Rcs pensa a un nuovo inserto per il Corsera. Cairo: “Nel 2017 utile più alto e piano triennale”

22 marzo 2017

Urbano Cairo

Al via la ‘geolocalizzazione’ della Gazzetta dello Sport. In Spagna allo studio riduzione dei costi e lancio di un nuovo settimanale

Ieri, a margine della Star Conference 2017 di Borsa Italiana, il presidente e ad di Rcs MediaGroup Urbano Cairo ha dichiarato che è allo studio “un nuovo inserto allegato al Corriere della Sera”.

Dopo aver annunciato lo scorso 11 marzo durante la presentazione de L’Economia che l’uscita di Sette sarà anticipata al giovedì a partire dal 27 aprile con un rilancio firmato dal nuovo direttore Beppe Severgnini, è plausibile che un giorno buono per il nuovo prodotto potrebbe essere il venerdì. In fase di stallo invece l’idea del cut price.

“Lo sto riconsiderando con prudenza e attenzione – ha detto l’editore -. Scendere di prezzo inizierebbe una guerra commerciale”.

Per la Gazzetta dello Sport è invece allo studio un progetto di geolocalizzazione con 10 uscite speciali. Cairo ha dichiarato di voler “inserire contenuti specifici, parlare in particolare di un’area facendo poi un richiamo in prima pagina. Si tratta di un progetto complesso che comporta la realizzazione di diverse prime pagine ogni giorno, ma permetterà di parlare della squadra del cuore. Le possibili squadre sono: Atalanta, su cui c’è già una sperimentazione in corso, Bologna/Torino, Fiorentina/Udinese, Hellas Verona, Cagliari, Brescia/Varese, Bari e Palermo”.

Per quanto riguarda i conti del gruppo diffusi venerdì scorso, ieri Rcs ha diffuso una integrazione su quanto annunciato dalla società in data 17 marzo 2017 in cui ha specificato che “i ricavi verso editori terzi per contratti che sono cessati a inizio 2017 sono stati nel 2016 pari a circa 32 milioni di euro; i ricavi attesi per il 2017 si collocano tra 940 e 950 milioni di euro, con una crescita pari a circa l’1% sull’anno precedente (escludendo i sopra menzionati ricavi cessanti); riguardo alle efficienze attese per il 2017, si prevede siano tra 42 e 46 milioni di euro; pertanto, considerando le già comunicate efficienze acquisite nel 2016 per oltre 71 milioni di euro, i risparmi cumulati del biennio 2016-17 si collocherebbero tra 113 e 117 milioni di euro”.

“Nel 2017 ci sarà un utile più alto rispetto ai 3,5 milioni ottenuti nel 2016”, ha detto Cairo, assicurando che entro l’anno in corso “il gruppo presenterà il nuovo piano triennale. Sulla Spagna c’è da lavorare sui costi, ma il mercato è importante: due leader come Marca e Expansion fanno gola a molti, ma io ho respinto al mittente le avances; la loro componente online è più sviluppata e fa da battistrada per aumentare la penetrazione online del gruppo. È in fase di studio il lancio di un nuovo settimanale entro l’estate”.

Infine, sul Giro d’Italia “siamo arrivati al traguardo con la Rai (che ha già presentato l’offerta commerciale sull’evento, ndr) e lo annunceremo in una conferenza stampa. I ricavi sono in miglioramento, ma bisogna cercare di ridurre il gap con il Tour de France”. Qualche novità anche per quanto riguarda la sua attività di editore televisivo.

“Stiamo pensando di aprire due nuovi canali, anche se non accadrà nell’immediato, ma speriamo che uno dei due possa vedere la luce entro l’anno. Ora possiamo sfruttare il nostro Mux da 15 mega che è operativo da gennaio. Tenendo conto che un canale usa 2,5-3 mega, ne restano 12 da poter utilizzare”.


Cairo Communication, nel 2016 cresce la raccolta per le testate e le tv

Sempre ieri una nota ufficiale, Cairo Communication ha diffuso i dati sull’andamento della raccolta pubblicitaria 2016 che sulle testate della Cairo Editore ha registrato un andamento positivo raggiungendo euro 27,6 milioni a livello di gruppo, in crescita del 7% rispetto al 2015 (euro 25,8 milioni).

In particolare nel trimestre ottobre-dicembre 2016 la raccolta pubblicitaria è stata in crescita di circa il 17% rispetto al pari periodo del 2015. Grazie a questi risultati e all’andamento positivo dei ricavi diffusionali, nel 2016 il settore editoriale periodici Cairo Editore ha conseguito un margine operativo lordo (EBITDA) di circa euro 15,2 milioni in crescita rispetto al 2015 (circa euro 14,6 milioni).

Nel 2016 anche l’andamento della raccolta pubblicitaria lorda sui canali La7 e La7d è stato positivo, raggiungendo complessivi euro 141,8 milioni (euro 140,1 milioni nel 2015).

Come cita la nota “con l’acquisizione del controllo di Rcs MediaGroup, Cairo Communication si presenta come un grande gruppo editoriale che facendo leva sull’elevata qualità e diversificazione dei prodotti nel settore dei quotidiani, periodici, televisione, web ed eventi sportivi, può posizionarsi come operatore di riferimento nel mercato italiano, con una forte presenza internazionale in Spagna”.