RaiPlay: 75,5 milioni di views. Cresce del 74% il consumo dell’offerta online

22 dicembre 2016

“Nei primi due mesi pieni di attività del nuovo sito e delle App per smartphone e tablet, dall’1 ottobre al 30 novembre 2016, l’offerta RaiPlay ha registrato quasi 75,5 milioni di mediaviews da 15 milioni di dispositivi differenti”, ha dichiarato il direttore Digital Rai Gian Paolo Tagliavia, nel corso del brindisi natalizio a viale Mazzini.

Il lancio di RaiPlay ha quindi permesso di incrementare del 74% il consumo dell’offerta Rai online e ha fatto aumentare del 50% il parco utilizzatori. L’incremento delle mediaviews rispetto a ottobre 2015 è del 57% e del 91% rispetto a novembre 2015. In termini di browser unici invece, ottobre registra un incremento del 43% e novembre del 65%. Una curva di adozione e utilizzo, dunque, che finora è stata in crescita significativa e costante. Anche il tempo trascorso dagli utenti sull’offerta online di Rai è aumentato fino a 85 minuti, rispetto ai 70 registrati nel bimestre ottobre-novembre 2015.

I contenuti che hanno ricevuto un maggiore apprezzamento da parte degli utenti sono stati i prodotti di fiction: Un medico in famiglia ha registrato più di 6 milioni di mediaviews, L’allieva e Braccialetti rossi, entrambe oltre 5 milioni.

Il consumo delle fiction sull’offerta RaiPlay porta ai titoli menzionati un ascolto aggiuntivo a quello tv nell’ordine di 150-200.000 ascoltatori medi a puntata. In 3 mesi gli utenti che hanno scelto di registrarsi a RaiPlay, per accedere ai servizi di personalizzazione dell’offerta sull’applicazione, sono più di 700mila. Inoltre, dal 14 dicembre 2016, Rai ha rafforzato il suo progetto di evoluzione in media company portando l’app RaiPlay nel mondo dei televisori connessi.

“Non è più come prima, RaiPlay ha colmato il gap che aveva la Rai e adesso andiamo avanti. Così facciamo il vero salto da broadcaster a media company”, ha commentato il dg Rai Antonio Campo Dall’Orto. Gli spettatori potranno rivedere quando vogliono quello che è andato in onda sui canali Rai, anche ripescando nel lontano passato.

“L’utente non si perderà più nulla di quello che vuole vedere: potrà muoversi alla ricerca di contenuti già andati in onda, potrà utilizzare un comodo meccanismo per ‘recuperare’ i programmi degli ultimi giorni o per fare un salto indietro nel tempo, soprattutto potrà cercare qualsiasi contenuto grazie a un motore di ricerca”, ha dichiarato Gian Paolo Tagliavia, direttore Digital Rai.

I punti di forza dell’offerta sono: una Guida Tv, con la funzione di Replay, per rivedere i programmi trasmessi negli ultimi sette giorni e per consultare il palinsesto della settimana; il meglio dell’offerta di Rai1, Rai2, Rai3, Rai4, Rai5, RaiMovie e RaiPremium e dell’offerta bambini; l’offerta del catalogo Rai, con i contenuti appena andati in onda ma anche con quelli di archivio, selezionati con cura da una redazione di esperti e appassionati; un motore di ricerca interno, attraverso il quale è possibile navigare agilmente tra i numerosi titoli proposti.

Una volta connesso a internet il televisore dotato di software MHP (e a tendere del nuovo standard HbbTV), basta sintonizzarsi su un canale della Rai e un bollino blu sulla destra dello schermo segnalerà l’opportunità di entrare nel servizio. A seconda del canale televisivo su cui ci si è sintonizzati, il sistema connetterà immediatamente la  versione di RaiPlay dedicata.

Navigando con le frecce del telecomando si potrà accedere, senza lasciare il flusso televisivo, a una serie di fasce di contenuto: una selezione dei contenuti più rappresentativi del canale prescelto, un catalogo generale dei contenuti Rai o I Favolosi, la sezione curata dalle Teche Rai. Per i più piccoli, inoltre, sarà possibile l’accesso alle Replay di RaiGulp e RaiYoyo. Per il momento i contenuti sono quelli Rai ma “nulla impedisce che in futuro si arrivi a contenuti dedicati”, ha dichiarato Campo Dall’Orto.