Arrivano nuove funzionalità self-service per ONE by AOL: Mobile

26 gennaio 2017

Christina Lundari

AOL ha annuncia nuove funzionalità self-service per la propria piattaforma programmatica mobile, ONE by AOL: Mobile, lanciata nel 2016.

Le novità puntano a soddisfare le esigenze di monetizzazione degli sviluppatori di applicazioni mobile e degli editori, massimizzando l’inventory pubblicitaria per il canale mobile e garantendo nel contempo trasparenza e controllo completi. Attraverso la piattaforma, gli editori e gli sviluppatori hanno la possibilità di gestire la propria strategia di monetizzazione in linea con l’esperienza utente che vogliono fornire all’interno della loro app.

“Gli sviluppatori hanno bisogno di avere accesso a brand e advertiser di qualità, oltre a un maggior controllo e alla comprensione degli insight sugli investitori, il tutto possibilmente in un’unica piattaforma facile e flessibile – ha dichiarato Matt Gillis, SVP Publisher Platforms di AOL -. Oggi, con il lancio delle funzionalità self-service di ONE by AOL: Mobile forniamo agli editori mobile e agli sviluppatori di applicazioni di tutto il mondo la possibilità di prendere le giuste decisioni per i propri brand grazie a un ambiente potente e semplice”.

ONE by AOL: Mobile – parte di ONE by AOL: Publishers – è una soluzione completa, pensata per gli sviluppatori di applicazioni, che fornisce tutti gli strumenti di cui hanno bisogno per monetizzare la propria inventory.

La piattaforma self-service mette in contatto gli sviluppatori di app con la domanda consentendo loro di monetizzare attraverso tutti i dispositivi e tutti i formati. Grazie alle nuove funzionalità, gli sviluppatori possono facilmente gestire l’ad server, il network, il real-time bidding, una suite di report di immediata comprensione e altri strumenti per avere successo nel mondo della pubblicità mobile. Una semplice integrazione di ONE by AOL: Mobile offre agli sviluppatori un immediato accesso a centinaia di potenziali acquirenti, in pratica il 95 degli investitori presenti nella classifica Top 100 AdAge Brand advertisers.

Ha aggiunto Christina Lundari, general manager di AOL Italia: “Il 2016 è stato un anno di importante crescita per il business mobile di AOL, in particolare in Italia, e siamo felici di iniziare il nuovo anno introducendo novità che sicuramente contribuiranno a dare slancio e vigore a tutto il nostro mercato mobile. Inoltre questa soluzione permetterà anche agli sviluppatori Italiani di avere accesso a investitori di qualità e massimizzare il ritorno dalle loro app”.