Lidl Italia rinnova la partnership con AQuest per il 2017

13 dicembre 2016

Si rinnova la collaborazione tra AQuest, agenzia creativa digitale con base a Verona, e Lidl Italia. Nei prossimi 12 mesi, infatti, AQuest supporterà l’insegna con la produzione di contenuti creativi destinati ai canali social (Facebook, Instragram e Twitter), per rendere sempre più efficace e coinvolgente la comunicazione social dell’azienda.

AQuest ha iniziato a collaborare con Lidl nel 2015. La catena di supermercati ha intrapreso un importante percorso di riposizionamento a partire dal 2012, che ha coinvolto l’assortimento prodotti, il layout dei punti vendita e non ultima, la comunicazione social con la creazione della pagina Facebook ufficiale.

Nel 2015, l’azienda ha deciso di avvalersi del supporto di un’agenzia creativa, flessibile, empatica nei confronti della cultura aziendale e sempre pronta a mettersi in gioco cavalcando i trend del settore.

La consulenza da parte di AQuest si è concretizzata nella realizzazione di analisi dei trend, oltre che ovviamente nella creazione di copy, grafiche, gif, video illustrati e short movies, diffusi su Facebook, Instagram e Twitter, insieme a contenuti sviluppati in collaborazione con il social media team di Lidl Italia. Non manca il supporto in ottica di brand reputation e issue management, reso possibile grazie a un dialogo quotidiano tra le due aziende.

Michele Mormile, Vice President AQuest, ha dichiarato: “Siamo onorati di poter lavorare con Lidl Italia. L’azienda ci permette di esprimere il nostro potenziale creativo e coinvolgere giorno per giorno fan che partecipano attivamente alla community di Lidl. Per noi è una soddisfazione quotidiana”.

Alessia Bonifazi, Head of PR and Corporate Communication Lidl Italia ha commentato: “Abbiamo trovato in AQuest un’agenzia giovane, creativa e professionale che ha saputo integrare al meglio le nostre competenze interne con spunti originali e innovativi. Siamo molto felici di rinnovare la collaborazione che, siamo certi, porterà ottimi risultati”.