Dada: ricavi a 63,7 milioni di euro (+2,5%)

16 marzo 2017

Il Gruppo Dada chiude l’esercizio 2016 con Ricavi consolidati pari a 63,7 milioni di euro, in crescita del +2,5% rispetto ai 62,2 milioni di euro riportati nel 2015.  l margine operativo lordo è stato di 10,7 milioni di euro, in crescita del 2%. La marginalità sui ricavi è stata di circa il 17%. A livello di risultato netto la società è tornata in utile di circa 200 mila euro, rispetto al rosso da poco meno di un milioni di euro del 2016.

“Il 2016 è stato un anno positivo – dichiara Claudio Corbetta, ceo di Dada – in cui sono stati raggiunti risultati importanti in un contesto di mercato ancora molto impegnativo. Le iniziative volte a sostenere la crescita ci hanno permesso di rafforzare le nostre quote di mercato nelle principali geografie in cui operiamo e la base di clientela è cresciuta del +13% a oltre quota 630.000, mantenendo elevati tassi di retention. Il nostro obiettivo prioritario è di rappresentare lo ‘One Stop Shop’ di riferimento per le PMI europee nel loro percorso di digitalizzazione, continuando a servirle con prodotti eccellenti, soluzioni altamente personalizzate ed un livello di servizio secondo a nessuno”.

“Siamo molto soddisfatti dei risultati conseguiti nell’esercizio 2016 – afferma Lorenzo Lepri, direttore generale & Cfo di Dada – che risultano in crescita su base annua ed in linea con la guidance dichiarata al mercato. I ricavi sono cresciuti organicamente del 6% a 63,7 milioni di euro e la marginalità operativa nel quarto trimestre ha registrato un deciso miglioramento, avviando una tendenza positiva che ci attendiamo possa continuare nel 2017. Per l’anno in corso ci attendiamo di proseguire questo virtuoso percorso di crescita e puntiamo a conseguire un incremento del fatturato mid- single digit con un ulteriore miglioramento dei margini operativi”.

La scorsa settimana la società ha comunicato di aver ricevuto da Libero Acquisition (vedi notizia), azionista di controllo della società, una comunicazione nella quale Libero starebbe considerando la possibile cessione della propria partecipazione in Dada, pari al momento a circa il 69,4% del capitale sociale.

Libero Acquisition fa capo al gruppo Orascom dell’imprenditore Naguib Sawiris, che ha acquistato la maggioranza di Dada dal gruppo RCS nel 2013. In precedenza la società faceva parte del gruppo Monrif.