Arthur Sadoun chairman e ceo di Publicis Groupe dall’1 giugno

30 gennaio 2017

Arthur Sadoun

Con un comunicato stampa diffuso giovedì scorso in serata, Publicis Groupe ha reso noto che a partire dall’1 giugno 2017 Arthur Sadoun, che oggi è alla guida di Publicis Communications, subentrerà a Maurice Lévy come chairman e ceo del gruppo mondiale della comunicazione e presiederà il management board, che sarà rafforzato dall’arrivo di  Steve King, oggi ceo di PublicisMedia, al fianco di Jean-Michel Etienne, executive vice president-cfo, e Anne-Gabrielle Heilbronner, segretario generale.

Per lo sviluppo del gruppo – spiega la nota – l’équipe di direzione potrà contare su leader di primo piano e su una squadra compatta con Alan Wexler e Chip Register in Publicis.Sapient, Nick Colucci in Publicis Health, Jarek Ziebinski in Publicis One e Rishad Tobaccowala impegnato nella strategia e nell’approccio sui clienti. Elisabeth Badinter, prima azionista del gruppo, ha dichiarato di aver proposto che Maurice Lévy – una volta completato il suo mandato – rimanesse nel gruppo per affiancare Sadoun nella transizione e consigliare il management, proponendo la sua nomina a chairman del Consiglio di sorveglianza. Questa proposta sarà messa ai voti degli azionisti durante l’assemblea annuale prevista per il 31 maggio.

“La scelta di Sadoun mi è sembrata la più giusta e la più ‘giudiziosa’ per il futuro del gruppo – ha dichiarato Lévy -. Una scelta ragionata e misurata che apre nuove porte. È un grande professionista con una visione del nostro mestiere e dei bisogni dei clienti: ha intelligenza, energia e passione necessarie per esercitare la nostra professione in un mondo connesso che cambia ed evolve costantemente. Consegnandogli ‘le chiavi dell’avvenire’, come mi aveva detto il fondatore di Publicis Marcel Bleustein-Blanchet, il Consiglio ha fatto una scelta eccellente”.

“Ci tengo a ringraziare Elisabeth Badinter, Maurice Lévy e il Consiglio di Sorveglianza per la fiducia accordatami – ha commentato Sadoun -. Con l’aiuto di King, Etienne e Heilbronner l’obiettivo sarà quello di accelerare la nostra trasformazione e il nostro sviluppo grazie al ‘Power of One’ affinché si possa far ‘brillare’ Publicis come hanno fatto i miei predecessori per 90 anni”.