SuperHumans firma le affissioni ‘in tempo reale’ per Now Tv

Now Tv, la internet tv di Sky che può essere vista anche in movimento e anche fuori di casa, è on air con una campagna ooh a Milano e Roma proprio per sottolineare questo aspetto. Nella  campagna di Contextual Advertising il brand passa da  ‘Now Tv’ a ‘Tv, Now’.

Le immagini sono scattate nei luoghi stessi in cui sono affisse: così, ad esempio, sui Navigli milanesi campeggerà  una foto scattata poco prima nello stesso luogo. O sulla piazzetta di Madonna dei Monti a Roma, l’affissione ritrarrà proprio una situazione di visione dei contenuti di Now Tv in quella stessa piazza.

I soggetti della campagna sono sempre persone vere, prevalentemente giovani, alle prese con i contenuti del canale – come House of Cards, Homeland, 1993 o Silicon Valley – nei luoghi reali della pianificazione media.

La campagna ha preso il via lunedì e sarà on air fino all’inizio di luglio. Oltre alle affissioni, altri mezzi e canali saranno coinvolti sempre in linea con l’identità  mobile e instant del canale. La campagna radio è in pianificazione fino all’11 giugno.

Per  SuperHumans, con la direzione creativa di Luca Albanese e Francesco Taddeucci, hanno lavorato gli art Tancredi Fileccia eAlessandro Palmieri e il copy Martina Ricciardi. Scatti di Anna Faragona. Per il radiocomunicato la casa di produzione è  Suoni.

Francesco Gallucci: “AINEM aggregatore in un settore che si sta strutturando”

di Andrea Crocioni


Lanciata ufficialmente lo scorso mese di marzo, anche se formalmente nata nel 2016, AINEM – Associazione Italiana di Neuromarketing si propone come punto di riferimento per le imprese e i manager italiani interessati a questa innovativa disciplina nata dall’incontro fra le neuroscienze e il marketing.

“L’idea di base è di promuovere la cultura del neuromarketing presso le aziende italiane, a partire dalla formazione, fornendo conoscenze e spunti e, naturalmente, supporto strategico”, spiega a Today Pubblicità Italia  Francesco Gallucci, fondatore e vicepresidente dell’associazione presieduta da Caterina Garofalo.

“AINEM – prosegue – ha una struttura leggera e utilizza come principale strumento i Tavoli della Conoscenza, momenti di aggregazione e di condivisione che promuoviamo con il supporto di partner specialisti con i quali attiviamo dei veri e propri hub. A questi tavoli possono partecipare aziende, istituzioni e università, su temi trasversali di interesse generale e verticale nei diversi settori. Ne abbiamo già avviati sul settore farmaceutico e sui media digitali”.

L’accoglienza da parte del mercato è stata positiva.

“Anche se in questo momento sono tutti focalizzati sul day by day, quando si vanno a toccare tematiche chiave si riesce a conquistare l’interesse delle aziende e a ottenere attivazione. C’è un’attenzione crescente nei confronti delle neuroscienze e nelle risposte che queste sono in grado di dare alle esigenze di business. Il nostro proposito è quello di fare entrare il neuromarketing nei processi decisionali delle imprese”, sottolinea Gallucci.

“Nel mondo ci sono circa 3.000 agenzie – prosegue il vice presidente AINEM – che offrono servizi di neuromarketing. In Italia, anche se alcuni grandi gruppi del settore delle ricerche hanno dato vita a unit dedicate, manca una mappatura del comparto che via via si sta strutturando. Noi vogliamo fare da aggregatore per gli operatori ed essere un punto di riferimento per il mercato”.

Fra le prossime iniziative dell’associazione in calendario l’appuntamento ‘Neurobranding – Come valorizzare il tuo brand con le emozioni e il neuromarketing’ che si terrà il prossimo 6 giugno 2017 presso la sede di Ogilvy & Mather in via Lancetti 29 a Milano.

L’incontro è organizzato con il supporto di Aida Partners Ogilvy PR, agenzia che, proprio per la sua costante attenzione alle nuove tendenze e opportunità per il settore della comunicazione, ha scelto di essere partner promotore di AINEM. La giornata formativa è dedicata nello specifico all’applicazione degli strumenti del neuromarketing al servizio delle strategie di branding.

“Il corso si rivolge a imprenditori e manager, dei settori marketing e comunicazione in particolare, ma è aperto anche ai professionisti delle risorse umane”, chiarisce Gallucci. Per maggiori informazioni su come aderire all’iniziativa basta accedere al sito dell’associazione ainem.it. L’evento sarà replicato a Roma il prossimo autunno.

“Intanto – conclude Gallucci – è in fase avanzata di definizione il programma del progetto International Business Neuromarketing Summer School che organizzeremo ad Alghero il prossimo mese di settembre. Sarà un’immersione totale nel neuromarketing con contributi didattici di livello internazionale, ma sarà anche un’occasione importante per affermare la qualità dell’offerta italiana nel settore”.

We Are Social si conferma partner social di BMW Group Italia

Si è chiusa la consultazione avviata a febbraio da BMW Group Italia per la scelta di un partner di comunicazione sui brand BMW, MINI e BMW Motorrad: We Are Social, attualmente in carica, si è aggiudicata il pitch.

Da quattro anni i due player infatti collaborano nella definizione dell’approccio più efficace per i social media che hanno assunto un’importanza fondamentale come canale di comunicazione dell’azienda, diventando a tutti gli effetti un asset strategico. Il nuovo incarico è della durata di 3 anni.

“Il Gruppo BMW è un cliente storico con il quale siamo orgogliosi di poter continuare a lavorare. We Are Social si è evoluta molto negli ultimi 4 anni e il mondo è cambiato, ora internet è decisamente il canale principale attraverso cui le persone formano le proprie opinioni e prendono decisioni d’acquisto rispetto al settore automotive. Siamo quindi convinti che il meglio debba ancora venire. Questa scelta conferma la nostra attitudine a coltivare rapporti di lunga durata che pensiamo siano i più proficui, sotto tutti i punti di vista. Insieme a un cliente con cui si è costruita una relazione di conoscenza e fiducia reciproca è infatti possibile aumentare la qualità del lavoro che viene svolto”, commentano Gabriele Cucinella, Stefano Maggi e Ottavio Nava, ceo di We Are Social.

The Kraken Rum debutta sui social italiani con H48

The Kraken Rum, brand internazionale distribuito in esclusiva in Italia dal Gruppo Montenegro, proprietario dell’Amaro Montenegro e del brandy Vecchia Romagna, ha affidato lo sviluppo e la gestione strategico-creativa dei canali social media in Italia a H48, agenzia di digital branded content.

You Events, agenzia produzione di live branded content, è stata invece incaricata dell’ideazione e realizzazione dell’evento di lancio di ‘The Kraken Black Spieced Rum’.

Già conosciuto all’estero, il brand grazie ad H48 è stato lanciato anche sui canali social italiani: Facebook e Instagram.

L’agenzia ha puntato su uno storytelling ingaggiante, creando una vera e propria community.

Ha preso così il via la leggenda del Kraken, mostro marino che attaccava le navi di passaggio nell’oceano.

Dal 4 al 7 maggio, sui Navigli a Milano si è svolto l’evento firmato da You Events, che ha dato la possibilità a più di 70.000 persone di rivivere la leggenda. Una piovra gigante nel cuore dei Navigli e una chiatta di 10 metri in movimento hanno reso un evento consumer un vero e proprio live branded content.

7 i locali strategicamente selezionati per la degustazione di innovativi cocktail custom-made con The Kraken Rum e poi moltissimi gadget con dress-kit per diventare un perfetto steampunker a caccia di Kraken.

L’evento è stato chiuso dalla Steampunk Parade, una coreografica sfilata guidata da una band in movimento.

77Agency è la nuova agenzia web del parco divertimenti Leolandia

Dalla stagione 2017 l’agenzia internazionale 77Agency è il nuovo riferimento web per il parco divertimenti Leolandia. 77Agency conta 6 sedi in Italia e nel mondo ed è stata selezionata dal team marketing del parco tra diversi nomi in ambito digitale, per il suo approccio innovativo e all’avanguardia.

“Negli ultimi anni il web marketing per Leolandia è diventato sempre più centrale, – afferma Nicoletta Nodari, responsabile Marketing di Leolandia – basti pensare che nel 2016 ben oltre il 50% degli acquisti realizzati dalle famiglie che visitano Leolandia è stato effettuato sulla nostra innovativa piattaforma di biglietteria e-commerce con pricing dinamico leolandia.it. Ecco perché quest’anno abbiamo deciso di realizzare una gara volta a selezionare il partner ideale per il parco, che ha visto coinvolte ben 12 agenzie, fra cui 77Agency. L’agenzia 77Agency ha colto fin da subito le esigenze digital di una realtà come la nostra e la sfida di portare il parco a raggiungere il traguardo di un milione di visitatori attraverso una strategia che coinvolga a 360° tutte le attività web realizzate da Leolandia”.

Il parco è al lavoro per migliorare i numeri da record dello scorso anno a partire dallo sviluppo web che toccherà proprio a 77Agency coordinare.

“Siamo orgogliosi di essere stati scelti da Leolandia per le attività di comunicazione digitale. La nostra agenzia supporta il parco divertimenti in tutte le fasi, a partire da quella di setup precedente all’apertura, con una strategia che spazia dalla pianificazione adv al performance marketing, alla produzione di creatività ad hoc fino alla consulenza sui social media e per attività Seo – dichiara Amedeo Guffanti, general manager di 77Agency -. Gli importanti risultati maturati nel settore kids e nella gestione di progetti digitali a 360° ci permettono di affiancare Leolandia nel raggiungimento degli importanti obiettivi previsti per il 2017”.

Durante tutta la stagione, oltre ai simpatici Masha e Orso, Peppa Pig e George e il Trenino Thomas, sono attesi numerosi personaggi tra i preferiti dei bambini. Primo fra tutti Geronimo Stilton che da giugno sarà a Leolandia per vivere insieme a grandi e piccini un’inedita avventura in esclusiva. Per prenotare la propria visita al parco su leolandia.it prima si acquista, meno si spende con biglietti a partire da 15,50 euro.

RCS rileva le quote di minoranza dell’Editoriale del Veneto

RCS MediaGroup annuncia di aver rilevato le quote di minoranza dai soci dell’Editoriale del Veneto, che dal 2002 edita il Corriere del Veneto, il quotidiano abbinato al Corriere della Sera nella regione.

Con questa acquisizione, RCS intende radicare la propria presenza nel territorio e il forte legame con il Corriere del Veneto, proseguendo nell’opera di riorganizzazione delle attività editoriali locali

. “Apprezzo molto l’operato dei soci che quindici anni fa hanno accolto la proposta di lanciare un quotidiano locale insieme al Corriere della Sera e ne hanno sostenuto la crescita e il successo – dichiara il presidente di RCS MediaGroup Urbano Cairo -. E sono grato che abbiano accolto la nostra richiesta di acquisizione, dimostrando un amore per il Corriere del Veneto che va oltre le pure logiche imprenditoriali”.

“Dare vita a questo giornale e accompagnarlo nel suo radicamento è stato un impegno importante e coinvolgente – conferma il presidente dell’Editoriale del Veneto Pilade Riello -. Grazie allo sforzo di tutti i soci e all’ottimo lavoro dei direttori, Ugo Savoia e Alessandro Russello, e della redazione, il Corriere del Veneto è diventato un punto di riferimento per i lettori, gli interlocutori istituzionali e tutti gli operatori culturali, economici e sociali della nostra regione”.

L’operazione si inquadra nella strategia di consolidamento della presenza sul territorio intrapresa dal Gruppo RCS, che negli anni recenti ha già acquisito le quote dei precedenti soci locali anche in Trentino Alto Adige, dove edita il Corriere dell’Alto Adige e il Corriere del Trentino, a Bologna, dove edita il Corriere di Bologna, e in Campania e Puglia, dove edita il Corriere del Mezzogiorno.

Tim Mtv Awards 2017: successo in piazza e sui social network

Tanti i brand partner: Tim title sponsor; Acea Energia, Mentos, Grimaldi Lines main partner e Bic, Nintendo e Burger King supporter partner

L’edizione 2017 dei Tim Mtv Awards, che si è svolta sabato 27 maggio, nella splendida cornice di Piazza del Popolo a Roma, è stato un grande successo.

L’evento è stato trasmesso in diretta dalle ore 21 su Mtv (solo su Sky, canale 133), Mtv Music (solo su Sky, canale 708), Comedy Central (solo su Sky, canale 124) e anche su VH1 (canale 67 fta). L’evento è disponibile anche su Sky Go e Now Tv ed è stato trasmesso in contemporanea anche su Radio Italia.

Francesco Gabbani è stato un ottimo padrone di casa dei Tim Mtv Awards, alla sua prima esperienza in qualità di conduttore, dando il via all’evento, oltre a presentare durante la serata il brano ‘Tra le granite e le granate’. Gli altri artisti che si sono esibiti live sul palco sono stati: Fabri Fibra con i brani ‘Pamplona’ e ‘Fenomeno’, Nina Zilli con ‘Mi hai fatto fare tardi’, Samuel con ‘La statua della mia libertà’, Levante con ‘Non me ne frega niente’, Michele Bravi con ‘Solo per un po’’, Paola Turci con ‘La vita che ho deciso’, Lele con ‘Così com’è’, Elodie con ‘Verrà da sé’ e Gabry Ponte ft. Danti con ‘Tu sei’. A metà serata un momento ‘Your Voice’, l’iniziativa di Corriere della Sera e Mtv per dare voce ai ragazzi.

Alle 20.000 presenze in piazza del Popolo a Roma, si sono uniti i tantissimi fan che hanno seguito l’evento sui social.

I Tim Mtv Awards sono stati, infatti, tra gli eventi più social della serata, rimanendo in trending topic durante tutta la diretta con l’hashtag ufficiale #ItalianMtvAwards. 6 milioni sono i voti arrivati sul sito mtv.it/timmtvawards.

“Sabato a Roma si è tenuta l’edizione 2017 degli Awards di Mtv quest’anno Tim Mtv Awards. E’ stata una grande serata di musica e divertimento che ha registrato ottimi risultati e ne siamo molto orgogliosi – afferma Paolo Romano, direttore generale di Viacom Pubblicità & Brand Solutions -. Un ringraziamento particolare a tutti i partner da Tim, che ha accettato di essere per la prima volta nella storia di quest’evento il title sponsor della manifestazione, ad Acea Energia, Mentos, Grimaldi Lines, main partner e Bic, Nintendo e Burger King supporter partner. Grazie a tutti i brand partner, che si sono associati agli Awards in modo attivo creando ciascuno una propria specifica modalità di interazione, abbiamo potuto realizzare un grande evento. Mtv si conferma un brand unico per i millennials e per le generazioni ancora più giovani, e la forza di attrazione di eventi come gli awards rappresenta un grande valore aggiunto per il brand e per gli investitori”.

Trionfatori della serata sono stati Benji & Fede con due premi, Best Italian Band e MTVAwardsStar, mentre Michele Bravi si è aggiudicato il Best Performance Award votato in diretta via Twitter. A Fabri Fibra Mtv ha assegnato l’Mtv Rap Icon Award per essersi distinto come grande innovatore e interprete del genere rap in Italia, a Paola Turci l’Mtv History Award come riconoscimento alla sua lunga carriera di musicista e cantautrice, mentre a Sfera Ebbasta il premio Mtv Music. Radio Italia è stata la radio ufficiale dei Tim Mtv Awards 2017.

L’emittente ha trasmesso l’evento in diretta sulle proprie frequenze. Durante la diretta radio, la speaker Manola Moslehi ha intervistato i protagonisti della serata. I Tim Mtv Awards 2017 hanno vissuto in tempo reale anche sui social ufficiali di Radio Italia. Media Partner dell’evento sono stati Corriere della Sera, Tv Sorrisi e Canzoni e Team World. Giphy è stato il social partner.

K.Media, primo trimestre 2017 stabile con il digitale in forte aumento

Il ceo Bernard Kedzierski: “L’industria del design è diventata molto dinamica e investe vigorosamente sui media internazionali, mentre latita il settore del turismo. L’Enit, la cui funzione sarebbe quella di promuovere il Belpaese all’estero, non investe nulla da diversi anni”

di Claudia Cassino

La concessionaria di stampa estera K.Media, guidata dal ceo Bernard Kedzierski, ha archiviato un  2016 stabile rispetto al 2015 (-0,15%), con un primo trimestre 2017 in linea rispetto a quello dello scorso anno. “L’andamento per quest’anno è nuovamente stabile globalmente – spiega Kedzierski – mentre si percepisce un certo calo degli investimenti sul print rispetto al digitale, in forte aumento, che consente di mantenere il fatturato globale a livelli sostanzialmente identici”.

Quante e quali testate avete in concessione? Ci sono stati nuovi ingressi?

Rappresentiamo 25 editori da 15 Paesi, compresi i pan- regionali (riviste distribuite su più Paesi, come Departures International) per un totale di 172 testate. Le testate di recente acquisizione nel nostro portafoglio sono The Economist, da settembre dell’anno scorso, e i quotidiani della Svizzera francese La Tribune de Geneve e Le Matin con il suo supplemento lifestyle Encore. E ci sono nuovi editori in arrivo, di cui ancora non possiamo comunicare i nomi.

Qual è il trend degli investimenti delle aziende italiane su stampa estera secondo il vostro osservatorio?

Il trend mostra una diminuzione degli investimenti sulla stampa (in termini di testate pianificate, di frequenza o di mercati), mentre aumentano gli investimenti sul digitale (sia in campagne tradizionali, sia in campagne data o programmatic). Notiamo anche da circa due stagioni una forte richiesta sui supplementi lifestyle dei quotidiani di qualità (come M di Le Monde e Die ZEIT Magazin, per esempio). I mercati sono sostanzialmente stabili, anche se è troppo presto per valutare se un mercato va meglio o peggio di un altro, a eccezione della Russia. I tre editori che rappresentiamo in questo mercato (InStyle Russia, RBC e Departures edizione russa) hanno registrato a fine aprile ordini per quasi l’equivalente di tutto il 2016. Questo trend potrebbe significare una ripresa dei consumi di lusso in Russia, con il lento decollo dei consumi nelle province, fuori da Mosca e San Pietroburgo per intenderci. In generale notiamo una certa lentezza da parte dei grandi investitori del lusso, compensata da investitori minori e molto dinamici all’internazionale nel settore accessori, streetwear, sportswear, calzature e moda uomo.

Quali sono i principali settori di investimento?

L’industria del design è diventata molto dinamica e investe vigorosamente sui media esteri, prediligendo i supplementi lifestyle dei grandi quotidiani di qualità nei mercati di riferimento (Francia, Germania, Benelux, Usa). È un trend molto interessante che consente a questi utenti di passare progressivamente da strategie BtoB a strategie per raggiungere l’utente finale. C’è da notare inoltre la continua latitanza del settore turistico, anche a livello regionale e pubblico: per esempio un ente come l’Enit, la cui funzione sarebbe quella di promuovere il Belpaese all’estero, non investe nulla sui media esteri da diversi anni. In confronto gli altri Paesi concorrenti (Spagna, Grecia, Francia, per citarne solo alcuni) investono budget importanti e regolari sui media internazionali.

Qual è la vostra offerta in ambito digital?

La nostra offerta digitale rispecchia quella del print, con forse una omogeneità ancora maggiore sulla qualità delle singole offerte: in effetti rappresentiamo alcune delle realtà digitali di maggiore successo in Francia, Germania, Uk, Usa e Russia che sono i mercati dove i clienti italiani investono maggiormente nel digitale.

A Milano, durante la Design Week dello scorso aprile, avete organizzato un evento dedicato ai supplementi design di M Le Magazine du Monde e Zeit Magazin: siete soddisfatti del risultato raggiunto? 

L’evento che abbiamo organizzato, con l’eccellente collaborazione della So Sweet PR, è stato un grande successo, e questo per diversi motivi: è stata una sfida organizzare un evento dedicato a due editori di due Paesi e di due culture diverse, anche se i direttori delle testate si conoscevano già e condividono alcuni valori importanti. Ambedue le testate sono molto prestigiose e molto rispettate nell’ambito del lusso e della moda italiana, però volevamo rinforzare la loro credibilità presso le aziende del design, che considerano il mercato francese e quello tedesco come delle priorità. Avevano anche deciso di pubblicare un numero dedicato al design italiano e al rinascimento culturale e architettonico di Milano. Quindi l’obiettivo era molto ambizioso e l’evento doveva anche spiccare in modo forte durante la prima serata della Design Week con un tono diverso, ma nel rispetto dello stile delle due testate: colto, all’avanguardia, elegante ma non superficiale, bello ma non pretenzioso. Di sostanza insomma. Ebbene mi è sembrato che gli editori e soprattutto gli ospiti di questa serata (circa 400 persone) abbiano gradito e colto il messaggio.

Parte dalla Francia il nuovo format di Riso Gallo firmato Armando Testa

Il gusto di Riso Gallo non conosce confini e inaugura il nuovo format di comunicazione firmato da Armando Testa, partendo dalla Francia. Protagonista dello spot, on air da ieri, sarà sempre lo storico Gallo del marchio, ora rinnovato e ridisegnato.

Il film tv da 10” lancerà per il mercato d’oltralpe il nuovo Riso Gallo Aroma, un riso naturalmente profumato, e vedrà il Gallo sottoporsi a una piacevole aroma terapia, a base ovviamente di chicchi ricchi.

Alla campagna, che prevede altri soggetti ora in elaborazione e che continuerà per il mercato italiano, hanno lavorato per Armando Testa, l’art Andrea Lantelme e i copy Federico Bonenti e Daniele Bona, sotto la direzione creativa di Michele Mariani. Produzione Little Bull, regia e animazione di Franco Tassi.

Nicola Lampugnani lascia Tbwa\Italia verso la direzione creativa di Discovery

di Claudia Cassino


Nicola Lampugnani, chief creative officer del Gruppo Tbwa\Italia, lascia il suo incarico. “Nicola è stato con noi 7 anni, è arrivato molto giovane e ci lascia per un incarico che testimonia le sue capacità e la sua crescita. Siamo contenti per lui e ci prepariamo alle nuove sfide”, ha dichiarato Marco Fanfani ceo e Group Country Manager di Tbwa\Italia.

Secondo quanto risulta a Today Pubblicità Italia, Lampugnani lascerà l’agenzia per approdare in Discovery Italia dove sarà responsabile della direzione creativa e del branding di tutto il portfolio canali del network televisivo guidato da Marinella Soldi.

Nel suo nuovo incarico riporterà a Laura Carafoli, SVP Content and Programming di Discovery Networks International.

Lampugnani, 40 anni, è entrato in Tbwa\Italia nel 2010 in qualità di direttore creativo esecutivo della sede milanese e nel 2015 è stato nominato chief creative officer del Gruppo con la responsabilità creativa anche della sede romana di Tbwa e di Integer, agenzia di shopper retail marketing, eventi, promo&activation. L’agenzia sta pensando a una nuova organizzazione della direzione creativa che annuncerà a breve.

“Tbwa ha rappresentato un periodo fondamentale della mia crescita professionale, insegnandomi oltre a un metodo di lavoro e pensiero unici come la Disruption anche valori di umanità e rispetto che porterò con me nella mia futura avventura professionale – ha commentato Lampugnani -. Per questo ringrazio tutte le persone e sono tante, con cui ho avuto l’onore di lavorare in questi anni. Auguro a Tbwa un futuro radioso mantenendo sempre il suo DNA distintivo”.

The Millennial Fragrance Shopper: il ruolo centrale del video advertising

I Millennial scoprono nuove essenze nei negozi, ma effettuano ricerche online prima di compiere un acquisto. Il Video Advertising è il formato digitale che meglio influenza le loro decisioni, ancora più della tv. É ciò che rivela il nuovo studio condotto da Global Web Index per Teads (ideatrice del video outstream e primo video advertising marketplace al mondo secondo la classifica di comScore).

Nel report dal titolo ‘The Millennial Fragrance Shopper’ viene analizzato il comportamento d’acquisto di oltre 1500 Millennial in Europa e Stati Uniti per interpretare i principali fattori d’influenza sull’acquisto di profumi nell’era digitale.

La ricerca mostra che i Millennial, mentre attribuiscono ancora valore all’esperienza in-store (per prima cosa provano le fragranze sulla loro pelle nei negozi), migrano poi online per cercare informazioni sul prodotto prima di ultimarne l’acquisto, sui siti di e-commerce o nel punto vendita.

Il sampling è una componente chiave di questo processo: circa il 30% dei Millennial prova un profumo prima di comprarlo, a casa o nel punto vendita. Emerge, inoltre, che i Millennial sono consapevoli del valore dei loro dati: il 38%, infatti, sono disponibili a condividere i proprie informazioni personali con un brand per ricevere in cambio il campione di una fragranza.

Questo percorso per l’acquisizione di una parte dei dati relativi al target è interessante nelle dinamiche di dialogo tra brand e utente. Se l’essenza nel 41% dei casi è il fattore chiave per influenzare le decisioni del consumatore millennial, anche il packaging e il design giocano un ruolo primario nella scelta, secondo il 35% dei rispondenti all’indagine. Nonostante i grandi investimenti che i brand risevano all’adozione di un testimonial celebre, solo il 4% dei millennial afferma che questo influenzi la scelta d’acquisto di un profumo.

Lo studio rivela, inoltre, il ruolo centrale del video advertising. Il 36% dei millennial sono più disposti a cercare un brand di profumi dopo essersi imbattuti in un annuncio video online e il 34% svela che l’esposizione ad un annuncio video può accrescere la connessione con i loro brand preferiti.

Dario Caiazzo

Gli annunci video, in aggiunta, conducono i consumatori all’azione: dopo aver visto una pubblicità, il 17% degli intervistati ha visitato uno store/retailer e il 16% è approdato sul sito del brand. Gli annunci video risultano più efficaci su siti di news piuttosto che in social feed: il 25% ricorda di aver visto un annuncio video su un magazine online, comparato con il 18% di chi vi è stato esposto tramite social media.

“Non vi è alcun dubbio: la pubblicità video gioca un ruolo chiave nel percorso del consumatore – sottolinea Dario Caiazzo, MD di Teads Italia -, poiché incorpora elementi interattivi, come form per la registrazione di dati, o può dare la possibilità di acquistare all’interno del format stesso. Questo può rendere le pubblicità ancora più performanti e potenti. Andando a sommare questi dati ad altri già esistenti, i brand avranno la preziosa opportunità di veicolare annunci interattivi e personalizzati, capaci di produrre un impatto enorme”.

Roche e Integer lanciano ‘Ector The Protector Bear’

In occasione della Giornata mondiale senza tabacco, Integer presenta ‘Ector The Protector Bear’, campagna di prevenzione contro il fumo passivo realizzata per Roche con il patrocinio di Walce Onlus – Women Against Lung Cancer in Europe. Stando all’ultimo rapporto OMS – Organizzazione Mondiale della Sanità, in Italia il 52% dei bambini, sotto i 2 anni di vita, è abitualmente esposto al fumo passivo.

Per prendersi cura dei più piccoli e supportare le famiglie nasce l’orsetto Ector, il primo giocattolo che protegge i bambini dal fumo passivo. Grazie a un rilevatore interno collegato a un dispositivo sonoro, Ector tossisce ogni volta che è esposto al fumo: così facendo scoraggia i fumatori, avverte i genitori ed educa i bambini a tenersi lontani dalle minacce del fumo.

Visitando il sito ectortheprotector.com ci si può informare sui rischi associati al fumo, e in particolare al fumo passivo, e sulla prevenzione oltre che guardare e diffondere il video della campagna utilizzando #EctorTheProtector. L’intero sviluppo della campagna è a cura di Integer, agenzia del Gruppo TBWA\Italia.

Trudi ha sviluppato il design di Ector e The FabLab la tecnologia contenuta al suo interno.

Per Integer hanno lavorato: Nicola Lampugnani chief creative officer, Mirco Pagano creative director, Federica Facchini creative supervisor, Federica Facchini e Giulia Trimarchi art director, Andrea Pinca e Mirco Pagano copywriter,  Luana Contu junior copywriter, Jack Blanga creative digital director.

La regia è di Nico Malaspina per la casa di produzione The BigMama.

Vigorsol (Perfetti Van Melle), Selection gestisce la consultazione per il media

In seguito alla notizia pubblicata sul pitch media indetto da Perfetti Van Melle (vedi notizia) Selection, agenzia di comunicazione parte del Gruppo Perfetti Van Melle, specifica che sta gestendo la gara aperta a diverse centrali media per la ricerca di un partner che si occupi solo ed esclusivamente della strategia media per il brand Vigorsol.

I risultati di questa consultazione verranno comunicati al vincitore entro il 30 giugno 2017.

Pool Pharma si affida a Max Information per il lancio di Hestratto Multivegetal Fruit

Pool Pharma lancia Hestratto Multivegetal Fruit, estratto di frutta e verdura arricchito con sali minerali e vitamine, già pronto da bere.

Una vera rivoluzione per chi tiene al proprio benessere ma ha poco tempo per prendersi cura di sé. Proprio sulla ricerca del benessere ha puntato la nuova campagna di comunicazione dedicata al prodotto, affidata all’agenzia Max Information, con incarico diretto.

‘Dai forma al tuo benessere’, recita il claim. L’agenzia ha scelto un simbolo forte e iconico, il mandala, che guiderà tutta la comunicazione tv, stampa e punto vendita. La campagna stampa multisoggetto prevede l’uscita di quattro soggetti, ognuno dedicato a una referenza: Benessere globale, Pelle, Detox, Ricarica quotidiana.

La tv con soggetti da 15″, 10″ e 7″ si è dedicata a due delle quattro referenze: Benessere globale e Detox.

La campagna è on air in questi giorni su quotidiani e tv. Il media è curato internamente. Sotto la direzione creativa di Dario Anania hanno lavorato Antonio Serafini e Maria Meioli, copy, e Francesco Scapin, art.

Car2go: a Merlo la gara per le attività promozionali

Car2go, servizio di car-sharing a flusso libero lanciato dal Gruppo Daimler, ha scelto l’agenzia di eventi e comunicazione integrata Merlo per le attività promozionali in Italia per i prossimi due anni, a seguito di una gara indetta dall’Headquarters a Stoccarda.

Nell’ambito di questa collaborazione, l’agenzia si è aggiudicata l’incarico di gestire l’operazione di ambient marketing in occasione del lancio dell’in-fleeting dei nuovi modelli smart forfour nelle città di Firenze e Torino, attraverso originali installazioni volte a catturare l’attenzione dei passanti con un linguaggio ironico e innovativo, in sintonia con i valori del brand.

Le installazioni sono state realizzate presso le stazioni di Torino Porta Nuova e Porta Susa, mentre a Firenze presso la Stazione di Santa Maria Novella e il centro commerciale i Gigli.

L’idea creativa sviluppata da car2go è basata sull’utilizzo di famose opere d’arte divenute icone delle due città I Tre arcangeli e Tobiolo di Filippino Lippi, conservata nella Galleria Sabauda di Torino, e La Nascita di Venere di Sandro Botticelli, custodita nella Galleria degli Uffizi a Firenze.

I protagonisti ritratti nei celebri capolavori sono ‘scappati’ dalle tele per accomodarsi a bordo delle smart forfour in esposizione, comodamente anche se in quattro. Il messaggio sarà rafforzato da un’inedita attività di guerrilla mirata a strappare sorrisi e condivisioni: buffi personaggi cercheranno, in maniera pittoresca, di girare in quattro a bordo di un tandem in attesa dell’arrivo delle smart forfour.