Sky Italia entra a far parte del marketplace di Quantum Native Solutions

15 marzo 2017

Alessandro Ceratti

Il marketplace europeo di native advertising in programmatic cresce del 75% nei primi due mesi del 2017

di Fiorella Cipolletta

Sbarcata a fine 2015 in Italia, dopo solo un anno Quantum Native Solutions ha già registrato ottimi risultati sia tra i brand che tra i publisher italiani. Tra gli editori premium si aggiunge anche Sky che entra a far parte del marketplace di Quantum Native Solutions. Guidato nel nostro paese da Alessandro Ceratti, il marketplace europeo di native advertising in programmatic allarga il portafoglio con le properties del broadcaster: Sky.it, SkyTG24, Sky Sport, Sky Cinema, Sky Atlantic, Sky Uno, Sky Mag e Sky Arte.

Grazie a questa partnership, i brand avranno la possibilità di mostrare contenuti attraverso video, gallery e testi altamente targetizzabili e realizzare campagne native anche in programmatic su tutti i siti del network di Sky Italia con formati pubblicitari eleganti e non invasivi, totalmente personalizzabili e perfettamente integrabili con i diversi look&feel.

“L’ingresso di Sky Italia nel nostro network rappresenta un passo importante nella nostra strategia – dichiara Alessandro Ceratti, Head of Quantum Native Solutions Italia -, innanzitutto perché avere la fiducia di un editore così prestigioso non può che entusiasmarci e in secondo luogo perché grazie a questa collaborazione i brand italiani avranno la possibilità di veicolare le loro campagne nel modo più efficace, rilevante e coinvolgente possibile. Infatti, Sky propone quotidianamente tantissimi contenuti ad alto valore aggiunto, colpendo un’audience molto vasta e proprio per questo permette diversi gradi di targetizzazione e personalizzazione dei messaggi e dei formati acquistabili anche in programmatic”.

Il network digital di Sky Italia raggiunge migliaia di utenti ogni giorno sul web e offre un’ampia selezione di spazi premium in tutti i canali (display, mobile, video, social e native). In particolare, i formati native in-feed erogati attraverso il marketplace di Quantum, che ad oggi registra 18 milioni di utenti deduplicati al mese (fonte Audiweb View) e 450 milioni di impression native 100% viewable mensili, sono acquistabili via insertion order o anche in programmatic. Infatti, tutta l’inventory native di Quantum Native Solutions è acquistabile anche in RTB essendo integrata con tutte le principali DSP internazionali.

“Quantum Native Solutions rappresenta un grande marketplace composto da editori premium che offrono agli inserzionisti formati pubblicitari mai invasivi, in grado di proporre il messaggio in un contesto qualificante – spiega alla nostra testata Ceratti -. Agli inserzionisti offriamo posizionamenti 100% viewable su editori premium, e ai publisher un modo per valorizzare ulteriormente le proprie audience. Editori e brand stanno apprezzando enormemente la tecnologia di Quantum e la possibilità di riuscire a utilizzare formati ad hoc e coerenti in modalità automatica”.

La strategia di Quantum nel porre l’utente al centro, rivolgendo l’attenzione al continuo miglioramento della user experience, ha premiato il marketplace che da poco più di un anno nel nostro Paese ha raccolto la fiducia dei maggior editori e di grandi brand come Samsung e Suzuki.

Quest’ultimi in particolare “hanno utilizzato il formato PRISM, 100% mobile – continua Ceratti -, grazie al quale il contenuto viene visualizzato attraverso un’esperienza interattiva, un mix di testi, immagini, video e link per raccontare il messaggio del brand senza ostacolare la navigazione dell’utente”.

Il 2017 Quantum Native Solutions, oltre ad avere in serbo delle novità, si prefigge l’obiettivo di continuare a crescere nel nostro mercato. “ll primo anno di Quantum è stato sicuramente un successo e ci aspettiamo di replicarlo ulteriormente nel 2017. A gennaio e febbraio di quest’anno cresciamo del 75% rispetto allo stesso periodo del 2016”.