The MDEX: Facebook, Amazon e 7-Eleven i brand più ‘mobile ready’

28 febbraio 2017

Ansible, agenzia di tecnologia e marketing mobile parte del gruppo IPG Mediabrands, in collaborazione con YouGov, società internazionale di ricerche di mercato, e grazie alla tecnologia di Google Tools, ha valutato la ‘mobile readiness’ di svariati brand, sulla base sia della loro presenza su dispositivi mobile sia delle loro performance.

Uno studio globale che ha interessato diverse aree (APAC, EMEA, LATAM e NA) raccogliendo e analizzando oltre 240.000 dati reali e riuscendo così a valutare oltre 2.000 brand differenti. Sono state definite ‘global brand’ le grandi aziende multinazionali che sono presenti in almeno più di un mercato chiave. Sono state invece definite ‘market-specific brand’, le aziende con una presenza all’interno di un unico mercato. Sul podio dei brand più mobile ready Facebook, Amazon e 7-Eleven.  Al quarto posto Hyundai, seguita da Microsoft, Nike, Google, Adidas, OLX e Target.

“MDEX è uno studio unico nel suo genere, capace di fornire ai clienti di IPG Mediabrands gli strumenti, le conoscenze e gli insight necessari per essere sempre all’avanguardia quando si parla di mobile –  ha dichiarato Travis Johnson, Ceo di Global Ansible -. Una strategia mobile solida e dinamica è fondamentale per i brand all’interno dell’attuale ecosistema di marketing. MDEX avrà un ruolo chiave all’interno dei nostri servizi di consulenza e della nostra offerta strategica”.

The MDEX definisce le prestazioni mobile di ogni brand rispetto a cinque dimensioni: ‘Optimization’, ‘Discoverability’, ‘Navigation and Content’, ‘Utility and Usability’ e ‘Driving Desired Actions’. La classifica MDEX è composta sia da parametri quantitativi sia qualitativi. Le misurazioni includono: Google Search Rankings, Google Mobile Site e App Design Principles , Google Mobile Page Insights e Friendliness Score.

“La metodologia di MDEX sintetizza molteplici informazioni, per restituire una visione chiara e realmente multidimensionale dell’esperienza mobile dei consumatori, e delinea un percorso definito per i brand allo scopo di innovare la sfera relativa alla loro mobile web experience – ha detto Jake Gammon Head of Omnibus, US, YouGov -. Il presupposto di questo studio globale è di esaminare il modo in cui i brand si sono adattati – e come continuino a farlo – al rapido cambiamento relativo al comportamento e al coinvolgimento dei loro consumatori. Secondo MAGNA, la unit di IPG Mediabrands dedicata a intelligence, investimenti e innovazione, nel 2016, i consumatori hanno speso il 33% del loro tempo su dispositivi mobile, rispetto a un 25% dedicato alla televisione. Entro il 2021, MAGNA stima che i consumatori aumenteranno il loro utilizzo di dispositivi mobile fino a una percentuale del 37%, con un consumo di televisione in diminuzione al 22%. Poiché lo studio è in continua evoluzione, MDEX continuerà a svolgere un ruolo informativo ed educativo e a essere rilevante per IPG Mediabrands, i suoi clienti, i suoi partner e le sue specialty business unit rispettivamente a best practice, innovazione e approfondimenti su dispositivi mobile”.

In un panorama media sempre più frammentato e mutevole, con nuovi modi di connettersi con il pubblico, le strategie mobile-first sono componenti chiave per una crescita sostenuta e rendimenti futuri. MDEX è stato presentato al Mobile World Congress all’interno della sessione The Digital Economy Keynote.