Gatorade punta sui giovani e su una creatività da Champions

8 marzo 2017

di Andrea Crocioni


Giovani e sport: un binomio che si è rinnovato ieri allo Stadio di San Siro di Milano nel nome di Gatorade. Presso la location meneghina, infatti, ha avuto luogo il sorteggio delle 32 squadre che si affronteranno nel torneo amatoriale di calcio a cinque promosso dal popolare brand ‘energetico’di PepsiCo.

Il ‘Trofeo Gatorade’ è rivolto agli studenti degli Istituti Superiori di Milano e Provincia. Sono state 119 le scuole iscritte tramite la piattaforma ‘Gatorade premia la scuola’ coinvolte in questo progetto dallo scopo didattico che troverà il suo compimento nella competizione calcistica.

Massimo Ambrosini, ex calciatore del Milan e della Nazionale, ha sorteggiato le 32 scuole  che si sfideranno sul campo. La vincitrice del torneo rappresenterà l’Italia al Torneo Gatorade Globale che si svolgerà a Londra: in palio l’opportunità di assistere alla finale della Uefa Champions League che si terrà il 3 giugno nella città di Cardiff, in Galles.

“In questa iniziativa convivono un’anima ludica e una educativa”, ha sottolineato Mauro Sgaria, responsabile Marketing bevande non carbonate PepsiCo.

“Con questo progetto – ha proseguito – Gatorade invita gli studenti delle scuole superiori delle classi prime e seconde a essere testimoni di uno stile di vita sano, incentrato sui valori positivi dello sport. La corretta idratazione durante l’attività sportiva è uno dei valori fondamentali che Gatorade da sempre persegue, già tra le giovani generazioni di atleti, insieme alla condivisione di uno spirito di sani principi sportivi, sostenuti dalla grande volontà di mettersi in gioco e superare nuovi traguardi ogni giorno”.

L’iniziativa ‘Gatorade premia la scuola’ è sostenuta dalla rete nazionale delle scuole del Co.Ge creatasi dal gruppo di lavoro del Co.Ge istituito dal MIUR, il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Il brand, inoltre, ha goduto del supporto di Sportland per l’organizzazione del torneo e ha avuto come partner PSF Interactive e Coro Marketing.

“Questa iniziativa – ha aggiunto Sgaria, a margine della conferenza di presentazione – si inserisce perfettamente nelle strategie di un brand come Gatorade che fa della promozione di una corretta idratazione per chi fa sport la sua mission. Regole che valgono anche se non lo si pratica ad alti livelli. Noi siamo al fianco di tutti coloro che vogliono imparare a fare sport, partendo dai ragazzi che potranno diventare i grandi atleti di domani”.

In Italia, come ha confermato il responsabile marketing, le prossime attività di comunicazione di Gatorade ruoteranno intorno al mondo del calcio, scelta legata alla sponsorizzazione della Champions.

“Lunedì – ha detto il manager – è arrivato in Italia il nostro nuovo spot globale, pubblicato sulla nostra pagina Facebook e distinato a sbarcare in tv sui canali Mediaset Premium”.

Il film, legato proprio al legame di Gatorade con la massima competizione calcistica europea, porta la firma di TBWA\Chiat\Day. Lo spot, ‘presentato’ da Thierry Henry, ha per protagonista un giovane calciatore che si trova a sfidare i grandi del calcio continentale, in particolare Arsenal, Juventus e Barcellona, team partner del brand, e campioni del calibro di Lionel Messi e Alexis Sanchez.

“Il messaggio che lanciamo con questa campagna è che con Gatorade non è mai troppo tardi per vincere una partita”, ha concluso Sgaria. In Italia la pianificazione è a cura di Omd.