ePRICE archivia il 2016 con 10 milioni di euro di utile

16 marzo 2017

ePRICE (sino al 30 gennaio 2017 denominata Banzai), prima piattaforma nazionale di e-Commerce quotata sul segmento STAR di Borsa Italiana, ha rilasciato i risultati al 31 dicembre 2016. La società presieduta da Paolo Ainio archivia l’anno 2016 con 10,1 milioni di utile netto e 56 milioni di cassa netta. ePRICE chiude il 2016 con Gmv a 254 milioni di euro (+23% sul 2015) e ricavi a 198 milioni (+18%).

“Nel 2016 abbiamo semplificato la struttura del gruppo effettuando due cessioni che ci hanno consentito di chiudere con un utile di oltre 10 milioni di euro grazie a una importante plusvalenza e di raccogliere risorse da investire nello sviluppo ulteriore di ePRICE. Nel 2016 ePRICE ha raggiunto importanti traguardi, confermando una crescita del GMV superiore al mercato di riferimento: abbiamo più che raddoppiato le dimensioni del marketplace, completato la rete di Pick&Pay e Lockers, lanciato i servizi Home Service e infine avviato la campagna televisiva ‘ePRICE Ti Serve’, a supporto del brand ePRICE- dice Pietro Scott Jovane, amministratore delegato di ePRICE -. Nel 2017 continuiamo in questa direzione, rafforzando e ampliando la nostra offerta di servizi a supporto della leadership di ePRICE sui grandi elettrodomestici venduti online e sviluppando ulteriormente il Marketplace, con una crescita attesa del GMV1 e dei ricavi a doppia cifra. Ci concentreremo altrettanto sulla profittabilità, per conseguire un miglioramento del Margine Lordo, con un effetto positivo sull’EBITDA, che vediamo in sensibile miglioramento anno su anno. Investiremo infine nuove risorse per migliorare le nostre piattaforme e per il nuovo centro logistico, che sarà operativo entro fine anno. La priorità dell’azienda nel 2017 rimane la crescita organica di ePRICE, rafforzata anche da potenziali acquisizioni nell’area dei servizi e marketplace, grazie alla solida posizione di cassa attesa per fine anno, che ci consente di remunerare gli azionisti alla luce delle importanti plusvalenze realizzate nell’anno e rimane capiente per perseguire gli obiettivi di crescita individuati dal management nel medio periodo”.