Le italiane Beintoo, Marketing Arena e Caffeina nella Technology Fast 500 di Deloitte

22 dicembre 2016

di Fiorella Cipolletta


Sono 10 le aziende italiane che entrano nella classifica Technology Fast 500 di Deloitte, che premia gli sforzi e la dedizione delle aziende appartenenti a più di venti Paesi dell’area Emea che hanno registrato il più alto tasso di crescita dei ricavi negli ultimi 4 anni.

Nonostante il nostro Paese sia ben lontano dalla Francia, prima classificata con 94 aziende, dal Regno Unito (70 aziende), e si posizioni al 12° posto dopo la Polonia, “l’Italia dopo anni di latitanza sta risalendo nella classifica – ha dichiarato Alberto Donato, partner Deloitte e responsabile italiano Technology Media & Telecommunication (TMT). Tra il 2005 e il 2009, infatti, nemmeno un’azienda italiana era presente tra le 500. Oggi le dieci aziende italiane che rientrano nei Fast 500 sono la conferma che il nostro Paese è in grado di competere in un contesto internazionale caratterizzato da una forte tendenza a innovare. La parte digitale, oltre a trainare il mercato e l’economia, porta con sé la creatività che distingue il nostro Paese nel mondo”.

Il premio che è ormai alla sedicesima edizione vede in classifica 28 Paesi europei e il ranking di quest’anno è dominato dal settore Software con 271 aziende. Le società con la percentuale di crescita cumulativa più alta appartengono ai settori Hardware (962%), Media (644%) e Clean Technology (471%).

A tenere alto il made in Italy sono dieci aziende: sul podio svettano Beintoo, Marketing Arena e Caffeina, seguono Afinna One, FiloBlu, MotorK Italia, Sardex, EiS, 01s e Crestoptics. Attiva dal 2011 Beintoo, mobile data company, conquista il 45esimo posto con una crescita, tra il 2012 e il 2015, pari al 2068%.

L’azienda uscita dalla fase di start – up, ha sviluppato una Data Management Platform Mobile proprietaria, che grazie all’integrazione di un proprio SDK ospitato da app di terze parti, è in grado di raccogliere dati geocomportamentali degli utenti e integrarli con dati di terza proprietà per generare Audience di riferimento su cui delineare campagne mobile adv dal forte engagment.

“Quest’anno il fatturato è di 6 milioni e 550 mila euro, contro i 5,2 milioni dell’anno passato – sottolinea Andrea Capanna, ceo di Beintoo -. Raggiungere la prima posizione in Italia nella Fast 500  è un solido punto di partenza su cui costruire il futuro di Beintoo”.

Al secondo posto Marketing Arena (90esimo posto con crescita del 1.088%), realtà rodigina, che oggi vanta un gruppo di lavoro di 20 persone e clienti  come Banca IFIS, Calligaris, De’Longhi e SAS. L’azienda vanta un fatturato per il 2016 pari a 1.3 milioni di euro con una crescita del 30%. Terzo posto per Caffeina (92esima con il 1083%), che nel 2016 ha raddoppiato il fatturato rispetto l’anno passato chiudendo l’anno in corso a 3 milioni di euro.