Rcs lancia il ‘multimediale’ L’Economia del Corsera. A breve il rilancio di Sette

13 marzo 2017

Urbano Cairo

Urbano Cairo: “Il gruppo recupera efficienza e guarda all’estero per i modelli web”. Il presidente è testimonial dell’annuncio per la ricerca di agenti

di Valeria Zonca

Bello, originale, di qualità grazie a firme italiane e internazionali, indipendente. Queste le quattro principali caratteristiche che connotano il nuovo L’Economia del Corriere della Sera secondo il direttore del quotidiano Rcs Luciano Fontana. La nuova testata, presentata venerdì scorso alla Borsa di Milano e in edicola da oggi, è il risultato “della continuità di un lavoro editoriale serio e credibile, già iniziato con il Corriere Economia e della discontinuità nella grafica e nei contributi”, ha precisato il direttore.

A dare il loro contributo, tutte le firme economiche del Corriere della Sera ma anche autori internazionali, come Tony Barber, editorialista del Financial Times, e Uwe Heuser del settimanale tedesco Die Ziet. Con foliazione aumentata a 64 pagine e carta di pregio, L’Economia ha scelto un carattere più leggibile e attraente e fa grande uso dell’infografica. Quattro le sezioni attraverso le quali si svilupperà l’informazione economica.

Nella prima inchieste, retroscena esclusivi, classifiche, storie aziendali e personaggi; la seconda, dedicata all’innovazione, punta i riflettori su case history di successo imprenditoriale italiane ed estere; nella terza le piccole e medie imprese, con i casi d’eccellenza degli imprenditori italiani che non si sono scoraggiati e a volte sono anche cresciuti; la quarta fornisce gli strumenti sui temi di finanza personale legati al risparmio, agli investimenti e agli osservatori.

L’Economia è un progetto multimediale a tutto tondo, che vive su carta e digitale, con una sezione dedicata sul sito del Corriere della Sera ed è collegata alla piattaforma digitale EconomiaPRO.

Come anticipato da Today Pubblicità Italia (vedi notizia) la campagna pubblicitaria de L’Economia è stata realizzata dall’agenzia Hi! ed è declinata su televisione (Rai, Sky in chiaro e La7), radio (Finelco e Radio Italia) e stampa (mezzi propri). Il lancio de L’Economia apre un anno di innovazioni sul sistema Corriere della Sera, sono in cantiere nuovi prodotti settimanali, il continuo rinnovamento del quotidiano e a breve il nuovo lancio di Sette che dal venerdì viene anticipato al giovedì, come era alla sua nascita.

“Abbiamo accolto con entusiasmo il progetto – ha commentato Raimondo Zanaboni, direttore generale di Rcs Pubblicità -. Si tratta di un media che ha un target alto consumante e abbina diffusione di oltre 300 mila copie, e quindi è ideale per le aziende finanziarie e di auto, fashion, design. Il sistema Corriere tra carta, sito, app è in grado di raggiungere ogni giorno 3,5 milioni di persone. Il risultato di raccolta è incoraggiante: per i primi 3 numeri abbiamo registrato oltre 70 clienti con un fatturato pubblicitario su carta nel mese di marzo a 920mila euro, più del doppio del risultato di marzo 2016. Inoltre, sulla piattaforma multimediale realizziamo progetti in esclusiva per clienti dell’economia; sono stati 20 lo scorso anno, l’obiettivo 2017 è di raddoppiarne il numero”.

Sebbene la fama che gli è stata cucita addosso sia quella del ‘tagliatore’, il presidente di Rcs Urbano Cairo è ben felice di ‘indossarla’ perché come ha precisato “produce risultati di contenimento costi. Le acquisizioni non andrebbero mai pagate troppo e il fatto che Rcs sia costata molto mi spinge a impegnarmi ancora di più sull’azienda e sui prodotti”.

A margine della presentazione, Cairo ha spiegato che “prosegue il nostro percorso per recuperare efficienza, obiettivo che ci consente: di mantenere la base occupazionale e possibilmente incrementarla, di recuperare risorse per coprire il debito alle banche e per ottenere un profitto che consenta il dividendo per gli azionisti. Significa inoltre raggiungere uno stato di calma per poter ragionare sulle opportunità da cogliere sul mercato. In questo momento sto pensando anche al web, guardando molto all’estero. Mi piace il Washington Post che è in grado di unire qualità informativa del post ad attività digitali proficue: voglio capire che cosa è possibile replicare in Italia”.

In attesa dell’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2016, previsto per il prossimo 17 marzo, Cairo si è concentrato sulle mission centrate dal momento del suo approdo in via Solferino.

“Dal mio insediamento il 4 agosto 2016 abbiamo: rilanciato Io Donna, che sta dando soddisfazione, lanciato L’Economia e a breve presenteremo il nuovo Sette, la cui uscita sarà anticipata dal venerdì al giovedì, come era alla sua nascita. Anche Oggi è tornato  a crescere a due cifre con un aumento del 30% di copie nei primi 9 numeri dell’anno. In cantiere ci sono altri progetti, di rinnovo dei prodotti esistenti, ma anche idee per nuovi. I giornali devono avere utilità, gli investitori hanno voglia di nuove proposte”. Intanto, in un annuncio a pagina intera apparso sul Corriere dal 10 marzo, Cairo in persona è il ‘testimonial’ della ricerca di giovani neolaureati ‘motivati’ da inserire come agenti di vendita nella rete commerciale di Rcs. “Abbiamo voglia di metterci un gioco e di investire sulle persone”, ha concluso.