Grazia lancia Grazia Beauty con due numeri da collezione nel 2017

23 marzo 2017

Davide Mondo (Mediamond): “Il magazine è leader del segmento bellezza con il 31% di quota di mercato a volume, raccolta 2016 a +4% sul 2015. crescita notevole degli investimenti sul web”

Grazia, il magazine del Gruppo Mondadori diretto da Silvia Grilli, interprete della moda e dello stile italiano nel mondo, allarga il suo sistema editoriale portando in edicola da oggi Grazia Beauty, lo speciale alto di gamma che interpreta le tendenze dedicate alla bellezza, veicolato con Grazia al prezzo di 1,50 euro. È un beauty book da consultare e conservare per sei mesi, creato dalla redazione del settimanale che mantiene tutte le caratteristiche con le quali è realizzato lo stesso Grazia: stile, classe ed eleganza.

“Le nostre lettrici ci chiedono una visione sulle tendenze beauty e approfondimenti sulle novità di cura della pelle – ha dichiarato Grilli -. Il nuovo semestrale allegato a Grazia risponde alle loro esigenze con un contenuto visivo altissimo affinché provino nel leggerlo anche un grande piacere sensoriale”.

Questo primo numero di Grazia Beauty è incentrato sul tema degli anni ‘80, in termini di immagine e look: dall’ombretto pieno monocolore, ai riflessi rossi, dalla rivisitazione dei profumi anni che in quegli anni erano i protagonisti, alle chiome folte e mosse e ancora dagli autoabbronzanti agli esercizi aerobici per un fisico scolpito. Protagonista dei servizi è l’attrice Sveva Alviti. La veste grafica di Grazia Beauty coniuga l’approccio legato all’attualità del giornale con la valorizzazione del contenuto visivo. Le foto vengono enfatizzate e trattate con il massimo rispetto dal fotografo Florian Sommet. Grazia è leader nel segmento beauty, con il 31% di quota di mercato a volume e un incremento del 4% in termini di pagine raccolte rispetto al 2015.

“Il beauty è uno dei settori che più apprezza il mezzo stampa per la sua capacità di posizionamento del cliente e di coinvolgere con immagini e testi narrativi i propri lettori – ha dichiarato Davide Mondo, amministratore delegato di Mediamond -. Inoltre la possibilità di farsi veicolo qualificato di sampling a un pubblico profilato diventa spesso elemento chiave per l’intero comparto. Dal nostro osservatorio Mediamond, anche grazie alla leadership acquisita sul digitale dal Gruppo Mondadori, diventato in questo settore il primo editore in Italia, stiamo assistendo a una crescita notevole degli investimenti sul web. L’area più richiesta e apprezzata dal beauty è quella legata ai progetti speciali ed eventi, filoni relativamente nuovi per questa industry. Per citare un dato, nel 2016, solo con Grazia abbiamo realizzato 60 progetti per aziende del settore beauty”.

A supporto dell’iniziativa sono previste diverse attività: locandine sul punto vendita, distribuzione mirata presso hotel, aeroporti, circuiti commerciali e comunicazione sui social network di Grazia.