Provincia Autonoma di Bolzano: gara da quasi due milioni per pr e digital pr

Per la promozione in Italia (750.000 euro), Germania (900.000 euro) e Svizzera (300.000)

Sono in palio 1,95 milioni di euro divisi in lotti per aumentare l’attrattività dell’Alto Adige nei mercati Italia, Germania e Svizzera.

Il bando, pubblicato dalla Provincia Autonoma di Bolzano, riguarda il servizio triennale di PR e consulenza nella comunicazione finalizzato a posizionare l’Alto Adige sulla stampa online e offline, media online (blogger, webzine), tv e radio e sui canali social media.

Il budget è suddiviso in tre lotti: 750.000 euro per il mercato Italia, 900.000 per la Germania e 300.000 per la Svizzera. Il termine per il ricevimento delle offerte o delle domande di partecipazione (che potranno essere presentate sia in lingua tedesca sia in lingua italiana) è fissato al 14 settembre 2017 alle ore 9 e due ore dopo avverrà l’apertura delle stesse presso ACP Trading Center, Via Perathoner 10, Bolzano.

Sono ammessi alla procedura di apertura: titolare o legale rappresentante del soggetto concorrente ovvero persone munite di specifica delega. Ulteriori informazioni sono disponibili su ausschreibungen-suedtirol.it.

 

Lexus main sponsor della 74ª Mostra del Cinema di Venezia. Firmano T&P e ACCESS

Dal 30 agosto al 9 settembre Lexus Italia è protagonista al Lido come main sponsor della 74ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica della Biennale di Venezia.

Lexus Italia presidierà l’evento con la presenza di una lounge dedicata presso la Terrazza Mediterranea: uno spazio di circa 200 metri quadri ispirato a design, eleganza, tecnologia, dove verrà raccontato il mondo Lexus nel contesto del nuovo posizionamento ‘Experience Amazing’, che racchiude la capacità di proiettare i clienti Lexus in una nuova dimensione, fatta di design all’avanguardia, tecnologia avanzatissima, ed eleganza ai massimi livelli.

A testimoniare tali valori saranno le nuove LC Hybrid e LS Hybrid, presenti in esposizione sul red carpet e presso la Lexus Lounge, appositamente allestita presso la Terrazza Biennale, dove attori, registi e volti noti del cinema avranno la possibilità di ammirare i prodotti di punta della gamma Lexus.

L’interior design della Lounge Lexus Lido è stata sviluppata intorno ai concetti di Takumi (saper fare in senso artigianale) e Omotenashi (saper accogliere), alla base della filosofia della casa automobilistica giapponese.

I materiali e i colori utilizzati nell’allestimento degli spazi e lo studio delle forme sono stati pensati appositamente per ricreare il celebre concetto di accoglienza giapponese in un contesto di design moderno ma artigianale, caratteristico del sol levante, completata esternamente da una ricercata pedana dove sarà visibile l’esclusiva coupé Lexus LC Hybrid.

La Lexus Lounge Lido sarà aperta dal 30 agosto fino al 9 settembre 2017 e ospiterà un ricco palinsesto di presentazioni, interviste live in esclusiva e party su invito, aperti a un pubblico di giornalisti e addetti stampa e PR.

Tra gli ospiti degli eventi in programma, saranno presenti alcuni selezionati attori della scena internazionale e italiana tra cui Sienna Miller, Michael Caine, Ornella Muti, Claudio Santamaria.

Oltre alla presenza territoriale, verrà portata in vita una partnership editoriale con Condé Nast, che in esclusiva per Lexus attiverà tutti i touchpoint, stampa e digital de L’Uomo Vogue, con l’obiettivo di consolidare la conoscenza dei valori che accomunano il brand al mondo del cinema.

La partnership vedrà anche la realizzazione dell’esclusivo DocuJourney ‘Da Cinecittà a Venezia’, che racconta il viaggio-intervista del regista Francesco Patierno attraverso i luoghi simbolo del grande cinema italiano; un daily news da Venezia a cura della redazione presente on site; la pubblicazione di un servizio fashion sul numero di settembre con al centro le vetture Lexus e per protagonisti gli attori Valentina Lodovini, Eros Galbiati e Giorgio Marchesi, che nell’ambito della partnership visiteranno la Lexus Lounge Lido come ospiti L’Uomo Vogue.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra T&P, la nuova agenzia di comunicazione e media di Toyota e Lexus Italia, e ACCESS, unit di Live Communication di GroupM, che ha curato il progetto in tutti gli aspetti, dalla sponsorizzazione della Mostra, allo sviluppo del concept creativo fino alla produzione e realizzazione live dell’evento oltre al coordinamento della activation della Lexus Lounge Lido.

“Siamo orgogliosi di poter partecipare a un evento in grado di catalizzare l’attenzione del mondo per 11 giorni – ha dichiarato Luigi Lucà, Direttore Lexus Italia -. Siamo orgogliosi soprattutto perché il nostro brand, seppur giovane, sposa da tempo i valori e la filosofia che da sempre muove la settima arte. Il legame di Lexus con la cinematografia è profondo ed ha inizio nel 2013, con i Lexus Short Film, il progetto con il quale, assieme alla casa di produzione The Weinstein Company, sosteniamo e coltiviamo le nuove generazioni di registi emergenti. Qui a Venezia iniziamo un nuovo percorso che, come per gli attori che ogni giorno devono migliorarsi, ci porta a non fermarci mai per far sì che stile, eleganza e cura di ogni singolo dettaglio, siano gli elementi alla base di ogni nostra vettura, capace di trasmettere emozioni incredibili ed inattese”.

 

Settembre si apre con tre giorni di speciali per La Gazzetta dello Sport

La Gazzetta dello Sport celebra i primi tre giorni di settembre con una raffica di iniziative eccezionali dedicate agli eventi del momento: venerdì 1, per arrivare preparatissimi al campionato di calcio 2017/2018 La Gazzetta dello Sport dedica al calciomercato che sta per concludersi uno speciale di 16 pagine, con la rosa dei giocatori squadra per squadra, il profilo dei campioni, le schede, le interviste, i bilanci sportivi ed economici, i voti ad acquisti e cessioni delle 20 squadre di A.

La Gazzetta da collezione che i lettori troveranno in edicola sabato 2 settembre conterrà tutte le informazioni sulla sfida tra Italia e Spagna decisiva per la qualificazione ai Mondiali 2018: un incontro particolarmente atteso ed emozionante, fondamentale per il futuro della Nazionale ai Mondiali e in uno stadio che riporterà alla mente di tanti la vittoria dell’Italia nel 1982.

La rosea quel giorno avrà un format particolare con una copertina rovesciata di grande formato (405x575cm) e foliazione maggiorata. Ci saranno interviste speciali e il racconto di chi al Bernabeu ha vinto, oltre ad un confronto a tutto campo tra i due Paesi.In più verranno pubblicate le liste ufficiali per chi gioca alla Magic.

Il numero di sabato prosegue la serie di edizioni speciali che nel corso dell’anno hanno accompagnato il lettore con una copertura eccezionale, in stile Gazzetta, dei grandi eventi sportivi. Infine il 3 settembre si chiude in bellezza con uno speciale di 8 pagine dedicate al Gran Premio d’Italia in programma a Monza, con le promettenti Ferrari che corrono in casa dopo la sconfitta per un soffio contro le Mercedes a Spa. Una guida per seguire il Gran Premio d’Italia che la casa di Maranello non vince dal 2010.

 

Ruoteclassiche in edicola con le nuove quotazioni da settembre

Ruoteclassiche, mensile del Gruppo Editoriale Domus dedicato alle auto storiche, a partire da settembre rinnova la sezione interna al giornale dedicata alle quotazioni e propone in allegato un volume di approfondimento ‘Guida al Mercato’.

I nuovi listini sono realizzati attraverso un innovativo metodo di analisi che si basa su molteplici indicatori e sono garantiti dalla presenza di un ‘Comitato Prezzi’, un pool di esperti di fama internazionale, che mensilmente verifica la correttezza e la veridicità delle quotazioni.

Le nuove quotazioni sono in grado di esprimere il valore di ciascuna automobile su più variabili di prezzo in funzione dello stato di conservazione del mezzo e di rappresentare così nel dettaglio le variazioni di mercato.

Contestualmente alla pubblicazione delle nuove quotazioni, allegato al numero di settembre sarà possibile acquistare lo speciale ‘Guida al Mercato’ (al prezzo complessivo di 11,40 euro): un volume di 240 pagine con oltre 5000 auto quotate dal 1918 al 2006 che riporteranno tutte e sette le variabili di stato d’uso alla base dell’analisi, i trend del momento, le dinamiche delle aste, i suggerimenti sulle auto su cui puntare.

Le nuove quotazioni sono realizzate in collaborazione con Quattroruote Professional.

 

Saxoprint: al via il voto online per ‘Printing Real Lives’

Si è conclusa la fase di invio dei progetti del concorso ‘Printing Real Lives’ che premia l’idea imprenditoriale più innovativa e curiosa: sarà la giuria popolare del web a decidere chi andrà in finale. Votare è semplice: basta andare su saxoprint.it/printingreallives/partecipanti e indicare la propria preferenza per massimo 5 progetti.

Il concorso è stato lanciato nei mesi scorsi da Saxoprint, uno dei più importanti gruppi in Europa nella stampa online. Da oggi i 30 progetti più avvincenti, tra tutti quelli ricevuti, verranno votati dal web e da questa fase usciranno i 9 finalisti.

Una giuria di qualità stabilirà infine i 3 vincitori in base a criteri quali originalità, fattibilità e potenziale.

Daniel Ackermann, amministratore delegato di Saxoprint e giurato dichiara: “Come lo scorso anno in Spagna sono stati presentati moltissimi progetti, tante idee creative e delle più svariate tipologie. Siamo curiosi di vedere quali progetti riceveranno il favore del pubblico e passeranno alla fase finale”.

I premi messi in palio da Saxoprint sono pensati per mettere a disposizione del vincitore tutto il necessario per avviare la propria attività nel miglior modo possibile.

Il primo classificato si aggiudicherà un premio in denaro di 5.000 euro, 2.500 euro per il secondo e 1.500 euro per il terzo, oltre alla creazione di una nuova Corporate Identity da parte di tre grafici professionisti e buoni di stampa fino a 2.000 euro per un’immagine professionale e prodotti stampati di qualità.

 

ComScore: è boom per Huawei, Android resta il sistema operativo più usato

Nel mercato degli smartphone, Huawei è il brand che registra la maggiore crescita in termini di utenti (+413% in due anni) e lancia la sfida ai leader di mercato Samsung (al 37,5% della smartphone audience italiana) e Apple (18,7%).

Tra i fattori critici di successo per i brand, la capacità di dotare gli utenti di dispositivi performanti che permettano di svolgere attività social e multimediali, in crescita costante rispetto all’anno scorso.

Questa la fotografia scattata da Mobilens di comScore, in occasione di IFA, in merito all’acquisto di dispositivi mobili di nuova generazione relativa al mese di giugno 2017. In Italia, a giugno 2017 il 74,4% dei possessori di telefoni cellulari possiede uno smartphone, dato questo che ha registrato una crescita progressiva se si osserva il medesimo nello stesso mese del 2015 (60%) e dello scorso anno (70%).

Considerando la sola smartphone audience italiana, composta da 34 milioni di utenti, Android mantiene la leadership con il 73,5% (era al 69,7% nello stesso mese del 2016), seguito da Apple/iOS con una quota di mercato pari al 18,7% (nel 2016 al 17,9%).

Il calo di Microsoft al 6,9% (era al 10,5% un anno fa) e la lenta scomparsa di altri sistemi operativi (tra cui BlackBerry), complessivamente intorno all’1%, bene illustrano la posizione di forza dei due leader del mercato, in particolare Android, che può anche beneficiare di una crescente fidelizzazione: degli utenti Android che intendono cambiare dispositivo solo l’11% ha dichiarato di voler passare a piattaforma iOS (erano 13,5% a giugno 2016), a fronte del 19.6% di utenti iOS pronti a fare il percorso inverso (contro il 15,3% di un anno fa).

Dall’altro lato, la stessa Android si prepara ad accogliere gli utenti con dispositivi di vecchia generazione prossimi ad un upgrade, che nel 75% dei casi sceglierebbero proprio il sistema operativo di casa Google.

Quanto alle quote di mercato dei singoli brand, Samsung detiene ancora il primato con il 37,5% (ma in calo rispetto al 41,9% di giugno 2016), seguito da Apple (18,7%), e Huawei con il 16,3% che raddoppia il numero di utenti dell’anno scorso, e registra un +413% su scala biennale.

Seguono Nokia (che perde 3,6 punti percentuali in un anno), LG, Wiko e Asus, che raggiungono complessivamente il 14,5% della quota di mercato. A giugno 2017 risultano 1,7 milioni gli utenti che dichiarano di aver acquistato un nuovo smartphone negli ultimi 30 giorni.

Tra questi il 79% sceglie un dispositivo con sistema operativo Android, mentre il 18,6% sceglie un dispositivo Apple/iOS, con Microsoft ferma al 2,2%. I brand più acquistati sono ancora Samsung (32,1%), Huawei (20,7%) e Apple (18,6%).

La top ten dei modelli

Da un lato Samsung dà una prova di forza con il Samsung Galaxy S8, modello più acquistato a giugno 2017 (4,1% sul totale dei nuovi dispositivi), e altri due dispositivi, Galaxy J5 (3,7%) e Galaxy S7 (2,6%) tra i primi quattro modelli. Dall’altro lato è Huawei a lanciare la sfida, piazzando nella top 10 dei device più acquistati 5 differenti modelli (dal P9 Lite, secondo con il 3,8%, ai fortunati P8 Lite, anche in versione 2017, passando per i più recenti P10 Lite e P10 Plus).

Primo dei due modelli Apple presenti nella top 10 è l’iPhone 5s 16GB, che con il 2,5% si posiziona al quinto posto, davanti al più recente iPhone 7 32GB al 2,1%. Analizzando il costo dei nuovi smartphone, oltre un quinto degli acquirenti ha speso più di 400 €, mentre per 17% degli utenti il costo del nuovo dispositivo era compreso nella fascia tra i 170 € e i 249 €.

A seguire, con il 15,2%, la fascia tra i 125 € e i 169 €. Tra i criteri decisivi nel processo di acquisto di un nuovo smartphone, il sistema operativo rappresenta il principale driver che guida la scelta (49%), mentre al secondo posto per importanza attribuita (43,8%) si posiziona la disponibilità di App presenti per il modello desiderato (in crescita rispetto al 41,8% dello scorso anno).

Le considerazioni legate ai costi rivestono invece un minor peso per gli intervistati, che in percentuale minore rispetto allo scorso anno attribuiscono un alto grado d’importanza a costo specifico del piano dati (36,6% a giugno 2017 vs 43,6% di giugno 2016), prezzo del dispositivo (32,9% vs 36,7%) e costo mensile complessivo del servizio (30,6% vs 34,8%).

Gli smartphone acquistati negli ultimi 30 giorni, hanno dimensioni dello schermo comprese tra i 5’’ e i 5,5’’ per il 43,7% dei casi, e superiori ai 5,5’’ nel 27,9% dei casi. La tendenza a schermi sempre più grandi viene confermata prendendo in considerazione l’intera smartphone audience italiana, che fa registrare le maggiori crescite in termini di utenti per gli schermi oltre i 5,5” (+69%), e per quelli compresi tra i 5’’ e i 5,5’’ (+57% rispetto a giugno 2016), che rappresentano ormai la gran parte degli smartphone (utilizzati dal 40,1% degli utenti). In calo del 3% invece il numero di chi possiede un dispositivo con dimensioni dello schermo tra i 4,5” e i 5” (quota al 22,2%).

La risoluzione della fotocamera frontale che risulta più diffusa nella smartphone audience italiana è 5 megapixel (+67% rispetto al 2016), ma quella che registra una maggiore crescita rispetto allo scorso anno va dai 5 megapixel in su (+353%).

Tra le fotocamere posteriori, le più diffuse risultano avere una risoluzione compresa tra i 10 e i 14 megapixel, in crescita dell’89% rispetto al 2016.

Sempre più diffuse, infine, la visione di contenuti video o televisivi (19 milioni di utenti, +16% rispetto allo stesso mese dello scorso anno), l’ascolto di musica (15 milioni, +11% rispetto allo scorso anno), la condivisione di foto e video sui social (+13%) e l’acquisto di beni e servizi (+22%), con la maggiore crescita registrata dalle videochiamate (+74%).

 

Ford e Domino’s Pizza studiano il delivery con veicoli a guida autonoma

Ford Motor Company e Domino’s Pizza, catena di ristorazione internazionale e leader mondiale nel settore della pizza a domicilio, hanno annunciato una partnership per studiare il ruolo che, i veicoli a guida autonoma, potranno avere nelle attività di consegna a domicilio.

Nell’ambito della sperimentazione, i ricercatori di entrambe le società indagheranno le reazioni dei clienti nella loro interazione con un veicolo a guida autonoma, all’interno della loro esperienza di consegna.

La sperimentazione avrà un ruolo cruciale per le società, entrambe molto interessate a valutare e comprendere le prospettive dei clienti, rispetto a un eventuale futuro che possa prevedere la consegna di prodotti alimentari con l’utilizzo di veicoli a guida autonoma.

Se da un lato, l’Ovale Blu continua a studiare l’utilizzo di veicoli a guida autonoma, costruendo una nuova area di business, dall’altro sperimentazioni, come quella con Domino’s Pizza, si rivelano fondamentali per garantire che tale innovazione sia applicata in modo da migliorare l’esperienza dei clienti.

Il piano di iniziare a produrre veicoli a guida autonoma dal 2021, ha, tra gli altri, l’obiettivo di soddisfare sia le esigenze di società partner sia quelle dei loro clienti.

Nelle prossime settimane, ad Ann Arbor, alcuni clienti di Domino’s Pizza avranno l’opportunità di ricevere il loro ordine direttamente da una Ford Fusion Hybrid Autonomous Research Vehicle, che sarà guidata da un Ford Safety Engineer in collaborazione con gli altri ricercatori.

I clienti che accetteranno di partecipare, potranno monitorare il veicolo di consegna tramite GPS utilizzando una versione aggiornata di Domino’s Tracker, l’App dedicata alla gestione dell’ordinazione. All’avvicinarsi del veicolo, riceveranno un messaggio di testo che conterrà il codice di sblocco del Domino Heatwave Compartment all’interno del veicolo dove troveranno, ad attenderli, la loro pizza.

“Siamo interessati a sapere come reagiranno le persone a questo tipo di consegna – ha dichiarato Russell Weiner, President di Domino’s Pizza USA -. La maggior parte dei nostri interrogativi riguarda gli ultimi 15 metri dell’esperienza di consegna. Per esempio, come reagiranno i clienti all’idea di dover uscire di casa per recuperare il proprio cibo? Dobbiamo assicurarci che l’interfaccia sia chiara e semplice. Dobbiamo capire se l’esperienza di un cliente potrà essere diversa se l’automobile sarà parcheggiata sul vialetto o accanto al marciapiede. Tutta la nostra sperimentazione sarà focalizzata al raggiungimento del nostro obiettivo: riuscire, un giorno, a rendere le consegne con i veicoli a guida autonoma il più possibile customer-friendly”.

Ford e Domino’s Pizza hanno completato i test preliminari utilizzando il veicolo in modalità self-driving sulle strade di MCity, il modello urbano, a grandezza naturale, sviluppato dall’Università del Michigan, per simulare le condizioni delle strade nelle metropoli contemporanee.

 

Lines Specialist torna in comunicazione con Armando Testa

Lines Specialist, l’innovativa linea di protezioni per l’incontinenza che nasce dalla grande esperienza Lines nell’assorbenza, è tornato in comunicazione con un nuovo spot ideato dall’agenzia Armando Testa.

A introdurci le qualità del prodotto è una donna sui 50 anni che, su consiglio di un’amica, decide di provarlo. Dei flashback la mostrano prima al supermercato davanti ai lineari mentre sceglie il Lines Specialist più giusto per lei e poi a casa mentre guarda perplessa la sottigliezza di un assorbente e si chiede se assorbirà. Visto il rischio di ‘incidenti’ imbarazzanti lo mette alla prova versando un bicchiere d’acqua. Il liquido scompare e l’assorbente rimane asciutto.

La qualità del prodotto non è solo l’assorbenza, come sottolinea la donna: “con Lines Specialist l’odore sparisce!”. Una demo mostra la doppia tecnologia controlla odore che blocca l’odore e lo neutralizza. La protagonista visibilmente soddisfatta della sua scelta conclude: “È sottile, ma quanto assorbe!!”. Chiude lo spot un invito alla prova gratuita di Lines Specialist mentre le immagini ci mostrano alcuni prodotti della linea.

Sotto la direzione creativa di Piero Reinerio, hanno lavorato al progetto l’art Monica Barbalonga e la copy Mariarosa Galleano. Regia: Marcello Lucini. Casa di produzione: Little Bull. Pianifica Media Italia.

Vogue Italia, per il numero di settembre raccolta pubblicitaria a +12,5%

È in edicola a partire da oggi il numero di settembre di Vogue Italia.

Per la prima volta nella storia del magazine il numero sarà interamente dedicato all’Italia, con tre copertine a tema firmate rispettivamente da Inez & Vinoodh, Mert & Marcus e Willy Vanderperre.

Protagonista dei tre soggetti la top model Mariacarla Boscono, in occasione dei festeggiamenti per i suoi 20 anni di carriera nella moda.

Il numero presenta inoltre interviste esclusive agli stilisti Alessandro Michele, Riccardo Tisci e Stefano Pilati, un reportage in Sicilia firmato dal celebre fotografo Juergen Teller, e il contributo di giornalisti e scrittori tra i quali David Leavitt, Pietrangelo Buttafuoco, Ivan Cotroneo, Lila Azam Zanganeh e Elena Favilli e Francesca Cavallo, autrici del best-seller ‘Storie della buonanotte per bambine ribelli’.

La prima delle copertine, dedicata al tema del bacio, è immediatamente diventata trend topic su Instagram: l’immagine, firmata dai fotografi Mert & Marcus, è una presa di posizione politica del magazine contro ogni forma di discriminazione di genere. Raffigura infatti tre diverse coppie nell’atto di scambiarsi un bacio: eterosessuale (la Boscono con il modello italiano Federico Spinas) e gay: quelli delle modelle Lily Aldrige e Vittoria Ceretti; e dei modelli Pablo Rousson e Edoardo Velickskov.

Il numero, come da tradizione il più importante dell’anno, registra un exploit nella raccolta pubblicitaria, totalizzando 333 pagine adv, con una crescita del 12,5% rispetto allo stesso numero dell’anno precedente.

La foliazione complessiva sarà pertanto di 574 pagine, cui si aggiungono le 124 dell’allegato Unique, dedicato alle collezioni di Alta Moda; e l’allegato Talents, dedicato ai talenti della moda, in formato tabloid. L’offerta complessiva per il lettore raggiunge pertanto le 738 pagine.

In omaggio inoltre con il giornale (su parziale di tiratura) anche il libro ‘Angela Missoni 20 years’ che celebra l’anniversario della direzione creativa della stilista.

Ottime anche le notizie sul fronte diffusionale, dove il numero di luglio, il primo del nuovo corso del magazine firmato da Emanuele Farneti, vede una stima da rilevamento vendite edicola del +26,8%.

Anche il sito di Vogue Italia e le sue pagine Facebook e Instagram mettono in luce un successo senza precedenti, chiudendo il semestre con un’audience di 8,5 milioni di contatti, in crescita del 16% rispetto all’anno precedente. Parallelamente, cresce del 14% anche il fatturato digitale dell’ultimo semestre, gennaio – giugno 2017.

Eccellenti le performance economiche degli eventi realizzati da Vogue Italia che, nel solo mese di settembre, registrano una crescita di fatturato del 30% rispetto al 2016.

Tra questi spicca la nuova edizione della Vogue Fashion Night Out in programma il 14 settembre, il cui palinsesto, oltre al tradizionale momento di shopping cittadino, includerà anche incontri, mostre, eventi e concerti.

 

Diesel sceglie Publicis Italia come nuovo partner mondiale di comunicazione

Diesel, il brand di moda del gruppo OTB, ha incaricato Publicis Italia, l’agenzia guidata da Bruno Bertelli, Global Chief Creative Officer di Publicis WW, di coordinare la propria strategia di comunicazione globale.

L’incarico, avvenuto nei primi mesi del 2017, è iniziato con lo sviluppo di uno studio del brand per poi venire ampliato allo sviluppo e gestione globale della creatività delle campagne di comunicazione delle prossime collezioni e di una serie di progetti correlati.

“Confesso che riuscire a lavorare per un brand come Diesel è stato da sempre uno dei miei sogni. Fin da quando nel 1998, al mio primo Festival di Cannes, venne nominato Advertiser of the Year – dichiara Bruno Bertelli -. Quando la gente pensa a Diesel, la prima cosa che salta in mente, oltre alla qualità dei prodotti, è indubbiamente una comunicazione sfidante che ha sempre precorso i tempi. Una creatività ispirata alla personalità visionaria del proprio fondatore Renzo Rosso che fin dall’inizio ha immaginato il proprio marchio come sinonimo di coraggio e unconventional. Diesel è un brand iconico che non si accontenta dell’ordinario e per questo sono veramente fiero che abbia scelto la mia agenzia come partner”.

Nicola Formichetti

“In un mondo che sembra libero e a portata di smartphone, c’è molto più conformismo e omologazione di quanto possa sembrare; ciò che faremo assieme a Publicis sarà semplicemente divertirci a trovare sempre un punto di vista alternativo sulle cose, senza mai prenderci troppo sul serio, perché questo è il primo ingrediente del Succesfull Living”, è il commento di Nicola Formichetti direttore artistico di Diesel.

Il primo importante progetto di comunicazione frutto del lavoro di team tra Diesel e Publicis è la nuova campagna globale per la stagione F/W 2017 che verrà presentata a settembre con un lancio internazionale.

Buondì Motta colpisce dal cielo con Saatchi & Saatchi

Chi ancora dubita che una colazione golosa possa essere anche leggera ha due alternative per rimediare: provare Buondì Motta o imparare prudentemente a tacere.

Il suggerimento piove letteralmente dal cielo grazie alla nuova e irriverente campagna pubblicitaria del brand firmata Saatchi & Saatchi, on air dal 27 agosto con una pianificazione media a cura di PHD Italia.

L’inconfondibile merendina Motta torna in comunicazione con tre spot che cavalcano il registro pungente, ironico e sopra le righe del brand per dimostrare un dato di fatto: la colazione che combina soddisfazione del gusto e leggerezza esiste e accompagna da generazioni gli italiani di tutte le età.

Protagonista dei tre episodi, declinati nei formati da 15 e 30 secondi, è una simpatica bambina che reclama con insistenza una colazione che sia “leggera ma decisamente invitante” per soddisfare finalmente il suo desiderio di leggerezza e golosità.

La richiesta si scontra con l’incredulità dei suoi interlocutori – madre, padre e postino – che manifestano apertamente il loro scetticismo sull’eventualità che una tale colazione esista azzardando un’incauta scommessa. Sono le loro ultime parole famose: subito dopo, infatti, vengono centrati da oggetti mastodontici piovuti dal cielo.

La storia s’interrompe prematuramente, sostituita da un cartello che sottolinea la straordinarietà dell’accaduto (‘La pubblicità riprenderà il più presto possibile’) e, allo stesso tempo, celebra la golosità e la leggerezza di una colazione con Buondì Motta mentre sulla merendina in primo piano piovono, sibilando, gli iconici cristalli di zucchero.

I tre spot saranno veicolati con modalità distinte sia in tv, sulle principali emittenti nazionali e satellitari, sia sui canali social e digital.

La campagna social include due attività ispirate ai tre episodi degli spot: 3 canvas dedicati ai soggetti mamma, papà e postino, che permettono agli utenti di immergersi nelle scene dello spot in stile cartoon e 3 creatività ad hoc che permettono agli utenti di interagire e divertirsi con il contenuto social grazie alla possibilità di generare nei commenti irriverenti gif a tema.

Gli utenti, infatti, potranno divertirsi a scrivere il nome di un oggetto qualsiasi che completi la frase ‘Lo colpisca…’ autogenerando una gif in cui l’icona dell’oggetto indicato colpirà a turno i tre soggetti della campagna come risposta interattiva immediata. La gestione dei canali social del brand è curata da MSL Group Italia.

Al progetto hanno lavorato per Saatchi & Saatchi l’executive creative director Agostino Toscana, i direttori creativi Alessandro Orlandi e Manuel Musilli, i deputy creative director Nico Marchesi (art) e Riccardo Catagnano (copy). La produzione è di Filmmaster Productions con regia di Ben Callner.

Wec e Show Reel, con Mary Poppins prende il via la collaborazione

Parte la collaborazione tra Wec, World Entertainment Company, e Show Reel, brand operativo di Massa di Leoni srl, società specializzata nello sviluppo di progetti di Branded Content & Entertainment.

La partnership sancisce l’unione delle due forze per lo sviluppo di piani e strategie di marketing, comunicazione e new business a sostegno della promozione per grandi produzioni teatrali e musicali dal vivo.

L’obiettivo di questa unione è costruire, spettacolo dopo spettacolo, un nuovo e innovativo standard di promozione dei live teatrali in Italia in ottica esperienziale e multicanale.

Il primo progetto a quattro mani dalle due realtà leader sarà Mary Poppins – Il Musical, in scena a Milano da febbraio 2018: la volontà comune ai due partner è rinnovare le logiche classiche della comunicazione di settore e portarla al pari delle altre industrie d’intrattenimento in Italia, coinvolgendo il territorio in un’esperienza sensoriale e digitale.

“Siamo davvero felici di poter entrare nel mondo dei teatri grazie un partner internazionale come Wec – afferma Luciano Massa, managing partner di Show Reel -. Dopo il cinema e l’editoria abbiamo oggi la possibilità di portare il nostro marketing mix in un’industria che merita di aggiornare i propri standard di comunicazione e provare ad avvicinarsi a quanto viene fatto da sempre a Broadway o a Londra. Avremo molto da imparare e ci adopereremo affinché un sempre maggiore pubblico riprenda a mettere il teatro al centro del proprio set di consumi. Il focus delle nostre attività saranno sempre le community”.

“Abbiamo individuato in Show Reel il partner ideale – afferma Alessandro Padovan, ceo di Wec – per realizzare il nostro obiettivo di comunicare e promuovere in un modo innovativo gli eventi teatrali. Quale miglior occasione per iniziare la nostra collaborazione se non la promozione del musical Mary Poppins, evento unico per il panorama teatrale in Italia? Siamo certi che questo sarò solo l’inizio di un lungo percorso creativo che percorreremo insieme e che segnerà una nuova fase per il mercato dell’entertainment italiano”.

Havas Group non conferma il target di crescita a +2-3%

I ricavi di Havas Group nel secondo trimestre sono stati pari a 589 milioni di euro, per un totale nel primo semestre di 1.108 milioni, in crescita dell’1,9%. La crescita organica è scesa dello 0,4% nel semestre.

Yannick Bolloré, ceo di Havas Group, ha commentato: “Sebbene il gruppo stia vivendo un momento positivo, le performance finanziarie nel primo semestre hanno sofferto un rallentamento complessivo del mercato che ha portato a ricavi e margini inferiori al previsto. Speriamo che la situazione migliori nel secondo semestre, ma non è al momento possibile confermare la nostra previsione di crescita organica tra il +2-3% come annunciato a inizio anno. Tuttavia, sono fiducioso nella nostra capacità di raggiungere gli obiettivi di medio termine. Unendo le forze con Vivendi, avremo la capacità strategica e finanziaria per crescere”.

Nello specifico, l’Europa è stabile nel primo semestre, ma se Uk è in difficoltà, crescono invece in altri paesi, in particolare in Italia e Germania a doppia cifra.

Wpp: riviste al ribasso le stime di crescita 2017

Wpp ha archiviato il primo semestre 2017 con ricavi totali pari a 7,4 miliardi di sterline (8 miliardi di euro), in crescita del 13,3% e dell’1,9% a tassi di cambio costanti. In aumento l’utile netto complessivo a 633,7 milioni di sterline (687,2 milioni di euro, +80,6% a valute costanti).

Quanto alle aree geografiche, il Nord America ha peggiorato la tendenza nel secondo trimestre 2017, dopo i primi 3 mesi già negativi. Rallentano anche Asia- Pacific, Sud America, Africa e Medio Oriente.

L’Europa Occidentale, dopo un primo trimestre di forte crescita (+5,3%), ha visto la perfomance calare del 3,2% nel secondo trimestre con Austria, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Nederland e Svezia tutte in calo. Solo Grecia e Turchia sono in territorio positivo.

A causa del rallentamento del secondo trimestre, a cui ha fatto seguito un luglio ancora negativo, Wpp ha rivisto al ribasso le stime di crescita per l’esercizio fiscale in corso per cui è prevista una crescita compresa tra lo 0% e l’1%. Intanto, continua l’espansione della società guidata da Sir Martin Sorrell in ambito digitale.

Ieri è stata annunciata l’acquisizione da parte di AKQA di una quota di maggioranza dell’agenzia digitale DIS / PLAY in Danimarca. Con un team di oltre 100 persone a Copenhagen e Aarhus, i clienti di DIS / PLAY includono Amnesty International, ECCO e Vestas.

I ricavi di DIS / PLAY per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2016 sono stati pari a 105 milioni di corone danesi (oltre 14 milioni di euro).

 

Il FAI sceglie la consulenza strategica di Pro Web Consulting

Nuovo incarico in arrivo per Pro Web Consulting. Il FAI – Fondo Ambiente Italiano, che dal 1975 tutela e valorizza la cultura, l’arte e la natura del nostro Paese, sceglie di rinnovare la propria online presence affidandosi all’agenzia di consulenza Seo.

La Fondazione ha intrapreso un vasto progetto per il rinnovo della sua presenza digitale: il primo obiettivo sarà, infatti, ridurre l’alto numero di domini presenti in Rete, con lo scopo di deframmentare l’experience degli utenti e l’autorevolezza agli occhi dei motori di ricerca.

Pro Web Consulting fornirà un supporto strategico su più ambiti: il progetto biennale, sviluppato sia in italiano che in inglese, partirà con l’analisi approfondita delle property e dei contenuti del FAI che permetterà di definire e strutturare la visibilità online ottimale per il futuro. A seguire, verranno sviluppate attività di content generation e trust building.

“Questo processo di revisione digitale è per noi un momento importante, che durerà diversi mesi e toccherà moltissimi aspetti della nostra comunicazione e in alcuni casi anche dell’organizzazione interna. Per noi è quindi indispensabile avere la certezza di poterci appoggiare a un partner competente e disponibile – spiega Alessandro Manea, Digital Marketing Strategist di FAI -. Ci siamo affidati a Pro Web Consulting perché riteniamo sia il partner giusto per il supporto strategico di cui abbiamo bisogno”.

A commentare l’arrivo del nuovo cliente anche Duccio Lunari, Head of Sales & Marketing di Pro Web Consulting: “Siamo particolarmente orgogliosi di lavorare con il FAI, non soltanto per l’importanza delle sue attività di cura e promozione del patrimonio artistico e paesaggistico italiano, ma anche per il valore sociale di collaborare con una delle principali fondazioni non profit italiane. L’interesse del FAI per i nostri servizi dimostra che anche la comunicazione online più istituzionale non può prescindere da una strategia Seo ben strutturata: nel mercato c’è sempre più consapevolezza dell’importanza della Seo e del suo ruolo di guida all’inizio di ogni progetto digitale”.