Rai Pubblicità: nel 2016 raccolta a 700 milioni di euro (+7,8%)

1 febbraio 2017

Fabrizio Piscopo

Rai Pubblicità chiude il 2016 con successo, registrando un trend in crescita decisamente positivo.

La raccolta della concessionaria per l’anno appena concluso è infatti pari a 700 milioni di euro e segna un +7,8% rispetto al 2015, che corrisponde al doppio dell’ultima stima Nielsen del mercato pubblicitario 2016 (+3,2%). A pochi giorni dall’inizio della 67° edizione del Festival di Sanremo, uno degli eventi di palinsesto più caldi per la televisione italiana, la concessionaria guidata da Fabrizio Piscopo archivia quindi con soddisfazione un anno ricco di grandissima qualità e ottimi risultati.

A siglare uno straordinario 2016 diversi eventi di punta come il Festival di Sanremo, archiviato dalla concessionaria della televisione pubblica con una raccolta record di 25 milioni di euro; la grande fiction Rai con Don Matteo, il ritorno del Commissario Montalbano, l’attesissima terza stagione di Braccialetti Rossi e la serie kolossal I Medici; il format musicale The Voice of Italy che ha segnato un record di fatturato per il settore Iniziative Speciali di RaiPubblicità e gli imperdibili appuntamenti estivi organizzati da Rai Radio2 on air e sul territorio come il Lucca Summer Festival e il CaterRaduno; l’immancabile appuntamento con Pechino Express il cui hashtag #pechinoexpress nella prima puntata è stato primo trend topic al mondo per oltre un’ora e infine lo sport con UEFA Euro 2016 e le Olimpiadi, Top Event in esclusiva solo su Rai, che hanno confermato la leadership indiscussa di Rai Pubblicità sia sul fronte televisivo che su quello  digital.

Tutti i mezzi della concessionaria hanno ottenuto nel 2016 un risultato positivo e migliore della media del mercato, in particolare la tv che ha realizzato una performance pari al doppio di quella del principale competitor.