di ScuolaZoo Viaggi Evento il video è sicuramente il formato che su Instagram e sui canali social in generale ottiene i migliori risultati.

“Abbiamo prodotto brevi pillole di 15’’, utilizzando hashtag mirati per espandere la reach. Abbiamo raggiunto un traguardo incredibile superando gli 8,5 milioni di video views organiche”,  ha spiegato nel corso della presentazione di ieri Fabrizio Cecioni, cofounder di Dreamset, realtà specializzata in campagne video per i social fondata nel 2016 e oggi parte di OneDay Group.

Come si costruisce un video per i social? Risponde Fabrizio Cecioni: “Durata, coinvolgimento, musica e comodità sono quattro fattori che intervengono nella costruzione efficace di un video da veicolare sui social – spiega Cecioni -. Per quanto riguarda la durata: i contenuti devono essere delle micro pillole di 15” per intrattenere lo spettatore senza raccontare tutto, oppure nel caso in cui gli utenti siano già coinvolti nella community l’offerta video si estende fino a 1 minuto. Fondamentale è coinvolgere: per questo le immagini, soprattutto le prime, devono essere accattivanti. Anche la musica di accompagnamento contribuisce a dare rilevanza al contenuto. Infine, il caricamento del video sui social deve essere comodo, agevole”.

OneDay Group è la holding a cui fanno capo i brand ScuolaZoo (nato come blog e oggi testata giornalistica e realtà e-commerce), ScuolaZoo Viaggi Evento, ZooCom (media agency), SGTour (tour operator), l’area co-working Dreams Building e la creative video agency Dreamset.

Il gruppo ha archiviato il 2016 con un fatturato pari a 10 milioni di euro e ha previsioni di crescita del 23% nel 2017 puntando a una chiusura d’anno pari a 12 milioni di euro. Produzione di contenuti editoriali, e-commerce e organizzazione di viaggi con focus sul target Millennials e Centennials rappresentano gli asset principali del gruppo.

Per la gestione delle advertising solutions del brand ScuolaZoo è stata recentemente incaricata la concessionaria digital WebAds (vedi notizia).